Cos’è la barba e come prendersene cura

0

Tutti sanno più o meno cos’è la barba, ma pochi sanno in realtà come è fatta. I peli del viso si differenziano infatti dai peli del resto del corpo e dai capelli per la struttura e composizione. Scopriamo dunque in questo articolo la storia della barba, come è fatta e come prendersene cura.

smart beard spray
Favorisce la crescita della barba!
Rende la barba morbida e liscia!
Acquisto

Storia della barba

La barba nel corso dei secoli ha assunto vari significati. In molte culture antiche, era simbolo di mascolinità e di potere, in altre come in India di dignità e saggezza.

Alcune religioni la consideravano addirittura come un attributo sacro. In Cina ad esempio agli adepti al Confucianesimo era proibito radersi perché il corpo non poteva subire modifiche rispetto a come era stato donato dai genitori.

Nell’antica Grecia, gli Spartani punivano i prigionieri radendolo loro il volto e privandoli della barba, che era simbolo di forza e virilità. Un volto rasato era infatti considerato femmineo.

Anche nel Medioevo e nel Rinascimento la barba, soprattutto se lunga e ben curata, era considera uno dei simboli di prestigio. Solo gli uomini delle classi più abbienti potevano infatti portarla in questo modo poiché ai contadini e gli artigiani poteva dare fastidio durante il lavoro. In seguito, poiché adottata anche da letterati e da filosofi, divenne anche simbolo di intelligenza.

Al contrario, nella Chiesa cattolica in più occasione è stato proibito al clero di portare peli sul viso  come segno di pulizia e purificazione.

Ai giorni nostri, la moda maschile ha imposto nel tempo molti modi di portare la barba, dalla barba corta e rasata, ai baffi fino alla barba hypster ,tornata in auge nelle ultime stagioni.

Com’ è fatta la barba

I peli che crescono sul volto degli uomini sono considerati un attributo sessuale in quanto la loro crescita è dovuta al testosterone, l’ormone sessuale prodotto dall’apparato riproduttivo maschile.

La loro struttura è formata da una parte esterna chiamata “scapo” e una interna detta invece “radice”. La radice è infissa nella pelle dove si trovano il follicolo pilifero ed il bulbo. Le cellule che compongono i peli del viso sono costituite da lamelle di cheratina strettamente sovrapposte. Dentro il bulbo, vi sono altri tipi di cellule dette “melanociti” che ne determinano il colore.

I peli del viso si differenziano, a loro volta, da altri peli presenti sul corpo quali ad esempio i peli del cuoio capelluto (capelli) e quelli presenti sul pube, sulle ascelle, sul busto e sugli arti inferiori e superiori.

Le differenze fra i vari tipi di peli non riguardano tanto la struttura, che è più o meno simile, quanto piuttosto la densità e la lunghezza. Queste caratteristiche dipendono dalle dimensioni e dalla collocazione dei follicoli. Follicoli grandi e collocati in profondità nella cute, producono peli più lunghi, spessi e pigmentati come appunto i capelli e i peli del pube e del viso. Follicoli più piccoli e superficiali producono invece peli più corti, sottili e chiari.

I peli prodotti dai follicoli più grandi sono dunque detti “peli terminali”, mentre quelli prodotti da follicoli più piccoli sono detti “peli di vello”. I capelli sono un particolare tipo di peli terminali che crescono solo sul cuoio capelluto.

Tipi di barba

Basta guardarsi intorno per comprendere che le barbe non sono tutte uguali ma ne esistono vari tipi . La scelta di quale tipo adottare dipende prima di tutto dalla forma e dalle dimensioni del nostro viso. L’obiettivo finale è, infatti, quello di ottenere un look che valorizzi il nostro aspetto, facendoci sembrare più attraenti.

La regola d’oro è quella di scegliere un tipo di barba che vada a migliorare alcune caratteristiche del vostro volto.  Se, ad esempio, abbiamo una mascella quadrata, una barba quadrata non è certo la scelta migliore.  Allo stesso modo, se abbiamo una mascella tondeggiante, una barba tonda non è lo stile più adatto da adottare.

Una barba esteticamente gradevole dovrebbe dare il più possibile alla nostra mascella una forma ovale e solo leggermente arrotondata.

Tipi di barba per viso quadrato

I tipi migliori per questo tipo di volto sono:

  • Pizzetto: è formato da un’unica banda di peli che va dal mento fino ai baffi;
  • Barba Royale: simile al pizzetto, è costituita da baffi e peli solo sul mento non continui ma separati;
  • Pizzetto senza baffi: si tratta di una piccola barba solo sul mento.

Tipi di barba per viso rotondo

Ecco quali sono i tipi di barba migliori per un viso tondo:

  • Van Dyke: molto simile alla  Royale, prevede un pizzetto piuttosto pieno e baffi staccati;
  • Barba corta inscatolata: prevede una banda di peli continua su mento, baffi e parte bassa delle guance (basette), ma con una linea sempre perfettamente rasata e pulita;
  • Balbo:  come la precedente ha un pizzetto pieno che si estende ai lati delle guance ma è priva di basette e i baffi sono fluttuanti;
  • Barba a forma di ancora:  prevede pizzetto e baffi separati, ma il pizzetto è piccolo ed appuntito in modo da richiamare la forma dell’ancora.

Tipi di barba per viso ovale

Ecco quali tipi stanno bene ad un volto ovale:

  • Baffi chevron: si tratta di baffi che coprono tutto il labbro superiore e punte rivolte all’ingiù. Non prevede basette o pizzetto;
  • Barba di 3 giorni: questo tipo di barba, detta dei 3 giorni come se si volesse alludere ad una mancata rasatura;
  • Baffi a ferro di cavallo: come i baffi chevron coprono tutto il labbro per poi scendere fino al mento.

Altri tipi

Oltre ai tipi precedenti che sono quelli più comuni vi sono anche altri tipi che possono andare bene su vari tipi di volti. Vediamone subito alcuni:

  • Costolette di montone: si tratta di una barba con basette lunghe che si collegano ai baffi e priva di pizzetto;
  • Pistolero: come la precedente è priva di pizzetto, ma le basette ai lati del viso sono più corte e sottili;
  • Sottogola:  non prevede i baffi e consiste in una sottile striscia di peli sotto la linea del mento, iniziando sul collo;
  • Soul Patch: si tratta di una piccola chiazza di peli sotto il centro del labbro inferiore che somiglia in tutto per tutto ad un piccolo cerotto;
  • Barba hipster: è la barba lunga, folta e piena, di sicuro un tipo di barba che può stare bene a molti ma che richiede una cura continua.

Per approfondire:

Curiosità_sulla_barba

Come farsi crescere la barba

La crescita della barba è legata al nostro stato di salute, ai geni e ai livelli di testosterone, l’ormone sessuale maschile cui è associata anche la perdita dei capelli.  Sfortunatamente, questi sono tutti fattori che non è possibile controllare.

Ciononostante, ci sono altre cose che è possibile fare per favorire la crescita dei peli. Fra queste possiamo senza dubbio elencare l’alimentazione, l’esercizio fisico e la cura del proprio corpo.  Ecco quindi di seguito alcuni trucchi principali per farsi crescere la barba più in fretta:

  • Dormire almeno 8 ore a notte: la maggior parte della crescita dei capelli avviene durante la notte, dunque chi ha problemi di insonnia potrebbe avere non solo capelli fragili e radi ma anche i peli del viso potrebbero stentare a crescere;
  • Seguire una dieta sana: seguendo una dieta sana, è possibile non solo controllare il peso, avere una pelle sana e capelli più folti, ma è anche probabile che i nostri peli cresceranno molto più velocemente;
  • Fare esercizio fisico: questo oltre a fare bene alla salute e a stimolare il metabolismo riducendo il grasso corporeo, rafforza anche la produzione di testosterone che a sua volta favorisce la crescita di peli e capelli;
  • Evitare situazioni stressanti: vivere una situazione stressante può infatti impedirti di dormire correttamente, inoltre riduce la produzione di ormoni;
  • Smettere di fumare: tutti conoscono i danni del fumo più comuni come il cancro ai polmoni e il rischio di infarto, ma pochi sanno che la nicotina può influire in modo negativo anche sulla salute della pelle e, in particolare, dei peli;
  • Usare prodotti e accessori per la cura adatti:  dato che ogni barba è diversa, anche le cure non sono uguali per tutti.

Per approfondire:

Come curare la barba

Mentre è abbastanza normale prendersi cura dei capelli, alcuni dimenticano di prestare attenzione alla barba. Sia che la abbiate corta, media o lunga, è invece indispensabile dedicarsi con estrema attenzione anche ai peli del viso.

Tuttavia, molti potrebbero sentirsi sopraffatti dai numerosi prodotti ed accessori per la cura della barba in circolazione. Fra i prodotti più comuni troviamo:

  • Schiuma;
  • Olio : ha lo scopo fondamentale di nutrire e idratare la pelle sottostante prima e dopo la rasatura;
  • Balsamo : serve ad idratare e nutrire la pelle ma ha anche un’azione modellante;
  • Cera per baffi: si tratta di un prodotto che non viene usato da tutti poiché la sua funzione è quella di modellare e dare forma;
  • Shampoo ;
  • Lozione dopobarba.

La scelta di quali prodotti per la cura della barba utilizzare dipende ovviamente dal sia dal tipo di barba che volete adottare, sia dal tipo di pelle.

Per quanto riguarda gli accessori troviamo:

  • Pettini e spazzole;
  • Rasoi;
  • Forbici.

Anche se tutte le barbe sono diverse quindi richiedono cure particolari, vi sono alcuni step principali che bisogna per forza includere in una corretta routine di cura. Ecco quali sono:

  • Lavaggio;
  • Idratazione;
  • Rifinitura;
  • Modellatura.

Per approfondire:

Smart Beard Spray

Uno degli “attributi” maschili più trendy del momento è sicuramente la barba. Pochi sanno però che per avere una barba folta e sana bisogna dedicare ai peli del viso la stessa attenzione che dedichiamo ai nostri capelli.

Uno dei migliori prodotti da utilizzare a questo scopo è Smart Beard Spray, una lozione opportunamente studiata per rafforzare il pelo e far crescere la barba più velocemente e in modo più omogeneo.

smart beard spray
Favorisce la crescita della barba!
Rende la barba morbida e liscia!
Acquisto

Questo prodotto può quindi essere utilizzato per trattare baffi, pizzetti e barbe in crescita, oppure già cresciuti, per conferire loro un aspetto più lucido e sano.

Lo spray deve essere semplicemente spruzzato sui peli del viso mantenendo il flacone a circa 15 cm di distanza. Per facilitare l’assorbimento, è sufficiente esercitare un leggero massaggio e la vostra barba diventerà immediatamente più morbida e liscia, rilasciando anche un gradevole profumo.

Essendo costituito solo da estratti vegetali (fra cui biotina, zinco e nicotinamide), Smart Beard Spray non presenta alcun tipo di controindicazione e può essere usato tranquillamente da tutti.

Il prodotto può essere acquistato solo su internet sul sito del produttore. Per approfondire:

Conclusioni

Ti è piaciuto il nostro articolo sulla barba? Abbiamo visto come è cambiata l’idea della barba nei secoli, com’è fatta, quanti tipi ci sono, come curarla e farsela crescere.

Leggi anche:

Domande frequenti sulla barba

Perché i peli sul volto sono considerati un attributo sessuale maschile?

I peli sul volto sono considerati un attributo maschile perché la loro crescita è dovuta al testosterone, l’ormone sessuale prodotto dall’apparato riproduttivo maschile.

Cosa differenzia i peli del viso dagli altri peli?

I peli del viso si differenziano dagli altri peli per la dimensione e collocazione dei follicoli. Follicoli grandi e collocati in profondità nella cute, producono peli più lunghi, spessi e pigmentati come appunto i capelli e i peli del pube e della barba. Follicoli più piccoli e superficiali producono invece peli più corti, sottili e chiari.

Quale caratteristica deve avere una barba per essere gradevole?

Una barba esteticamente gradevole dovrebbe dare il più possibile alla nostra mascella una forma ovale e solo leggermente arrotondata.

È vero che fare esercizio fisico fa crescere di più la barba?

Vero. L’esercizio fisico rafforza infatti la produzione di testosterone che a sua volta favorisce la crescita della barba.

Quali sono gli step fondamentali di cura della barba?

Gli step fondamentali sono lavaggio, idratazione, rifinitura e modellatura.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.