Cibi brucia grassi: quali sono e come funzionano

0

Assumere cibi brucia grassi è un “trucco” utilizzato da molti per dimagrire. In realtà, si tratta di un metodo che funziona solo se abbinato ad un regime dietetico ipocalorico e ad un’adeguata attività fisica, comunque  tanto vale dargli un’occhiata. Ecco quindi di seguito tutto quello che c’è sapere sui cibi brucia grassi.

Cibi che aiutano a perdere peso: fantasia o realtà?

Mangia meno grassi” è quello che ci viene detto ogni volta che dobbiamo perdere peso. Ed infatti, visto l’elevato apporto calorico, i cibi ricchi di sostanze grasse sono quelli più temuti da chi vuole dimagrire. Spesso, quindi, vengono eliminati dalla dieta o ridotti in modo molto drastico. Ridurre i lipidi per dimagrire, però, in molti casi si traduce in un aumento del consumo di altri macronutrienti, in particolare i carboidrati.

L’effetto in questo caso può essere disastroso. I carboidrati, infatti, vengono digeriti molto più velocemente dei lipidi quindi fanno aumentare il senso di fame, costringendoci a mangiare di più. Questo comporta un’assunzione incontrollata di calorie che anziché farci dimagrire ci fa ingrassare ancora di più, esponendoci a malattie legate al livello di zuccheri nel sangue come il diabete.

Dato che quindi non è possibile eliminare del tutto i lipidi dalla dieta, cerchiamo di capire come fare a bruciarli più rapidamente. Uno dei “trucchi” ovviamente è quello di svolgere regolare attività fisica scegliendo uno sport aerobico ad alta intensità  come la corsa, il ciclismo o lo sci. Altro trucco è quello di assumere cibi (o bevande) brucia grassi.

Molti di voi saranno scettici circa la reale efficacia di questi alimenti. In realtà, studi scientifici hanno dimostrato che, se assunti in modo appropriato e naturalmente a supporto di una dieta ipocalorica ben bilanciata, questi cibi possono portare ad un aumento effettivo del metabolismo che, a parità di calorie ingerite, ci fa bruciare molto di più facendoci davvero ridurre il peso complessivo.

Cibi_Brucia_Grassi

Alimenti e bevande brucia grassi quali sono

Ciò che contraddistingue ogni alimento dall’altro, oltre al contenuto calorico, è la particolare composizione chimica che non riguarda solo la composizione in grassi, proteine e carboidrati, ma anche la presenza di sostanze che possano influire, direttamente o indirettamente, sul nostro metabolismo.

I cibi brucia grassi in particolare hanno una composizione chimica che, in virtù di alcune sostanze, è in grado di dare un’accelerata al nostro metabolismo, facendoci quindi bruciare più calorie a parità di attività fisica svolta (calorie in uscita) e quantità di alimenti ingeriti (calorie in entrata)

Scopriamo quindi nelle righe che seguono quali sono gli alimenti e le bevande brucia grassi più popolari.

Aceto

L’aceto è un condimento tipico dell’area mediterranea che aiuta l’organismo a combattere il grassi.  In particolare, l’aceto di mele è un antico rimedio popolare con benefici per la salute basati sull’evidenza.

Numerosi studi hanno ad esempio evidenziato come l’assunzione di aceto possa contribuire a ridurre l’appetito e a favorire l’abbassamento dei livelli di zucchero nel sangue anche nelle persone affette da diabete di tipo 2. Inoltre, è stato scoperto che il componente principale dell’aceto, l’acido acetico, aumenta la combustione dei grassi e riduce l’accumulo di grasso della pancia.

Una ricerca condotta di recente su 144 uomini obesi che hanno aggiunto 2 cucchiai di aceto alla loro solita dieta ogni giorno per 12 settimane hanno perso circa 1,7 chilogrammi sperimentando anche una riduzione dello 0,9% del grasso corporeo.

Includere l’aceto nella dieta può, dunque, aiutarci a perdere grasso corporeo col minimo sforzo: è, infatti, sufficiente berne un cucchiaino al giorno diluito in acqua per poter beneficiare di questo effetto.

The verde

Il the verde è una bevanda che ha molte proprietà antiossidanti a patto che venga consumata entro un’ora dal momento di ebollizione. Questa particolare composizione lo rende un’ottima scelta per chi desidera avere una buona salute. Alcuni studi suggeriscono, infatti, che può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache e proteggere da alcuni tipi di cancro. Tra i suoi principi attivi c’è poi la catechina, un polifenolo fortemente capace di influenzare il metabolismo.

La presenza di catechina unita ad una moderata quantità di caffeina fa del the verde un alleato anche per chi vuole dimagrire.  Influendo, infatti, positivamente sul metabolismo, l’assunzione di questo tipo di the ci aiuta a bruciare più calorie a parità di movimento effettuato. Ci sono molte prove che lo confermano. In uno studio condotto su 12 uomini sani, il consumo di grassi durante una seduta su cyclette è aumentato del 17% in più in coloro che hanno assunto l’estratto di tè verde, rispetto a coloro che invece hanno assunto un placebo.

Bere pertanto da due a quattro tazze di tè verde al giorno può fornire una serie di benefici per la salute, tra cui un potenziale aumento della quantità di calorie bruciate.

Secondo taluni anche assumere altre bevande a base di caffeina come il caffè a patto di non soffrire di intolleranza alla caffeina potrebbe avere un effetto positivo sul nostro metabolismo, quindi sul perdere peso.

Peperoncino

Il peperoncino, da molti ritenuto una spezia, è in realtà un frutto o una bacca ottenuta da alcune varietà piccanti del genere di piante Capsicum e utilizzata come condimento.

Quello che tutti conoscono del peperoncino è ovviamente il suo sapore piccante. Ma i peperoncini possono fare molto più che aggiungere calore al cibo. I loro potenti antiossidanti possono, ad esempio, ridurre l’infiammazione e aiutare a proteggere le cellule dai danni. Contengono inoltre una sostanza, la capsaicina, che aiuta ad accelerare il metabolismo e quindi a farci consumare di più a parità di calorie introdotte.

Ma non è tutto, perché mangiare peperoncino ci fa sentire sazi più a lungo e più velocemente, riducendo così il bisogno di assumere cibo. Una grande ricerca basta sull’unione di circa 20 studi ha concluso che l’assunzione di capsaicina aiuta a ridurre l’appetito e può aumentare il numero di calorie bruciate di circa 50 calorie al giorno.

Per ottenere questo effetto benefico, è utile mangiare peperoncini interi o in polvere una o più volte alla settimana.

Mele e pere

Anche alcuni tipi di frutta sono in grado di bruciare i lipidi più velocemente. Fra questi ci sono sicuramente le mele e le pere. Anche se si tratta di alimenti che contengono zucchero naturale, hanno una bassa densità energetica e richiedono un po’ di tempo per essere masticati. Inoltre, il loro contenuto di fibre aiuta a impedire che lo zucchero venga rilasciato troppo rapidamente nel flusso sanguigno.

Essendo infine particolarmente ricche di acqua, il consumo di mele o pere alla fine di un pasto o come un veloce spuntino ipocalorico aiuta a sentirci sazi.

Pompelmo

Un frutto che merita di essere messo in evidenza fra i cibi brucia grassi è il pompelmo. I suoi effetti sul controllo del peso sono stati ampiamente studiati dai ricercatori e le conclusioni sembrano essere unanimi.

Ad esempio, una ricerca condotta per 12 settimane su 91 individui obesi, cui era stato detto di mangiare mezzo pompelmo fresco prima dei pasti ha evidenziato che questa pratica ha portato a una perdita di peso di circa un chilo e mezzo mantenendo inalterata la quantità di calorie assunte.

Pertanto, possiamo concludere che mangiare mezzo pompelmo circa mezz’ora prima dei pasti giornalieri ci aiuta a sentirci più sazi e a consumare meno calorie complessive. Questo anche perché le sue fibre essendo abbastanza consistenti ci impiegano più tempo per essere digerite.

Cocomero

L’anguria o cocomero è un frutto delizioso e rinfrescante che contiene solo 46 calorie per porzione ed è ricco di vitamina C, vitamina A, magnesio, potassio e molti composti vegetali sani.

Essendo inoltre molto ricco di acqua e avendo anche una piccola quantità di fibre, contribuisce a farci sentire sazi molto più velocemente e al tempo stesso ci facilita la digestione e il transito intestinale.

Il succo di anguria oltre ad essere idratante e dissetante sembra anche contenere una speciale sostanza, la citrullina, che riduce l’indolenzimento muscolare e dunque può essere dato agli atleti per migliorare le loro prestazioni e poter proseguire il loro allenamento più a lungo.

Il suo colore rosso denota infine la presenza di alcuni antiossidanti quali il licopene, un potente carotenoide che contribuisce a ridurre l’invecchiamento cellulare e a mantenere in salute gli occhi e la pelle.

Ananas

L’ananas è un frutto tropicale originario del Sud America. È ricchissimo di sostanze nutritive, antiossidanti come la vitamina C e altri composti che si rivelano estremamente utili a combattere l’infiammazione e le malattie.

In particolare, gli ananas contengono un gruppo di enzimi naturali noti come bromelina che hanno il potere di influenzare positivamente il processo digestivo. Il loro funzionamento è molto semplice. Non fanno altro che scomporre le molecole proteiche in piccoli peptidi. Una volta scomposte, le molecole proteiche sono assorbite più facilmente attraverso l’intestino tenue. Ciò può essere particolarmente utile per le persone con insufficienza pancreatica, una condizione in cui il pancreas non può produrre abbastanza enzimi digestivi.

Anche se l’ananas non ha un effetto significativo sul nostro metabolismo, è una buona scelta di snack perché oltre ad avere un basso contenuto di calorie, ha una un sapore dolce che soddisfa il palato al pari di un dessert.

Aggiungere una o due fette di ananas alla nostra colazione ci aiuta dunque a sentirci più sazi senza ingrassare, mentre mangiare ananas al termine del pasto favorisce la digestione delle proteine e riduce il senso di fame.

Conclusioni

Siamo arrivati al termine del nostro articolo dedicato ai cibi brucia grassi in cui abbiamo appreso come un “trucco” per dimagrire è quello di assumere alimenti e bevande la cui composizione chimica includa sostanze chimiche capaci di farci sentire sazi più velocemente e più a lungo oppure sia in grado di accelerare il nostro metabolismo facendoci bruciare più calorie a parità di calorie ingerire e attività fisica svolta.

Ti potrebbero interessare anche:

 

Domande frequenti sui cibi brucia grassi

Qual è la caratteristica dei cibi brucia grassi?

Questi alimenti detti brucia grassi possiedono una particolare composizione chimica che prevede la presenza di sostanze che possono influire, direttamente o indirettamente, sul nostro metabolismo.

Perché l’assunzione di alcuni cibi o bevande fa dimagrire?

I cibi brucia grassi hanno una composizione chimica che, in virtù di alcune sostanze, è in grado di dare un’accelerata al nostro metabolismo, facendoci quindi bruciare più calorie a parità di attività fisica svolta (calorie in uscita) e quantità di alimenti ingeriti (calorie in entrata)

A cosa si deve l’effetto dimagrante e brucia grassi dell’aceto, in particolare dell’aceto di mele?

Il componente principale dell’aceto, l’acido acetico, aumenta la combustione dei grassi e riduce l’accumulo di grasso della pancia.

Perché il the verde fa dimagrire?

Il the verde contiene catechina, un polifenolo fortemente capace di influenzare il metabolismo. La presenza di catechina unita ad una moderata quantità di caffeina fa del the verde un alleato per chi vuole dimagrire.

Perché mangiare cibi piccanti fa dimagrire?

Il peperoncino oltre ad essere buono contiene una sostanza, la capsaicina, che aiuta ad accelerare il metabolismo e quindi a farci consumare di più a parità di calorie introdotte.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.