Macchie sulla pelle: Tipi, Cause e Trattamento

Pubblicato: Luglio 23rd, 2020 di Sara

Le macchie sulla pelle non sono altro che piccole o medie porzioni della nostra cute caratterizzate da un colore diverso (più chiaro o più scuro) rispetto al resto del corpo. In genere, la diversità cromatica è dovuta a differenze nei livelli di melanina, il pigmento scuro che si trova nello strato più esterno dell’epidermide.

cover plus tattoo
Copre tutti i tatuaggi, anche quelli scuri
Effetto nature
Acquisto

Tipi di macchie sulla pelle

Le macchie cutanee possono avere varie forme e dimensioni. Si differenziano in genere in base al colore. Ecco quindi che si possono distinguere almeno 2 diversi tipi di macchie della pelle:

  • Chiare: possono essere causate da molte condizioni diverse come infezioni fungine (tigna, mughetto o dermatite seborroica nei neonati), aggressioni esterne (eczema da contatto), eccessiva esposizione al sole oppure cause sconosciute. La vitiligine, ad esempio, è un disturbo della pelle che si verifica per motivi ignoti quando alcune cellule della pelle chiamate melanociti smettono di produrre melanina. La melanina è il pigmento che dona colore a pelle, capelli e occhi. Senza pigmento, si formano macchie bianche generalmente su entrambi i lati del corpo;
  • Scure: rientrano in questa categoria i nei, le lentiggini e altre macchie legate all’età. Anche e cicatrici dovute ad acne e brufoli o interventi chirurgici possono assumere una colorazione brunastra. Sono in genere dovute ad iperpigmentazione per eccessiva esposizione al sole o cambiamenti ormonali. Nei casi meno gravi possono essere schiarite con creme e sieri da banco a base di vitamina A, E o C.

Cause di macchie sulla pelle

Le cause che possono portare alla formazione di macchie chiare o scure dovute a ipopigmentazione o, al contrario, iperpigmentazione, possono essere collegate sia a problemi minori con conseguenze solo di tipo estetico che a condizioni mediche più gravi.

Fra questi possiamo citare:

  • Scottature solari;
  • Ustioni;
  • Esiti cicatriziali di tagli, interventi chirurgici, acne o rimozione di tatuaggi;
  • Smagliature;
  • Infezioni fungine come la tigna, il mughetto o la candida;
  • Malattie autoimmuni, come il Lupus eritematoso e la malattia di Graves;
  • Reazioni allergiche che provocano eczema (ad esempio la Dermatite da contatto);
  • Melasma, noto come maschera gravidica, che può formarsi sul viso della gestante a causa di cambiamenti ormonali;
  • Macchie mongoliche che sono macchie bluastre che possono apparire sul dorso di neonati e bambini piccoli
  • Alcune malattie della pelle, più o meno gravi, come la rosacea, la vitiligine, la dermatite o eczema, l’ulcera o dermatite da stasi, la cheratosi attinica dovuta a cellule precancerose e il cancro (carcinoma a cellule squamose o melanoma).

Trattamento delle macchie sulla pelle

Il trattamento delle macchie cutanee dipende ovviamente dalla causa o malattia sottostante. Nei casi meno gravi in cui la variazione cromatica è poco evidente e legata a problemi non gravi, sarà possibile intervenire con alcuni rimedi casalinghi. Ecco quelli più diffusi:

  • Creme da banco a base di vitamina A (Retinoidi);
  • Succo di limone o olio di ricino per schiarire le aree della pelle che si sono scurite;
  • Vitamina C per via orale, considerato un nutriente essenziale per la salute della pelle.

Nei casi più gravi, ma comunque non patologici come nel caso delle cicatrici, sarà possibile intervenire invece con dei veri e propri trattamenti medici quali:

  • Laser a luce pulsata
  • Creme per uso topico con retinolo da prescrizione
  • Peeling chimici con acido salicilico e acido glicolico

Trattamento delle cicatrici

Un discorso a parte merita il trattamento delle macchie dovute a cicatrice. Questo tipo di lesione includono:

  • Cicatrici da acne;
  • Ustioni;
  • Cicatrici da varicella;
  • Piercing all’orecchio
  • Esiti di intervento chirurgico o traumi.

Anche in questo caso è possibile ridurre le differenze cromatiche con creme da banco, oppure interventi più invasivi come il laser o la dermoabrasione dello strato superiore dell’epidermide. Tuttavia, in alcuni casi le cicatrici possono dare luogo a complicazioni quali cheloidi o cicatrici ipertrofiche che sono rispettivamente esiti cicatriziali a rilievo oppure rientranti nella pelle.

Questo tipo di situazioni richiedono ovviamente l’intervento di un medico. Il cheloide, in particolare, oltre che da una colorazione più scusa è spesso caratterizzato dalla presenza di tessuto cutaneo in eccesso nel luogo in cui si trova la cicatrice. Rimuovere questo tessuto non sempre è la scelta migliore perché in alcuni casi può riformarsi e diventare ancora più grande.

Il trattamento migliore per i cheloidi sembra essere la criochirurgia, chiamato anche crioterapia, procedura medica che consiste nel congelare la parte di tessuto a rilievo con azoto liquido. Il medico può anche raccomandare iniezioni di corticosteroidi dopo l’intervento chirurgico per ridurre l’infiammazione e ridurre il rischio di ritorno del cheloide.

È possibile prevenire le macchie cutanee?

Alcuni tipi di macchie della pelle come il Lupus non possono essere prevenuti poiché dovuti a cause genetiche oppure a malattie. Tuttavia, la maggior parte delle macchie scure o chiare che peggiorano l’aspetto della nostra cute possono essere prevenute con alcuni piccoli accorgimenti  di cura della pelle.

Nel caso ad esempio delle infezioni fungine sarà opportuno:

  • Evitare il contatto diretto con la pelle di altre persone che hanno un’infezione;
  • Pulire gli oggetti negli spazi pubblici, come del esempio le attrezzature da palestra, prima di usarli;
  • Non condividere oggetti personali, come coperte, spazzole per capelli o costumi da bagno.

Anche alcuni disturbi cutanei non infettivi, come l’acne o la dermatite, possono essere prevenuti ma le misure di prevenzione variano a seconda della condizione. Ecco alcuni suggerimenti per prevenire alcuni disturbi cutanei non infettivi:

  • Lavare il viso con un detergente delicato e acqua;
  • Usare regolarmente una crema idratante;
  • Fare bagni e docce non troppo lunghi;
  • Evitare il contatto con sostanze irritanti ed allergeni;
  • Proteggere la pelle dal vento, dal freddo e dai raggi solari;
  • Bere molta acqua e seguire una dieta sana.

Infine, usare una crema con fattore di protezione dai raggi UV adeguato al nostro fototipo ci permette non solo di evitare esperienze spiacevoli come scottature ed eritemi, ma anche di ridurre il rischio di incorrere in malattie molto gravi come il cancro della pelle.

Prodotti per rimuovere le macchie sulla pelle

Oltre ai rimedi casalinghi e ai trattamenti medici molto più costosi ed invasivi, è possibile rimuovere le macchie della pelle con alcuni prodotti a base di sostanze naturali dunque privi di effetti collaterali. Si tratta di creme, lozioni o cerotti ad applicazione topica contenenti ingredienti bio 100%. Ecco qui una selezione per tutto coloro che presentano questo tipo di problema.

cover plus tattoo
Copre tutti i tatuaggi, anche quelli scuri
Effetto nature
Acquisto

Cover Plus Tattoo

Si tratta di una crema camouflage ottima per coprire i tatuaggi dalla formulazione completamente bio. Il prodotto è adatto a qualsiasi tipo di pelle e può essere usata anche sul viso. È infatti priva di paraffina, parabeni e siliconi in grado di causare bruciori o irritazioni.

Si rivela efficace anche per nascondere le cicatrici.

Per approfondire, leggi anche:

Seborax

Questo siero dalla consistenza leggera si rivela altamente efficace contro comedoni e brufoli grazie alla sua formulazione a base di: Vitamina B3 o Niacinamide dalle forti proprietà antiossidanti e seboregolatrici; Acido Salicilico, cui è affidata invece una funzione sfiammante; Acido Ialuronico, sostanza già presente nella nostra cute che ha il compito di stimolare la produzione di collagene; Aloe vera, tè verde e camomilla, che insieme costituiscono il TCA Complex deputato a ridurre ogni tipo di imperfezione.

Per saperne di più leggi anche:

Elastix

Elastix è una crema 100% bio che si rivela efficace nel migliorare l’aspetto delle smagliature. La sua efficacia è legata alla presenza di ingredienti naturali altamente affini ad alcune sostanze già presenti nella nostra cute.

Essendo nutrita ed idratata in profondità la nostra epidermide diverrà immediatamente molto più liscia e compatta, le smagliature saranno meno visibili e anche i cuscinetti di grasso dovuti a cellulite ne beneficeranno.

I principi attivi presenti nel flacone da 200 ml sono: Collagene, Acido ialuronico, Elastina, Bava di lumaca, Estratto di Centella asiatica, Olio di mandorle dolci, Vite rossa e tè verde.

Per approfondire, leggi anche:

Conclusioni

Le macchie sulla pelle possono essere chiare o scure a seconda che siano dovute a ipopigmentazione o iperpigmentazione. Le cause sono le più disparate e, per fortuna, nelle maggior parte dei casi si tratta solo di un problema estetico privo di complicanze. Il trattamento dipende ovviamente dalla causa o malattia sottostante

Potrebbe interessarti anche:

Domande frequenti sulle macchie sulla pelle

Cosa sono le macchie sulla pelle?

Le macchie della pelle non sono altro che piccole o medie porzioni della nostra cute caratterizzate da un colore diverso (più chiaro o più scuro) rispetto al resto del corpo.

A cosa sono dovute le macchie cutanee?

In genere, la diversità cromatica tipica delle macchie cutanee è dovuta a differenze nei livelli di melanina, il pigmento scuro che si trova nello strato più esterno dell’epidermide.

Quali sono le cause di macchie sulla pelle?

Le cause che possono portare alla formazione di macchie chiare o scure sulla pelle possono essere collegate sia a problemi minori con conseguenze solo di tipo estetico che a condizioni mediche più gravi.

Quali sono i più comuni rimedi casalinghi per le macchie sulla pelle?

I più comuni rimedi casalinghi per le macchie sulla pelle sono le creme da banco a base di vitamina A (Retinoidi), il succo di limone o l’olio di ricino per schiarire le aree della pelle che si sono scurite oppure la vitamina C per via orale.

Qual è il trattamento migliore per le cicatrici?

È possibile ridurre le differenze cromatiche legate alle cicatrici con creme da banco, oppure interventi più invasivi come il laser o la dermoabrasione dello strato superiore dell’epidermide. In caso di cheloidi, il trattamento migliore sembra essere la criochirurgia, chiamato anche crioterapia, procedura medica che consiste nel congelare la parte di tessuto a rilievo con azoto liquido.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.