Come dimagrire: tutto quello che c’è da sapere

0

Come dimagrire: probabilmente è una delle domande che chiunque almeno una volta nella vita può essersi posto. Al di là di metabolismi miracolosi di certe persone (spesso “odiati” dalle altre), è veramente difficile mantenere la linea nel corso degli anni.

Attenzione: quando parliamo di linea non facciamo riferimento ai fisici scultorei scolpiti dalle ore di sport e palestra, ma semplicemente di equilibrio nutrizionale che si riflette poi sull’aspetto fisico. Già da queste parole capiamo che l’aspetto fondamentale per dimagrire è l’alimentazione. Parafrasando il vecchio modo di dire “sei quel che mangi”, è innegabile che ciò che assumiamo nella nostra dieta va a definire la salute e l’estetica del nostro corpo.

Al giorno d’oggi esistono numerose scuole di pensiero sull’argomento, a volte anche in contrasto tra loro. Non ci dilungheremo nell’analizzare correnti alternative o sperimentali: la nostra intenzione è quella di affrontare il problema da un punto di vista universale, in modo da poter applicare la spiegazione alla maggioranza dei casi.

Come dimagrire velocemente

Tutti possono dimagrire, su questo non si discute. In maniera più o meno rapida, con uno sforzo maggiore o minore, in assenza di specifiche patologie chiunque può tornare al proprio peso forma con qualche accorgimento. Abbiamo parlato di alimentazione: questo perché il nostro stato di forma dipende per la maggior parte dai nutrienti che assumiamo.

Una dieta equilibrata permette non solo di dimagrire, ma anche di rinforzare il nostro organismo. Mangiare i cibi giusti nelle giuste quantità infatti ci farà sì perdere peso, ma questo significa anche che elimineremo i grassi (quindi colesterolo, prima causa di patologie cardiovascolari) e rinforzeremo il sistema immunitario.

Veniamo ora al punto: dimagrire velocemente, si può? Sì, però è fondamentale porre attenzione al mantenimento dell’equilibrio nell’apporto dei macronutrienti di base. Parliamo nello specifico di:

  • carboidrati
  • proteine
  • grassi

In ogni regime alimentare infatti è basilare mantenere proporzioni ben definite per ognuno di essi, in modo da non creare squilibri e carenze nutritive che potrebbero danneggiare l’organismo. Basti pensare alla dieta Dukan, fortemente sbilanciata verso l’assunzione di proteine: seppur molto diffusa, non è esente da critiche data la mancanza di grassi nel suo piano giornaliero. Dite no, quindi, a diete dimagranti improvvisate e affidatevi sempre al consiglio di un nutrizionista. Se invece volete solamente limare una dieta già ben impostata, su Internet è possibile trovare numerosi strumenti per il calcolo del vostro metabolismo basale.

Dimagrire velocemente: il segreto è nelle calorie

Ne abbiamo parlato in apertura e lo abbiamo citato di nuovo adesso: il metabolismo basale è ciò che determina il consumo di quello che mangiamo. Sappiamo che spesso a una persona in sovrappeso corrisponde un metabolismo lento e che per riattivarlo servirebbe implementare una routine di attività fisica.

Lo sport, oltre a rimettere in marcia il nostro “motore”, aumenta anche il consumo calorico. L’assunto di base da cui non si scappa è: per dimagrire bisogna consumare più di quanto si assume. Volendo rigirare il concetto: bisogna assumere meno di quanto si consuma. Due affermazioni che danno vita a due alternative:

  • serve fare attività fisica se non voglio variare il mio regime alimentare;
  • serve cambiare la mia dieta se non posso fare attività fisica.

Vediamo quindi che nel secondo caso, quello probabilmente più diffuso, dobbiamo regolare la nostra alimentazione impostandola su quello che si chiama deficit calorico. Quante calorie giornaliere servono per dimagire? La risposta è soggettiva, l’importante è avere alla fine della giornata un bilancio negativo tra calorie assunte e calorie consumate. Questo è l’unico modo per permettere al metabolismo di andare a bruciare le scorte energetiche presenti: gli accumuli di grasso.

La conclusione è semplice: maggiore il deficit, più veloce il dimagrimento. Serve però, come già detto, prestare enorme attenzione al mantenimento degli equilibri nutrizionali per non recare danni a noi stessi. Anche nel caso di allergie alimentari, nel percorso per dimagrire è sempre possibile compensare la carenza di certi nutrienti con alimenti sostitutivi o con integratori. Per questo motivo, come vedremo, esistono prodotti che possono aiutare, permettendo di ottenere ottimi risultati senza dover applicare un deficit troppo elevato.

Come dimagrire la pancia

La pancia è una di quelle zone che vengono coinvolte dal dimagrimento in maniera più lenta. Inoltre molto spesso, oltre ai chili di troppo, ci si mette anche il gonfiore addominale a ostacolare il raggiungimento della desiderata pancia piatta. Pertanto, oltre a implementare nella propria dieta dei cibi brucia grassi, è possibile agire in maniera mirata sulla zona con prodotti dedicati a eliminare questo problema.

Cibi a base di fibre sono fondamentali per regolarizzare l’intestino ed eliminare le scorie, mentre carbone vegetale e tisane al finocchio sono ottimi alleati per smettere di sentirsi come un palloncino. Da evitare assolutamente cibi che possono fermentare, come ad esempio i latticini, fritti e prodotti a base di farina non integrale. Anche la postura e lo stato d’animo, infine, influiscono sensibilmente sull’apparenza della fascia addominale.

Come dimagrire le cosce

Le cosce sono una zona che, soprattutto nel genere femminile, risentono in maniera particolare di ritenzione idrica e cellulite. Allo stesso modo reagiscono in maniera molto positiva all’attività aerobica, ideale per perdere cuscinetti e centimetri di troppo. Quando non è possibile, però, si può puntare anche qui in maniera convinta sull’alimentazione.

Spazio allora ai prodotti e alle tisane drenanti, associati a una dieta che preveda cibi a basso contenuto di sale e soprattutto il consumo di molta acqua ogni giorno. Se da una parte è stato smentito che bere acqua fa dimagrire, infatti, dall’altra è vero che la ritenzione idrica viene abbattuta sensibilmente quando il nostro organismo assume 2 litri di acqua al giorno.

Come dimagrire in faccia

Solitamente la faccia è la zona che prima viene coinvolta quando si inizia a dimagrire. Il viso e il collo infatti tendono a snellire prima rispetto alla parte inferiore del corpo, perché in queste ultime zone gli accumuli di grasso sono maggiori e più ostinati (non a caso in inglese vengono definiti “stubborn fat”).

Può capitare però di trovarsi in alcune circostanze in cui il volto, nonostante un dimagrimento generale, rimanga gonfio. I motivi possono essere tanti, dalla ritenzione idrica all’assunzione di alcuni medicinali (come nel caso delle terapie a base di cortisone). Valgono quindi gli stessi consigli dati per la zona delle cosce, che possono essere integrati con l’uso di specifiche creme cosmetiche rassodanti e con qualche esercizio mirato al dimagrimento facciale. Questi altro non sono che delle vere e proprie smorfie, mirate a stimolare i muscoli del volto e che possono contribuire in maniera sensibile allo snellimento.

Come dimagrire le braccia

Braccia magre, toniche e senza “tendine”: come fare? Intanto serve capire qual è la causa delle braccia grosse. Potremmo essere ancora in presenza di un problema di ritenzione idrica, oppure la circonferenza del braccio potrebbe essere influenzata da un grande strato di pelle in eccesso dopo un dimagrimento lampo.

Nel primo caso, i suggerimenti rimangono sempre quelli di unire alla dieta dei prodotti drenanti. Nel secondo, bisogna avere pazienza e costanza di integrare nella propria quotidianità degli esercizi fisici per tonificare. Dall’impiego di bande elastiche tra le mura di casa al frequentare una palestra, tutto può aiutare. Inoltre, bisogna sfatare il falso mito che fare pesi renda le braccia troppo mascoline. Un giusto programma di allenamento, infatti, consente di tonificare le zone interessate senza sviluppare in maniera eccessiva i muscoli, cosa per cui sarebbe richiesto un ben diverso tipo di sforzo.

Come dimagrire i fianchi

Fianchi e maniglie dell’amore sono una zona spesso complicata sia per le femmine che per i maschi. Nell’evoluzione del processo di dimagrimento, infatti, sono le aree che vengono attaccate per ultime e che richiedono la maggiore costanza. È qui che il grasso si accumula per primo quando si mette su peso, è qui che il grasso rimane fino alla fine quando si dimagrisce.

È difficile agire in maniera specifica sulla singola zona, al di là dei discorsi sul dimagrimento localizzato. I migliori consigli che potrete ricevere sono:

  • siate costanti nel portare avanti la vostra dieta ipocalorica;
  • lavorate sulla fascia addominale con esercizi che coinvolgano anche gli obliqui.

Non esistono trucchi o tecniche miracolose, serve costanza. Anche qui ovviamente si può integrare in maniera adeguata l’alimentazione, in modo da eliminare la ritenzione idrica che ostacola la vostra linea.

Come dimagrire in menopausa

Il controllo del peso in una fase come la menopausa è un argomento particolarmente complesso da affrontare e sul quale sono stati condotti numerosi studi. I cambiamenti che coinvolgono l’organismo femminile derivano dal calo progressivo della produzione estrogenica, che si riflette in maniera più o meno profonda su diversi apparati del corpo.

Serve pertanto prestare particolare attenzione perché in questa fase il dimagrimento dev’essere impostato su un regime alimentare studiato attentamente, unito a un programma di attività fisica altrettanto strutturato. Ciò è fondamentale perché entrambi gli aspetti devono essere attuabili e gli obiettivi raggiungibili. In questa condizione infatti il fallimento avrebbe conseguenze anche pesanti sulla stabilità emotiva della donna, innescando un processo fisiologico che finirebbe per aumentare il sovrappeso.

Molto può aiutare allora l’utilizzo di integratori drenanti, studiati per combattere il problema della ritenzione idrica. Eliminare i liquidi in eccesso infatti può contribuire alla perdita di peso, specie quando questo processo avviene insieme a una dieta adeguatamente impostata.

Come dimagrire in poco tempo: BB-Dren

Abbiamo visto fin qui come praticamente ogni zona possa risentire in maniera più o meno marcata della ritenzione idrica. Si tratta di una condizione che, al di là degli inestetismi che provoca (come la cellulite), ostacola un funzionale processo di dimagrimento.

Per questo motivo, soprattutto nelle fasi iniziali di una dieta, diventa molto utile trovare un prodotto che possa favorire l’eliminazione dei liquidi in eccesso. Tra i vari integratori che abbiamo avuto modo di recensire, vale la pena di provare BB-Dren. Basato sull’efficacia di mirtillo nero e succo di mela, questo prodotto totalmente naturale costituisce un valido aiuto nella lotta alla ritenzione idrica.

Date il tempo al vostro organismo di reagire positivamente a BB-Dren e vedrete la differenza: i liquidi in eccesso verranno eliminati e gli inestetismi della pelle inizieranno a sparire. La bilancia reagirà subito all’eliminazione dei liquidi accumulati e vedrete il vostro peso scendere. Come se non bastasse, presto inizierete a perdere anche peso “solido” (il tanto odiato grasso), perché le tossine che bloccavano il vostro organismo saranno state eliminate.

Come dimagrire in un mese: Keto Slim Fit

Nei casi in cui invece la ritenzione idrica sia già stata affrontata e il problema sia riuscire a smaltire gli accumuli di grasso, Keto Slim Fit può essere una valida soluzione. Adatto sia a chi deve perdere solo qualche chilo che a chi vuole impegnarsi in traguardi più importanti, questo integratore permette di accorciare sensibilmente i tempi del dimagrimento.

La chetosi infatti è un meccanismo metabolico scientificamente comprovato e se in condizioni normali l’organismo impiega due mesi a entrare in questa condizione, grazie a Keto Slim Fit il processo può essere addirittura dimezzato. I regimi di dieta chetogenica stanno prendendo sempre più piede in tempi recenti, grazie alla loro efficacia. Per questo motivo, ribadiamo che dimagrire in un mese si può, l’importante è farlo in maniera attenta e consapevole seguendo i consigli di un nutrizionista.

Come dimagrire in 4 settimane: Slimblack leggins

Slimblack leggings è un prodotto davvero innovativo finalizzato ad ottenere un dimagrimento rapido in alcuni punti critici, vale a dire pancia, cosce e sedere. In poco tempo è capace di snellire, rassodare e modellare il corpo di più e meglio di qualunque dieta o esercizio fisico.

L’azione snellente e rassodante di Slimblack leggins è assicurata grazie allo speciale “effetto sauna”. In altre parole, il pantalone, una volta indossato, è in grado di aumentare la temperatura del vostro corpo, aiutandovi a sudare e a bruciare così più grassi e calorie. L’effetto risulta ovviamente maggiorato dal movimento fisico: più vi muoverete, più quindi riuscirete a immagazzinare calore e a sudare di più.

A differenza di tutte le altre guaine snellenti, ha una forma anatomica a pantalone, per cui è in grado di raggiungere punti critici come l’interno cosce, i fianchi ed in glutei, rassodando e riducendo proprio lì dove c’è più bisogno.

Per una maggiore efficacia, il produttore consiglia di indossare Slimback leggins per almeno 3-4 ore al giorno. Questo non rappresenta assolutamente un problema in quanto può anche essere utilizzato anche sotto gli abiti di tutti i giorni. In questo modo potrete raggiungere i risultati sperati in meno di 4 settimane/ un mese.

Conclusioni

Tirando le somme, possiamo ribadire che dimagrire è alla portata di tutti. Esisteranno sempre reazioni soggettive a un dato percorso, che lo porteranno a essere più o meno efficace per una specifica persona. Per questo motivo ci sarà chi riuscirà a perdere 10 kg in un mese e chi magari avrà bisogno del doppio del tempo. Per lo stesso motivo, per questa varietà, esistono persone capaci di abbuffarsi senza prendere un grammo e altre che devono seguire una dieta ferrea per non prendere peso.

A prescindere da ciò, per ognuno esiste un percorso efficace, fondato sull’alimentazione e, nella misura possibile, sull’attività fisica. Che si tratti di fase iniziale o più avanzata, poi, non bisogna disperare se i risultati sembrano non arrivare. Costanza e regolarità sono le basi per il successo e, quando dovesse servire un aiuto in più, esistono numerosi integratori per le più disparate esigenze. Attenzione però: l’importante è fare affidamento su prodotti testati e naturali come quelli di cui parliamo nelle nostre pagine, per prevenire qualunque effetto collaterale e raggiungere i propri traguardi senza rischi.

Se volete altri consigli per dimagrire leggete subito:

Domande frequenti su come dimagrire

Come dimagrire velocemente?

Si può riuscire a dimagrire velocemente con un regime alimentare basato su un deficit calorico importante, a patto che venga mantenuto l’equilibrio nell’assunzione dei macronutrienti fondamentali e delle sostanze nutritive necessarie all’organismo. Per non esagerare con il taglio delle calorie, è possibile integrare la propria dieta con dei prodotti appositi che possono accelerare i risultati.

Come dimagrire la pancia, i fianchi e le cosce?

Tutte queste zone risentono in maniera intensa della ritenzione idrica, per cui potrebbe essere utile affidarsi a prodotti drenanti in modo da eliminare i liquidi in eccesso. In questo modo si perderanno i centimetri di troppo e verranno eliminate le tossine che ostacolano un naturale processo di dimagrimento.

Come dimagrire in faccia?

La soluzione per un viso più snello e asciutto risiede nell’utilizzo di prodotti drenanti per eliminare il gonfiore uniti alla pratica di esercizi mirati alla stimolazione dei muscoli facciali.

Come dimagrire le braccia?

Le braccia risentono in modo positivo dell’attività fisica e degli esercizi di tonificazione. Anch’esse possono essere coinvolte dalla ritenzione idrica, motivo per cui l’assunzione di drenanti rimane sempre un consiglio valido.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.