Alimentazione e salute: L’importanza di mangiare bene

Pubblicato: 12 Maggio, 2022 di Giulia

La relazione tra alimentazione e salute è stata dimostrata da molti studi nell’arco di diversi anni. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, un’alimentazione sana protegge dalle malattie non trasmissibili, come diabete, malattie cardiache o cancro. Il mantenimento di modelli alimentari adeguati dal punto di vista nutrizionale è un pilastro fondamentale per la salute sia dei più giovani ma soprattutto delle persone più anziane. Ma quali sono questi schemi?

Il concetto di alimentazione sana è talvolta considerato sinonimo di cibo per i malati. Si tratta di un grave errore. Una dieta sana non deve perdere quel senso di piacere che deriva dal mangiare. La nostra cucina, ad esempio, si basa sul modello della dieta mediterranea, che avendo al suo attivo una tradizione eccellente, contribuisce a preservare il legame tra cibo, salute e gusto. In questo articolo cercheremo di capire, più nel dettaglio, qual è il legame tra alimentazione e salute.

Inoltre, suggeriremo alcuni alcuni integratori alimentari 100% naturali in grado di  aiutarci a preservare la nostra salute e mantenerci in forma.

Sugar Less
Riduce lo zucchero nel sangue
Regola il metabolismo dei carboidrati
Acquisto
Detoxionis
Depura l'organismo
Protegge il fegato
Acquisto

Alimentazione salutare: di cosa si tratta

La salute e il corretto funzionamento del nostro corpo dipendono anche dal tipo di nutrizione e dal cibo di cui ci alimentiamo durante la nostra vita. Alimentazione e nutrizione, anche se sembrano significare la stessa cosa, sono concetti diversi.

L’alimentazione può essere definita come il processo attraverso il quale attingiamo dal mondo esterno ad una serie di sostanze che, contenute negli alimenti che fanno parte della nostra dieta, sono necessarie per nutrirci. Il cibo è, quindi, qualsiasi prodotto o sostanza che una volta consumato svolge una funzione nutrizionale nel corpo.

La nutrizione è l’insieme dei processi attraverso i quali l’uomo ingerisce, assorbe, trasforma e usa le sostanze. Queste hanno il compito di:

  • Fornire energia.
  • Apportare la materia necessaria per la formazione, la crescita e la riparazione delle strutture corporee e per la riproduzione.
  • Fornire le sostanze necessarie per regolare i processi metabolici.
  • Ridurre il rischio di alcune malattie.

Il cibo è un prodotto naturale o industrializzato che consumiamo per coprire un bisogno fisiologico (fame).

I nutrienti sono sostanze presenti negli alimenti di cui l’organismo ha bisogno per svolgere diverse funzioni e mantenersi la salute. Esistono cinque tipi di nutrienti chiamati: Proteine, Grassi o Lipidi, Carboidrati, Vitamine e Minerali.

I nutrienti svolgono le seguenti funzioni:

  • Ottenere l’energia necessaria per svolgere le funzioni vitali (far battere il cuore, respirare, mantenere la temperatura corporea) e lo sviluppo dell’attività corporea in generale. In questo ad agire sono grassi e carboidrati.
  • Formare e mantenere sani organi, tessuti e il nostro sistema immunitario contro agenti esterni e infezioni. In questo agiscono le proteine, complete (origine animale) e incomplete (origine vegetale).
  • Regolare tutti i processi che avvengono nel nostro organismo in modo che tutto proceda in piena armonia. In questo caso giocano un ruolo attivo le vitamine e i minerali.

Relazione tra alimentazione e salute

Oggi l’alimentazione è un problema che solleva polemiche e di cui tutti parlano. Gli spettacolari progressi che le scienze dell’alimentazione e della nutrizione hanno fatto negli ultimi decenni rivelano l’importanza di una corretta alimentazione per mantenere una buona salute e benessere fisico ed emotivo.

La scoperta dei nutrienti e delle funzioni che svolgono nel nostro corpo ci ha permesso di conoscere appieno molte delle proprietà degli alimenti che fino a poco tempo fa erano semplicemente delle intuizioni o facevano parte della saggezza popolare.
I progressi scientifici ci introducono al mondo dell’alimentazione e alla relazione che le abitudini alimentari hanno con la salute.

Ogni studio, ogni indagine, ribadisce l’idea che la dieta più appropriata è quella che tiene conto di tutte le condizioni che ci caratterizzano come persone cresciute in una determinata cultura, con abitudini alimentari, gusti, stato di salute, tradizioni e ideali, attività fisica, sport e stili di vita diversi.

Pertanto, non esiste un’alimentazione ideale che funzioni per tutti, ma esiste un criterio universale per quanto riguarda il tipo di alimenti che devono essere consumati quotidianamente; ciò da un lato garantisce l’energia e le esigenze nutrizionali di tutte le persone che compongono una popolazione sana e, dall’altro, serve alla prevenzione di alcuni disturbi e malattie legate agli squilibri alimentari.

Alimentazione e salute: conseguenze di una dieta inadeguata

Diverse sono le conseguenze a cui si potrebbe andare incontro se quotidianamente si segue una dieta non appropriata, prima tra tutte l’abbassamento delle difese immunitarie e il rischio di sviluppo di patologie. Vediamole qui di seguito.

Percorso verso la depressione facilitato

Sebbene l’esatto meccanismo fisiologico che facilita questa associazione non sia noto, è stato scoperto che le persone che consumano più alimenti processati, in particolare quelli con una maggiore quantità di zucchero, hanno più probabilità di sviluppare depressione. Molti sostengono che la depressione faccia sì che si aumenti il consumo di questi prodotti, che a sua volta si traduce in maggiori problemi di salute.

Funzionamento del sistema respiratorio compromesso

Una delle caratteristiche con le quali colleghiamo comunemente le persone obese è la difficoltà a respirare quando svolgono attività motoria. Camminano e già si sente l’affanno. Questo, tra le varie motivazioni, avviene perché il sovraccarico della massa corporea aumenta la pressione sui muscoli coinvolti nella respirazione. Nei bambini con obesità aumenta il rischio di asma.

Aumento del rischio di malattie croniche

Per controllare l’ipertensione arteriosa è essenziale limitare l’assunzione di sale.  Gli aromi alternativi, preparati a base di spezie, aiutano. Anche limitare l’alcool a meno di 30 g al giorno (2 bicchieri di vino o due birre) è efficace. Contrariamente alla credenza popolare, il ruolo del caffè è irrilevante.

Per il colesterolo e i trigliceridi, deve essere ridotto al minimo il consumo di grassi animali, compresi i latticini e i grassi saturi di origine vegetale utilizzati in pasticceria industriale, derivati ​​da oli di palma e cocco.
Il pesce, gli oli vegetali, in particolare l’olio extra vergine d’oliva e la frutta secca (tranne nei casi di sovrappeso), riescono a ridurre il colesterolo “cattivo” e ad aumentare quello “buono”.

Da parte sua, l’alimentazione ricca di antiossidanti, come frutta e verdura, ha un’azione preventiva nello sviluppo dei tumori, in particolare del tratto digestivo, così come il consumo di fibre, la riduzione di grassi e la moderazione di alcol.

Anche cucinare gli alimenti determina un apporto calorico e, a volte, ne modifica le proprietà. Il consumo di verdure fresche, senza cottura prolungata, è preferibile per evitare la perdita di alcune vitamine. L’uso dell’olio deve essere limitato a causa del suo elevato contenuto calorico (9 kcal / g) ed è sempre meglio prediligere l’olio vegetale, meglio se d’oliva. Si consiglia di non riutilizzare l’olio per friggere più di 3 volte per evitare la generazione di composti nocivi. La pastella è una fonte di calorie superiore al cibo stesso, quindi dovrebbe essere evitata o comunque consumata poco frequentemente.

Inoltre, l’idea che saltare un pasto faccia dimagrire, è tanto sbagliata quanto pensare che la frutta abbia meno calorie se consumata all’inizio piuttosto che alla fine del pasto.

Alimenti che non dovrebbero mai mancare sulla nostra tavola

Le sostanze nutritive non sono distribuite uniformemente negli alimenti. In ognuno di essi, quindi, predomina l’uno o l’altro nutriente. Ciò ha portato a classificarli in diversi gruppi, in base alla loro affinità nutrizionale o alla funzione principale che i nutrienti predominanti in ogni alimento svolgono all’interno del nostro corpo.

Gli alimenti appartenenti allo stesso gruppo possono essere intercambiabili, sempre in quantità adeguate, poiché condividono proprietà nutrizionali simili. Questo ci consente di variare molto la dieta senza modificare in modo significativo la composizione nutrizionale della nostra alimentazione quotidiana. Non dovremmo dimenticare che in alcuni gruppi vi sono differenze dovute al contenuto di grassi e zuccheri (latte intero o scremato, carni grasse o magre, yogurt senza zucchero o zuccherino), che si traduce in più o meno calorie.

Alimentazione e salute: La piramide alimentare

Una dieta equilibrata deve includere cibo di tutti i gruppi e in proporzioni adeguate. La piramide alimentare è una rappresentazione grafica di ciò che prevede un’alimentazione equilibrata.

Ci indica che la base della nostra dieta dovrebbe essere costituita da alimenti ricchi di carboidrati complessi: cereali, amidi e legumi (circa la metà dell’energia di cui abbiamo bisogno ogni giorno deve provenire da questi prodotti) mentre, spostandoci verso il vertice, troviamo quegli alimenti che devono essere consumati in quantità inferiore od occasionalmente. Dunque avremo grassi e altri alimenti come zucchero, dolci, bibite, alcuni cibi precotti, i quali devono essere consumati con moderazione.

L’alimentazione nelle diverse fasi della vita

Un’alimentazione adeguata è importante in ciascuna delle fasi della vita, poiché ognuna di esse ha bisogni energetici e nutrizionali diversi. Mangiare un po’ di tutto è il modo migliore per avere una dieta sana ed equilibrata.

Allattamento

L’allattamento al seno ha benefici per la salute a breve e lungo termine per bambini e madri. Si raccomanda di nutrire il bambino con latte materno per i primi sei mesi di vita e continuare con esso fino a due anni o più (se la madre e il bambino lo desiderano).

Infanzia e adolescenza

È scontato quanto sia più facile acquisire abitudini alimentari e stili di vita più sani durante la fase infantile che modificarli una volta recepite durante l’età adulta. Per raggiungere questo obiettivo, la famiglia, con l’ausilio del mondo scolastico, è la principale fonte educativa nell’alimentazione e nella nutrizione.

L’alimentazione nei bambini deve:

  • garantire loro crescita e sviluppo, prestando attenzione alle caratteristiche di ciascuno(capacità fisica, malattie, età).
  • Assicurare il mantenimento di buoni livelli di salute, sia a breve che a lungo termine, cioè proteggerli da quelle malattie in cui un’alimentazione inadeguata costituisce un fattore di rischio, come obesità, disturbi alimentari, ipertensione, osteoporosi, alcuni tipi di cancro, ecc.
  • Soddisfare i bisogni emotivi legati al cibo.
  • Introdurre buone abitudini alimentari adattate all’organizzazione e allo stile di vita del bambino e della sua famiglia.

Giovani

I giovani si trovano in un periodo critico dal punto di vista del consolidamento di sane abitudini di vita, sia nell’ambito dell’alimentazione che dell’attività fisica, poiché si trovano in una fase di acquisizione di consuetudini che, nella maggior parte dei casi, rimarranno anche in età adulta.

L’accesso all’università o il momento in cui iniziano una vita indipendente, suppone un cambiamento importante che può avere un impatto sullo stile di vita. Questo è di solito il momento in cui gli studenti si assumono la responsabilità della loro alimentazione per la prima volta, buona parte di loro vive da solo, non ha il tempo di cucinare o comprare cibo fresco, mangia più volte a settimana fuori casa e l’organizzazione dei pasti subisce un’alterazione, facendo spuntini, prediligendo i cibi pronti e consumando alcolici con una certa frequenza, ecc.,

Tutto ciò renderà difficile seguire un’alimentazione sana ed equilibrata. Per questo sono importanti le abitudini acquisite fin da piccoli.

Adulti

L’alimentazione svolge un ruolo fondamentale nel processo di invecchiamento. Non bisogna dimenticare che la malnutrizione e la mancanza di capacità funzionale negli anziani sono fattori che riducono la qualità della vita. Con l’età, si verificano cambiamenti nel corpo che portano ad effettuare piccole modifiche alla dieta e che, sommati al fatto che anche l’attività fisica di solito subisce un calo, fanno sì che il fabbisogno calorico diminuisca.

Per tutto ciò finora detto, si raccomanda di aumentare la quantità di assunzione di liquidi in quanto diminuisce la sensazione di sete, mangiare frutta e verdura ogni giorno, ricca di fibre e vitamine per evitare la costipazione causata dalla ridotta mobilità intestinale.

In relazione a determinati problemi di salute e all’assunzione di farmaci sarebbe opportuno ridurre il consumo eccessivo di grassi animali, moderare il consumo di sale, consumare una quantità di calcio adeguata, presente nel latte e derivati, fare carico di vitamina D per prevenire l’osteoporosi.

Integratori alimentari

Gli integratori alimentari sono prodotti destinati ad integrare la normale dieta e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive.

Esistono integratori per rispondere a svariate esigenze e, alcuni di essi, possono essere utilizzati per mantenersi in forma e raggiungere una migliore salute e benessere fisico. 

Eccone di seguito due che secondo noi sono tra i migliori in commercio.

Sugar Less Plus

Una dieta ricca di grassi e zuccheri ci predispone ad avere, nel tempo, problemi di colesterolo e di diabete.

Sugar Less Plus è un integratore studiato proprio per contrastare l’iperglicemia, cioè l’elevato livello di zuccheri nel sangue, e il colesterolo. 

Sugar Less
Riduce lo zucchero nel sangue
Regola il metabolismo dei carboidrati
Acquisto

La formula utilizzata è all’avanguardia e ha permesso di unire in una sola capsula gli effetti benefici di 3 sostanze nutritive. In ogni singola compressa ci sono:

  • acido alfa lipoico
  • melone amaro
  • cannella

Questi ingredienti, oltre agli effetti che abbiamo già descritto, sono in grado anche di accelerare l’eliminazione dei grassi, ridurre la fame nervosa e svolgere un’azione antiossidante.

Clicca qui per comprare Sugar Less Plus al miglior prezzo

Detoxionis

Detoxionis è un integratore alimentare in compresse progettato per eliminare le scorie in eccesso e le tossine accumulate nel corpo.

Detoxionis
Depura l'organismo
Protegge il fegato
Acquisto

È composto da estratto di finocchio, di radice di tarassaco, polvere della radice di cicoria, estratto di foglie di ribes nero.

Questi ingredienti sono in grado di disintossicare il fegato, riequilibrare il metabolismo basale e l’intestino, hanno un effetto anti-invecchiamento e migliorano l’aspetto di pelle, capelli e unghie, a dimostrazione che salute e bellezza vanno sempre di pari passo.

Clicca qui per comprare Detoxionis al miglior prezzo

 

Conclusioni

Alimentazione e salute vanno di pari passo. E anche se in troppi tralasciamo questo aspetto e pensiamo solo che mangiare bene porterà a un fisico più attraente, la realtà è che ciò non è di certo la cosa più importante. Cibo e salute sono un binomio inseparabile, se mangi male ti fai del male, è molto semplice.

Ricorda sempre che prima di iniziare una qualsiasi dieta o apportare cambi significativi al tuo regime alimentare è sempre consigliabile rivolgersi ad uno specialista. Solo lui sarà in grado di consigliarti una dieta adatta alle tue esigenze e al tuo organismo ed eventuali integratori da aggiungere.

Clicca qui per comprare Detoxionis al miglior prezzo

Leggi anche:

Il cibo aiuta a mantenerci in salute?

Sì, avere un’alimentazione corretta è un fattore fondamentale per rimanere in salute e prendersi cura del proprio organismo.

Qual è la caratteristica principale di un’alimentazione salutare?

Deve essere completa, ossia deve fornire tutti i nutrienti di cui il corpo ha bisogno, carboidrati, grassi, proteine, vitamine, minerali e acqua e poi deve essere equilibrata.

Quali sono le conseguenze a cui si può andare incontro se non si segue un’alimentazione  salutare?

Dipende, ma si possono verificare disturbi e malattie quali l’obesità, ipertensione, colesterolo alto, diabete.

Qual è a differenza tra alimentazione e nutrizione?

L’alimentazione può essere definita come il processo attraverso il quale attingiamo dal mondo esterno ad una serie di sostanze che, contenute negli alimenti che fanno parte della nostra dieta, sono necessarie per nutrirci.
La nutrizione è l’insieme dei processi attraverso i quali l’uomo ingerisce, assorbe, trasforma e usa tali sostanze.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.