Artrite gottosa: Cause, Sintomi e Cura

Pubblicato: 11 Maggio, 2022 di Sara

L’artrite gottosa, chiamata anche artrite urica o semplicemente “gotta”, è una particolare forma di disturbo alle articolazioni caratterizzata da improvvisi e gravi attacchi di dolore, gonfiore e arrossamento delle articolazioni, più frequentemente quella che è alla base dell’alluce.

Scopriamo insieme in questo articolo tutto quello che c’è da sapere sull’artrite gottosa e come distinguerla da altri tipi di artrite.

Artrolux Plus Cream
Stimola la sintesi del collagene
Aumenta la mobilità
Acquisto

Caratteristiche dell’artrite gottosa

Un attacco di gotta può verificarsi all’improvviso, anche svegliandoci nel cuore della notte con la sensazione che l’alluce sia in fiamme. L’articolazione colpita diventa così calda, gonfia e morbida che perfino il peso di un foglio di carta appoggiato su di essa può essere intollerabile.

I sintomi dell’artrite gottosa colpiscono in genere le articolazioni di entrambi i lati del corpo e possono andare e venire, come nel caso dell’artrite reumatoide. La sua causa però non è legata ad una risposta errata del sistema immunitario come nei reumatismi o nell’artrite psoriasica, né ad un’infiammazione come accade per l’artrite reattiva o l’artrite settica.

È dovuta invece all’accumulo di cristalli di urato nei tessuti connettivi. Vediamo di seguito perché questo accade.

Cause di artrite gottosa

L’artrite gottosa si verifica quando i cristalli di urato si accumulano nell’articolazione, causando l’infiammazione e i dolori intensi tipici di un attacco di gotta. I cristalli di urato si formano quando si hanno alti livelli di acido urico nel sangue.

Il nostro corpo produce acido urico ogni volta che scompone le purine, sostanze che si trovano naturalmente nell’organismo.  Le purine si trovano anche in alcuni alimenti, come la carne rossa o i frutti di mare. Altri alimenti che favoriscono livelli più elevati di acido urico nell’organismo sono le bevande alcoliche, in particolare la birra, e quelle dolcificate con fruttosio come i succhi di frutta.

Normalmente, l’acido urico si dissolve nel sangue e passa attraverso i reni nelle urine. Tuttavia, in alcuni casi, il nostro corpo produce troppo acido urico oppure sono i nostri reni ad espellerne troppo poco. Quando ciò accade, l’acido urico si accumula nell’organismo formando cristalli di urato simili ad aghi che vanno a finire nel tessuto articolare provocando dolore, infiammazione e gonfiore.

Fattori di rischio

Fra i fattori di rischio che possono aumentare le probabilità di avere più acido urico e quindi di sviluppare la gotta ci sono:

  • Avere una dieta troppo ricca di carne rossa, frutti di mare, alcool e bevande dolcificate;
  • Essere in sovrappeso o obesi;
  • Soffrire di ipertensione, diabete, sindrome metabolica o altre malattie al cuore o ai reni;
  • Assumere alcuni farmaci come ad esempio i diuretici o l’aspirina;
  • Avere altri membri della famiglia che hanno avuto o hanno la gotta;
  • Essere stati sottoposti di recente a interventi chirurgici o aver subito incidenti o traumi alle articolazioni;
  • Essere di sesso maschile e avere un’età compresa fra i 30 e i 50 anni oppure donne in menopausa.

Riguardo l’ultimo punto è bene specificare che la gotta tende a colpire più frequentemente gli uomini, in quanto le donne tendono ad avere livelli più bassi di acido urico. Dopo la menopausa, però, i livelli di acido urico delle donne aumentano fino ad equiparare quelli degli uomini. Ecco perché il rischio delle donne di sviluppare la gotta aumenta con l’età e i cambiamenti ormonali.

Artrite gottosa tips

Sintomi di artrite gottosa

La gotta di solito colpisce la grande articolazione dell’alluce, ma può verificarsi in qualsiasi articolazione. Altre articolazioni comunemente colpite includono caviglie, ginocchia, gomiti, polsi e dita.

È probabile che il dolore sia più intenso fra le prime 4 o 12 ore dopo l’inizio dei sintomi. Questi si verificano quasi sempre all’improvviso e di notte. Ecco quali sono i sintomi di artrite gottosa più comuni:

  • Dolore articolare intenso nelle prime ore dall’inizio dell’attacco;
  • Dopo che il dolore si attenua, disagio articolare persistente che può durare da pochi giorni a una settimana;
  • Gonfiore e arrossamento dell’articolazione colpita;
  • Riduzione della libertà movimento;
  • Sintomi influenzali che possono essere segno d’infezione.

In genere l’attacco acuto dura solo pochi giorni, una settimana al massimo, dopodiché i sintomi scompaiono per ricomparire poi in modo improvviso in un altro momento.

Diagnosi della gotta

Qualora il medico dovesse sospettare dai sintomi che un suo paziente sia affetto da gotta, è probabile che vengano prescritti ulteriori test quali ad esempio:

  • Prelievo del liquido sinoviale per rilevare la presenza di cristalli di urato;
  • Esame del sangue per misurare i livelli di acido urico e creatinina nel sangue;
  • Radiografia articolari per escludere altre cause di infiammazione articolare;
  • Ecografia muscolo scheletrica con ultrasuoni per rilevare i cristalli di urato in un’articolazione;
  • Altri test di imaging.

Trattamento dell’artrite gottosa

Il trattamento della gotta prevede due tipi di farmaci:

  • Per trattare gli attacchi acuti
  • Per prevenire gli attacchi futuri.

I farmaci usati per trattare gli attacchi acuti sono di solito:

  • Antinfiammatori non steroidei (FANS) come l’ibuprofene per contrastare il dolore;
  • Corticosteroidi per ridurre l’infiammazione;
  • Colchicina, un antidolorifico che riduce efficacemente il dolore della gotta.

I farmaci usati invece per prevenire gli attacchi futuri sono:

  • Inibitori della xantina ossidasi che agiscono limitando la quantità di acido urico prodotta dall’organismo;
  • Uricosurici che migliorano la capacità dei reni di rimuovere l’acido urico dal corpo.

Questi farmaci possono abbassare effettivamente i livelli di acido urico del corpo e ridurre così il rischio di gotta, ma presentano alcuni effetti collaterali come macchie sulla pelle, mal di stomaco, disfunzione epatica o renale.

Modifiche allo stile di vita

I farmaci sono il modo più efficace per curare la gotta acuta e possono prevenire attacchi ricorrenti di gotta. Tuttavia, anche apportare alcune modifiche allo stile di vita può servire a contrastare la comparsa dei sintomi. Ecco quali sono i cambiamenti più importanti:

  • Limitare le bevande alcoliche e le bevande zuccherate con fruttosio;
  • Ridurre l’assunzione di cibi ricchi di purine, come carni rosse e frutti di mare;
  • Tenere sotto controllo il peso;
  • Fare regolarmente esercizio fisico.

Rimedi casalinghi

Secondo alcuni medici e ricercatori vi sono alcuni alimenti che, se assunti con regolarità, possono  abbassare i livelli di acido urico. Tra questi troviamo:

  • Caffè;
  • Alimenti e integratori ricchi di vitamina C;
  • Ciliegie e succo di ciliegie.

Tuttavia, non vi sono ancora studi sufficienti che confermerebbero l’efficacia di questi cibi e bevande nel ridurre il numero e l’intensità degli attacchi di gotta.

Prodotti per l’artrite: Artrolux Plus

Artrolux Plus è una crema che elimina rapidamente il dolore dell’artrite o all’artrosi. Oltre ad intervenire sull’infiammazione, questo prodotto contrasta anche la degenerazione del tessuto cartilagineo e stimola il metabolismo in esso, contribuendo al ripristino della cartilagine articolare.

Artrolux Plus Cream
Stimola la sintesi del collagene
Aumenta la mobilità
Acquisto

La sua formulazione completamente naturale a base di Estratto di Boswellia, Glucosamina, Condroitina, Estratto oleoso di artiglio del diavolo e di Estratto oleoso di semi di ippocastano penetra rapidamente nel tessuto osseo e rigenera le cellule danneggiate.

L’effetto positivo di Artrolux Plus si nota già dopo la prima applicazione e con un uso regolare è possibile rallentare significativamente la progressione delle malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale.

Clicca qui per comprare Artolux Plus a prezzo scontato

Complicanze dell’artrite gottosa

Le persone con artrite gottosa possono andare incontro a complicanze quali:

  • Gotta ricorrente: sebbene in alcuni casi è possibile non avere più attacchi acuti dopo uno o due episodi di questo tipo, altre persone possono arrivare a sperimentare la gotta più volte all’anno per buona parte della propria vita;
  • Calcoli renali: i cristalli di urato possono accumularsi nel tratto urinario delle persone con gotta, causando calcoli renali. I farmaci possono aiutare a ridurre il rischio di calcoli renali;
  • Gotta avanzata: nei casi più gravi e quando la gotta non viene trattata possono formarsi depositi di cristalli di urato sotto la pelle chiamati “tophi”.

Questi noduli che interessano di solito le mani, i piedi, le dita, i gomiti o i tendini di Achille lungo la parte posteriore delle caviglie non sono dolorosi, ma possono diventare rossi e gonfi durante gli attacchi di gotta.  Se non trattata, la gotta ricorrente o quella avanzata possono causare erosione e distruzione dell’articolazione.

Prevenzione

Durante i periodi senza sintomi, le persone che soffrono di artrite gottosa possono attenersi a quest e linee guida dietetiche per proteggersi dai futuri attacchi di gotta:

  • Bere molti liquidi purché si tratti di bevande non zuccherate;
  • Evitare le bevande alcolica;
  • Consumare meno carne rossa, pesce e pollame;
  • Non ingrassare o non perdere peso attraverso una dieta ipocalorica troppo repentinamente.

Tutti questi comportamenti possono infatti aiutare a tenere sotto controllo i livelli di acido urico nel nostro organismo.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine del nostro articolo sull’artrite gottosa in cui abbiamo appreso che si tratta di una condizione legata alla presenza di cristalli di urato nelle articolazioni. I cristalli di urato sono a loro volta legati ad un accumulo di acido urico nell’organismo.

Le persone affette da artrite gottosa possono andare incontro ad attacchi acuti per un breve periodo di tempo oppure per tutta la vita. I sintomi acuti possono essere tenuti sotto controllo con i farmaci, mentre è possibile ridurre la frequenza degli attacchi sia con modifiche dello stilo di vita sia con farmaci che intervengono sulla produzione e sullo smaltimento dell’acido urico.

Ti potrebbroe interessare anche:

Domande frequenti sull’artrite gottosa

Da cosa è provocata l’artrite gottosa?

L’artrite gottosa è provocata da un accumulo di acido urico nel corpo che causa un deposito di cristalli di urato simili ad aghi nelle articolazioni.

Quali sono i soggetti più predisposti ad avere la gotta?

I soggetti più predisposti ad avere la gotta sono gli uomini fra i 30 e i 50 anni. Le donne affette da artrite gottosa sono numericamente inferiori, anche se può esserci un rischio maggiore con l’arrivo della menopausa.

Quali sono gli alimenti che possono favorire l’artrite gottosa?

Gli alimenti che possono favorire l’artrite gottosa sono quelli ricchi di acido urico come le carni rosse, i frutti di mare, le bevande alcoliche e le bevande zuccherate.

È possibile prevenire gli attacchi acuti di artrite gottosa?

Sì. È possibile prevenire gli attacchi acuti di artrite settica modificando alcune abitudini di vita e introducendo alcuni alimenti nella propria dieta quali caffè, ciliegie e cibi ricchi di vitamina C.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.