Capelli: la guida completa

Pubblicato: 16 Giugno, 2022 di Sara

Fini, folti, lunghi, corti, secchi, grassi, lucidi, opachi, chiari, scuri, mossi o lisci: questi sono solo alcuni degli aggettivi utilizzati per descrivere i capelli. Il motivo per cui c’è molta attenzione nei confronti di questa parte del nostro corpo è che la capigliatura è senza dubbio uno degli elementi di maggiore fascino e bellezza per una persona e, avere una chioma folta e sana, è sicuramente sinonimo anche di salute e benessere.

Nel corso di questa guida, dunque, analizzeremo tutto quello che c’è da sapere sui capelli, compreso come mantenerli belli e sani. 

A questo proposito, analizzeremo anche i nostri prodotti preferiti, alleati indispensabili nella cura della nostra capigliatura.

Infultus
Facile da usare
Effetto naturale
Acquisto
Foltina Plus
Stimolare i follicoli spenti
Interrompere la caduta dei capelli
Acquisto
Cutecat
Prodotto 100% naturale
Capelli perfetti e brillanti
Acquisto

Struttura dei capelli

Il capello è solitamente considerato una parte molto semplice del nostro corpo, ma in realtà la sua struttura è piuttosto complessa. Esso è costituito, infatti, da proteine solide saldamente intrecciate tra loro come la cheratina e per il resto da acqua, lipidi e pigmenti come la melanina. Al suo interno sono inoltre presenti vitamine e minerali come il ferro e lo zinco. Questa composizione rende il capello estremamente elastico e flessibile.

La parte più esterna del capello è chiamata “cuticola” ed è costituita da scaglie di cheratina molto dure fortemente connesse fra loro allo scopo di proteggere le parti più interne. Sotto la cuticola c’è la “corteccia”, dove troviamo anche i pigmenti di melanina, e sotto ancora il “midollo”, che a differenza degli altri due ha una conformazione molle.

Ciascun capello è ancorato alla nostra testa tramite la “radice”, la parte non visibile del follicolo pilifero, che si trova dentro la cute. La radice possiede al suo interno terminazioni nervose e vasi capillari che conferiscono vitalità al capello.

La porzione più interna della radice è detta “bulbo”, dove avviene la crescita vera e propria dei nuovi capelli, a fianco a cui si trova anche la ghiandola sebacea contenente il sebo, il materiale grasso che ha il compito di nutrire, idratare e proteggere il capello dalle aggressioni esterne.

Funzione dei capelli

La funzione dei capelli va ben oltre quella che si pensa. Oltre ad essere un attributo estetico, hanno lo scopo di proteggere il cranio dagli urti e di tenere sotto controllo la temperatura della testa.

In effetti, le nostre chiome possono essere paragonate in tutto e per tutto ad un materiale isolante ricco di intercapedini e umidità.

Questo spiega perché gli africani, che vivono in aree della terra molto calde, hanno una capigliatura più folta e scura perché devono difendersi dai raggi del sole ed evitare improvvisi aumenti di temperatura della scatola cranica.

Al contrario, svedesi, norvegesi e in generale tutti coloro che vivono in aree fredde hanno chiome più rade e sottili perché hanno bisogno di una minore protezione dagli sbalzi di calore esterni.

Colore e tipo dei capelli

Il colore dei capelli, così come quello degli occhi e della pelle, è determinato dalla melanina, il pigmento scuro che serve a difenderci dalle radiazioni ultraviolette. La quantità di melanina presente in ciascuno di noi è determinata geneticamente. Le persone con poca melanina hanno pelle e occhi chiari e colore dei capelli biondo o castano chiaro (fototipo 1, 2, 3). Quelle con più melanina hanno invece pelle e occhi scuri e capelli castani o neri (fototipo 4, 5, 6).

Anche il tipo di capelli, cioè l’avere i capelli ricci, ondulati o lisci, è un fattore determinato geneticamente. In particolare, è dovuto alla forma del follicolo pilifero: se orizzontale e asimmetrica, le vostre chiome saranno mosse, se invece è verticale e simmetrica, le vostre chiome saranno lisce.

Ma i follicoli non sono gli unici responsabili dell’arricciatura: anche la distribuzione della cheratina influisce sulla forma del capello. La cheratina, come il collagene, è la proteina di cui sono composti i nostri capelli.  Quando essa è distribuita in modo irregolare, la nostra chioma tenderà ad essere più riccia che liscia.

Bisogna anche dire che in verità nessuno di noi ha in testa solo capelli lisci o ricci, ma in genere la capigliatura è un misto di entrambi questi tipi. 

Perché i capelli diventano bianchi

Con l’età non solo la nostra pelle e i nostri organi interni, ma anche i nostri capelli invecchiano. La prima conseguenza di ciò è il diradamento: la produzione di cheratina e di collagene, proteine da cui dipende la struttura dei capelli, tende a diminuire, per cui i capelli diventano sottili e fragili. Inoltre, la radice del bulbo pilifero, in alcuni casi, si atrofizza, quindi smette di dare vita a nuovi capelli. La conseguenza di ciò è che, invecchiando, il numero di capelli per centimetro quadrato diminuisce. Gli esperti stimano questa perdita pari al 10% ogni 10 anni.

Ma col passare degli anni avviene anche un fenomeno piuttosto evidente ai nostri capelli che è impossibile non notare: diventano bianchi.

Questo dipende da una riduzione dell’attività dei melanociti, le cellule presenti nella radice che determinano la quantità di melanina o pigmento scuro nella corteccia del capello.  I melanociti della radice, dopo una certa età, diminuiscono o addirittura scompaiono. Ecco il motivo per cui invecchiando i nuovi capelli crescono bianchi.

Capelli cose da sapere

Ciclo di vita dei capelli

Il ciclo di vita dei capelli è composto da alcune fasi ben distinte che dipendono dal funzionamento stesso del follicolo pilifero. Quest’ultimo infatti si comporta in modo ciclico per cui alterna fasi di intensa crescita a periodi di stasi o riposo. Volendo scendere più nel dettaglio, possiamo dire che il ciclo follicolare da cui dipende la crescita dei capelli è diviso in 3 fasi:

  • Anagen, durante cui il follicolo si trova in piena attività proliferativa ed il capello cresce mediamente di 0,3-0,4 mm al giorno. La durata di questa fase di crescita varia dai 2 ai 7 anni ed è determinata da fattori genetici e dall’appartenenza di genere (nelle donne è in genere più lunga, ecco perché tendono ad avere i capelli più lunghi).
  • Catagen, in cui invece il follicolo cessa momentaneamente la sua attività proliferativa ed il capello non si allunga più. La durata di questa fase involutiva è molto breve, di solito intorno alle 2-3 settimane.
  • Telogen, in cui il follicolo viene completamente inattivato quindi non solo la crescita subisce una battuta di arresto, ma il capello muore e cade sotto la spinta del nuovo capello che sta nascendo. La durata media di questo periodo è di circa 3 mesi.

È importante notare che queste 3 fasi sono presenti in contemporanea sulla nostra testa in quanto, in condizioni normali, abbiamo:

  • L’85% dei capelli in fase Anagen;
  • Il 5% in fase Catagen;
  • Il 10% in fase Telogen.

Perché si perdono i capelli

La causa più comune di perdita di capelli è la calvizie ereditaria maschile o femminile, chiamata anche alopecia androgenetica. Questa condizione è in genere innescata da variazioni ormonali dovute a fattori genetici.

In altri casi, la caduta può verificarsi a seguito di un’interruzione del ciclo di crescita causata da malattie gravi, interventi chirurgici o eventi traumatici. Nel primo caso, si tratta di una condizione permanente, nel secondo invece la perdita dei capelli è solo temporanea.

Altre condizioni che possono determinare una riduzione del numero e dello spessore dei capelli sono:

  • La gravidanza;
  • La menopausa;
  • Alcune malattie della pelle come il Lupus o la Tigna;
  • Disturbi di tipo endocrino come le malattie alla tiroide;
  • Dimagrimento eccessivo o una dieta povera di proteine, ferro e altri nutrienti essenziali;
  • Shock emotivi molto forti come un lutto in famiglia;
  • Soprattutto per le donne, colorazioni o trattamenti ai capelli troppo aggressivi.

Infine, la perdita dei capelli può essere anche dovuta ai farmaci usati per trattare alcune malattie come:

  • Il cancro;
  • L’ipertensione;
  • L’artrite;
  • La depressione.

Cosa fare per avere i capelli più folti

Un’altra caratteristica distintiva delle nostre chiome è la densità, che si riferisce al numero di peli sulla testa. Se, guardandovi in testa, non riuscite a vedere chiaramente il cuoio capelluto, probabilmente i vostri capelli sono folti o densi. Se invece vedere chiaramente il cuoio capelluto anche senza separare i capelli, probabilmente avete una bassa densità di capelli.

Il numero di capelli che abbiamo in testa è determinato anche dal loro colore: le persone con capelli biondi, che sono più sottili, ne hanno in genere 150.000, quelle con capelli neri circa 110.000. Si calcola comunque che in via del tutto generale la densità dei capelli sia di circa 150 capelli per centimetro quadrato, ma può arrivare anche a 250 .

Tuttavia, come abbiamo visto sopra, ci sono molti fattori a partire dall’età che possono indebolire i nostri capelli e farli diventare meno folti. I rimedi da utilizzare per far diventare i capelli più folti dipendono ovviamente dal motivo per cui la chioma è diventata più rada e sottile.

Nel caso di calvizie ereditaria, chiamata anche alopecia androgenetica, la terapia prevede di solito l’utilizzo di medicinali a base di ormoni e, nei casi più gravi, interventi chirurgici quali l’ autotrapianto.

Quando invece la perdita dei capelli è solo un fenomeno transitorio e non permanente come nel caso della calvizie, è possibile porre un freno alla caduta modificando alcune abitudini. Fra queste quelle solitamente consigliate sono:

  • Lavare la chioma il meno possibile;
  • Limitare l’uso di phon, piastre e arricciacapelli troppo caldi;
  • Utilizzare detergenti, balsami e prodotti per lo styling non aggressivi;
  • Evitare trattamenti troppo aggressivi come colorazione con ammoniaca e permanete.

Anche l’alimentazione svolge un ruolo importante nel prevenire la caduta dei capelli. Avere una dieta troppo povera di proteine può, ad esempio, influire negativamente sulla produzione di cheratina, l’aminoacido naturalmente presente all’interno del capello che ne sostiene la crescita e la struttura.

Perché i capelli diventano crespi

Quando i professionisti dei capelli parlano di porosità, questo indica la capacità delle nostre chiome di assorbire e trattenere l’umidità. Se i nostri capelli sono molto porosi, significa che presentano molti buchi nel loro strato superficiale, chiamato cuticola. Sono questi fori nella cuticola a permettere l’assorbimento dell’umidità ed è proprio questo fattore a determinare la condizione di capelli crespi.

Il grado di porosità del capello dipende sia da fattori genetici che da fattori esterni. Sottoporsi a frequenti colorazioni o trattamenti chimici può, ad esempio, rendere la capigliatura più porosa del normale, aumentane così l’effetto crespo.

L’aspetto positivo dei capelli crespi, che, quindi, sono più porosi del normale, è che tendono ad assorbire molto di più le sostanze esterne, quindi possono essere facilmente trattati con maschere e altri prodotti cosmetici contenenti ingredienti come burri o oli che riescono a chiudere le cuticole, dando così al capello un aspetto più lucente e sano.

Cosa determina i capelli secchi

I nostri capelli hanno una lubrificazione naturale che contribuisce a renderli setosi e lucenti. Questa è basata su olii prodotti dalla stessa radice del follicolo pilifero. Queste sostanze, dette anche “sebo” perché prodotte dalle ghiandole sebacee, hanno anche il compito di trattenere il giusto grado di umidità presente nel capello.

Alcune volte, però, il cuoio capelluto non produce abbastanza olio per idratare le chiome. In altri casi, può accadere che le cuticole danneggiate da agenti esterni o trattamenti troppo aggressivi facciano fuoriuscire il sebo. Questo favorisce, a sua volta, la perdita di umidità e la comparsa di capelli secchi.

I motivi per cui si sviluppa secchezza della capigliatura sono quindi molteplici. Ad esempio, vivere in un clima arido oppure passare molto tempo al sole sono fattori ambientali che possono causare capelli secchi. Anche alcune pratiche di cura dei capelli come lavarsi la chioma troppo spesso o usare prodotti aggressivi possono avere questa conseguenza.

In alcuni casi, poi, i capelli secchi possono essere il risultato di un problema di salute che impedisce alla capigliatura di trattenere l’umidità. Fra questi troviamo:

  • Disturbi alla tiroide;
  • Anoressia e altri disturbi alimentari;
  • Sindrome di Menkes, che influisce negativamente sull’assorbimento del rame;
  • Malattie del sistema immunitario come l’AIDS.

Per quanto riguarda il trattamento, in genere questo comporta prima di tutto alcune modifiche alla routine di cura dei capelli vale a dire:

  • Lavare i capelli meno spesso (1 o 2 volte a settimana massimo);
  • Utilizzare acqua fredda anziché calda;
  • Usare uno shampoo apposito per capelli secchi;
  • Utilizzare un balsamo o una crema che aiuti le cuticole a rimanere chiuse trattenendo gli oli protettivi naturali;
  • Evitare phon, piastre, arricciacapelli, bigodini e tutto ciò che col calore può stressare ulteriormente ila capigliatura.

Oltre a questo, è molto importante proteggere la capigliatura dall’esposizione al sole per evitare gli effetti del fotodanneggiamento.

Prodotti per favorire la crescita e la salute dei capelli

Oltre ai rimedi fai da te contro la perdita dei capelli, esistono in commercio numerosi prodotti realizzati con ingredienti del tutto naturali che possono essere molto utili a favorire il rinfoltimento e la ricrescita delle chiome.

Fra questi, si sono rivelati estremamente validi le fiale e i prodotti a base di cheratina. Questa sostanza, come il collagene, è un tipo di proteina che compone i peli, la pelle e le unghie. La sua funzione è quella di proteggere le fibre, favorendo la chiusura delle squame e rendendo così la nostra capigliatura folta, sana e lucente.

L’uso di integratori o prodotti topici a base di cheratina di provenienza animale può contribuire a migliorare situazioni di alopecia allo stadio iniziale e le condizioni di caduta dovute a cause esterne. Fra questi vi segnaliamo Infultus, un prodotto che contiene scaglie di cheratina in polvere che si è rivelato molto efficace nel contrastare la caduta.

Infultus

Infultus è un prodotto anticaduta a base di cheratina. Il suo utilizzo è davvero molto semplice vista la sua formulazione in polvere. Inoltre, le fibre di cheratina sono caricate elettrostaticamente in modo da attaccarsi naturalmente al capello avendo così il modo di dispiegare fino in fondo i propri effetti.

Infultus
Facile da usare
Effetto naturale
Acquisto

Fin dalle prime applicazioni, i capelli appariranno più folti, grossi e sani e saranno anche maggiormente protetti dalle aggressioni esterne. Il diradamento apparirà subito meno evidente e cominceranno a spezzarsi e cadere di meno, conferendo alla vostra capigliatura un aspetto più pieno.

Il prodotto è disponile online in 5 colorazioni diverse per adattarsi alle diverse nuance delle vostre chiome.

Clicca qui per comprare Infultus al miglior prezzo

Foltina Plus

Foltina Plus è una vera e propria lozione anticaduta, appositamente studiata per contrastare la caduta temporanea dei capelli e ripristinare la densità e il volume naturale della nostra chioma.  Applicata regolarmente sul cuoio capelluto, è anche in grado di favorire la ricrescita dei capelli, nutrendo e rinvigorendo il bulbo dei follicoli ormai estinti.

Foltina Plus
Stimolare i follicoli spenti
Interrompere la caduta dei capelli
Acquisto

Il prodotto viene venduto in un pratico flacone da 75 ml con un dosatore spray che può essere utilizzato in qualsiasi momento della giornata, anche fuori casa. La sua formulazione completamente naturale a base di arginina, serenoa e fieno greco, lo rende adatto a qualsiasi tipo di cute e soggetto.

Clicca qui per comprare Foltina Plus a prezzo scontato

Cutecat

Cutecat è un integratore alimentare anticaduta per capelli che si presenta sotto forma di caramelle gommose che vanno bene per tutte le età, per tutti i generi e per tutte le tipologie di capelli.

Cutecat
Prodotto 100% naturale
Capelli perfetti e brillanti
Acquisto

L’utilizzo regolare di queste compresse masticabili ha la capacità di rimettere in funzione i follicoli deteriorati, donando nutrimento e agevolando la ricrescita dei capelli con maggiore ispessimento e lucentezza.

Il prodotto vista la sua particolare formulazione è estremamente facile da usare e privo di sostanze dannose. Gli ingredienti al suo interno (biotina, estratto di palma serenoa, olio di semi di zucca, Vitamine B3, B6 e B12) agiscono sul cuoio capelluto nutrendo in profondità la struttura della nostra chioma che così apparirà più lucida, folta e sana.

Clicca qui per comprare Cutecat al miglior prezzo

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine del nostro articolo sui capelli in cui abbiamo visto come sono fatti, cosa ne determina il colore e il grado di arricciatura, perché cadono o diventano bianchi e molto altro ancora.

Leggendo con attenzione avrete quindi compreso che avere una capigliatura folta e sana è una condizione su cui influisce tantissimo la genetica, ma su cui pesano anche le nostre abitudini quotidiane e la nostra alimentazione.

Per mantenere la propria capigliatura bella e in salute è fondamentale avere una corretta routine quotidiana di cura del capello e usare prodotti appositi in grado di influire sulla crescita e sull’aspetto dei capelli. Un esempio è Cutecat, l’integratore naturale che nutre in profondità la struttura dei capelli, rendendoli più lucidi, folti e sani.

Clicca qui per comprare Cutecat a prezzo scontato

Se l’argomento ti interessa leggi anche:

Domande frequenti sui capelli

Di cosa sono fatti i capelli?

I capelli sono formati da proteine solide saldamente intrecciate tra loro come la cheratina e per il resto da acqua, lipidi e pigmenti come la melanina. Al suo interno sono inoltre presenti vitamine e minerali come il ferro e lo zinco.

Qual è la funzione dei capelli?

I capelli hanno lo scopo di proteggere il cranio dagli urti e di tenere sotto controllo la temperatura della testa. In effetti, le nostre chiome possono essere paragonate in tutto e per tutto ad un materiale isolante ricco di intercapedini e umidità.

Da cosa è determinato il colore dei capelli?

Il colore dei capelli così come quello degli occhi e della pelle, è determinato dalla melanina, il pigmento scuro che serve a difenderci dalle radiazioni ultraviolette. La quantità di melanina presente in ciascuno di noi e determinata geneticamente.

Da cosa dipende avere i capelli ricci o lisci?

Avere capelli ricci o lisci dipende alla forma del follicolo pilifero: se orizzontale e asimmetrica, i capelli saranno mossi, se invece è verticale e simmetrica, lisci.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.