La prostata: cos’è? Funzioni, malattie e cure

Pubblicato: 27 Maggio, 2022 di Alessandro

La prostata è una ghiandola appartenente all’apparato uro-genitale dei mammiferi maschi. Parliamo di un organo fondamentale per la specie umana, dal momento che interviene in maniera preponderante nella funzione riproduttiva.

Al tempo stesso si tratta di una ghiandola che può dare luogo a diversi problemi, da semplici infiammazioni a problematiche più complesse. Nelle prossime righe cercheremo allora di approfondire tutto ciò che riguarda la prostata, dall’anatomia al funzionamento, passando alle patologie che possono coinvolgere quest’organo, per finire con qualche consiglio su come preservarne la salute.

Prostatricum Plus
Normalizza la minzione
Ripristina le funzioni erettili
Acquisto
Prostatricum Active
Normalizza la minzione
Ripristina le funzioni erettili
Acquisto

Prostata: anatomia e funzioni

Quella che prenderemo in analisi in questo articolo sarà la prostata dell’essere umano, specificando come per gli altri esseri viventi esistano sostanziali differenze in termini anatomici, chimici e anche fisiologici.

Da un punto di vista strettamente anatomico, la prostata dell’uomo è una ghiandola dalla forma piramidale piuttosto peculiare che può ricordare un imbuto. Le sue dimensioni in media sono di 4 cm di diametro alla base, per una lunghezza approssimativa di 3 cm. Con un peso tra i 10 e i 20 grammi, potremmo immaginare la prostata come una grossa castagna.posizionamento prostata

Al centro la prostata è divisa dall’uretra, il canale attraverso il quale l’urina presente nella vescica e il liquido seminale vengono espulsi. Ciò è possibile grazie all’incorporamento dei dotti eiaculatori ed alla presenza di muscoli che intervengono in maniera attiva sia nell’atto di minzione che nell’eiaculazione. La ghiandola quindi si trova esattamente sotto la vescica, posizionata davanti all’intestino retto.

La struttura della prostata è tradizionalmente suddivisa in 4 lobi: anteriore, mediano, laterale destro e laterale sinistro. In quanto a composizione, quest’organo è formato da due tessuti diversi, ognuno con la propria funzione. Troviamo infatti:

  • tessuto fibromuscolare, composto in parte da tessuto muscolare liscio (i muscoli che abbiamo definito deputati all’espulsione dei liquidi) e in parte da tessuto connettivo fibroso;
  • tessuto ghiandolare esocrino, individuabile come la parte più esterna e specializzato nella produzione di sperma.

Una volta capito come appare e come è fatta, è il momento di passare alla sua utilità: a cosa serve la prostata?

Le funzioni

A livello di conoscenza comune, pochi sanno come funzioni veramente la prostata e quali siano le sue funzioni. Di norma infatti se ne parla soprattutto associandola a determinate patologie o disturbi, scavalcando quelli che sono i suoi compiti fisiologici di base.

In condizioni di salute e quindi di funzionamento normale, la prostata si occupa di tre funzioni: vediamole nel dettaglio.

Funzioni della prostata

La prima è la funzione escretoria, che riguarda quindi la sintesi e la secrezione del liquido prostatico. Questo, nel momento dell’eiaculazione, attraversa l’uretra combinandosi ad altri liquidi secreti da altri organi. Gli spermatozoi, prodotti nei testicoli, si fondono quindi con il liquido prodotto dalla prostata. Quest’ultimo ne aumenta capacità di sopravvivenza e motilità una volta che entrano in contatto con l’apparato genitale femminile. Ciò da vita al liquido seminale, espulso durante l’eiaculazione dell’uomo. A livello di composizione, circa il 99% del totale è composto da liquido prostatico. Come se non bastasse, queste secrezioni permettono di proteggere anche l’ecosistema maschile grazie alla loro azione antibatterica.

La seconda funzione, strettamente correlata alla prima, è quella eiaculatoria: dagli omonimi dotti lo sperma si riversa nel canale uretrale per essere poi espulso, grazie all’intervento del tessuto muscolare che si contrae nel momento dell’orgasmo maschile.

Infine troviamo la funzione urinaria. Abbiamo visto come la prostata sia attraversata dall’uretra e sia posizionata al di sotto della vescica. Di conseguenza possiamo supporre che il corretto funzionamento dei due organi sia correlato. Quando subentra qualche problema, come nel caso dell’ipertrofia prostatica che porta la ghiandola ad allargarsi, la minzione potrebbe diventare difficoltosa o dolorosa per un restringimento dell’uretra. Ciò può derivare da cause sia fisiologiche, come l’avanzare dell’età, che patologiche.

Quali sono gli altri problemi che possono coinvolgere la ghiandola prostatica?

Leggi anche: Perdite di urina: Tipologie, Cause e Trattamento

Prostata: malattie

Ovviamente quando parliamo di problemi facciamo riferimento ad un ampio spettro di possibilità, il cui grado di gravità è altamente variabile. Allo stesso modo, anche la loro possibilità di presentarsi dipende da fattori specifici, dallo stile di vita alla predisposizione genetica.

La familiarità infatti è uno dei primi fattori ad essere tenuti in considerazione, analizzando la storia clinica dei membri della famiglia. A livello genetico è stato rilevato come anche l’etnia abbia una certa influenza, con una frequenza inferiore in quella caucasica. Per gli uomini inoltre l’obesità costituisce un forte fattore di rischio, aumentando le probabilità di sviluppare un tumore della prostata anche in età precoce. Infine troviamo l’età, dal momento che le patologie si manifestano nella maggior parte dei casi al di sopra dei 50 anni.

Cerchiamo di fare allora un breve excursus su quelle che sono le patologie principali della prostata, prendendo in considerazione le tre più note delle quali potremmo aver già sentito parlare.

Prostatite

Ad esempio, cosa si intende quando si parla di prostata infiammata? La prostatite è un’infiammazione della ghiandola prostatica, che avviene solitamente in seguito ad un’infezione di tipo batterico. La cura, in questi casi, prevede una terapia antibiotica. Alternativamente può essere provocata anche da traumi di una certa entità in corrispondenza del pube, che portano la ghiandola ad infiammarsi. Si tratta di una patologia piuttosto comune anche in età giovanile e si manifesta tramite dolore o bruciore durante la minzione, stimolo accresciuto, urine maleodoranti, dolore al basso ventre o nella zona perineale, anche durante l’eiaculazione.

Ipertrofia prostatica benigna

Troviamo poi la già citata ipertrofia prostatica benigna. Questa problematica si manifesta solitamente negli uomini over 50, in corrispondenza dell’ingrossamento della ghiandola. Probabilmente è la patologia più nota, che causa dolore o difficoltà nella minzione, associata ad uno stimolo frequente ed urgente. L’ipertrofia prostatica benigna, nota anche come BPH, viene curata attraverso una terapia farmacologica mirata al rilassamento del tessuto muscolare proprio della ghiandola oppure ad aumentare la sua capacità di contrarsi. In caso di insuccesso, al giorno d’oggi è possibile ricorrere all’intervento chirurgico.

Cancro della prostata

A livello percentuale, parliamo della patologia tumorale più frequente negli uomini. Si tratta ovviamente del problema più grave che può colpire la prostata, ma i progressi scientifici e medici ne hanno innalzato in maniera considerevole la soglia di sopravvivenza. Oggi infatti il cancro della prostata si può curare molto bene, soprattutto grazie a una diagnosi precoce.

In quest’ambito rientrano i discorsi sull’importanza dei test di screening e prevenzione, soprattutto negli uomini over 50. Nel suo stadio iniziale infatti questo tumore è prevalentemente asintomatico e può essere individuato solo attraverso controlli e test ematici specifici (come esami urologici e analisi dei livelli di PSA nel sangue). Esistono alcuni sintomi da tenere in considerazione come campanello d’allarme, anche se molti possono essere associabili anche alle altre patologie di cui abbiamo parlato. Assumono ancora più importanza allora le analisi mediche, in modo da individuare in maniera specifica il problema in questione.

Oltre alla chirurgia, che può asportare parzialmente o integralmente la ghiandola, esistono altri metodi d’intervento per agire sul cancro della prostata (come la crioterapia o l’innovativa brachiterapia). In altri casi ancora la patologia viene semplicemente monitorata per valutarne lo stadio di avanzamento, intervenendo solo nel momento del bisogno.

Le abitudini e i cibi salva prostata

Ci sono comunque alcuni consigli di tipo pratico che possiamo mettere in atto nella vita quotidiana per cercare di mantenere in salute la prostata. Ovviamente non si tratta di soluzioni infallibili, ma di modelli di condotta che possono abbassare sensibilmente i fattori di rischio.

Come abbiamo visto più volte in passato, la salute passa per l’alimentazione. Una dieta per dimagrire o di mantenimento ricca di fibre e di antiossidanti permette di rallentare il processo di invecchiamento cellulare. Puntiamo quindi su cibi che siano fonte di Omega 3 (come il salmone), su frutta e verdure fresche, cercando di favorire l’assunzione di grassi insaturi a discapito di quelli saturi. Anche alimenti ricchi di zinco (funghi, fagioli, mandorle, noci) sembrano essere utili nella prevenzione del tumore della prostata, così come il consumo di soia e di pomodori.

Anche l’attività sportiva contribuisce sensibilmente alla salute dell’organismo, con evidenze scientifiche che a una maggiore frequenza di sport corrisponde una minore quantità di PSA nel sangue. Mantenere il peso forma, quindi, con un giusto equilibrio tra massa grassa e massa magra, può spostare di molto l’asticella delle possibilità di sviluppare una patologia prostatica.

Infine è possibile confermare l’ipotesi per cui un buon livello di attività sessuale concorra ad abbassare i livelli di rischio. Un’eiaculazione frequente (stimata intorno alle 21 volte mensili negli uomini adulti) permette di mantenere puliti i dotti spermatici e intatta l’elasticità della muscolatura della prostata.

Prodotti per la prostata

Per mantenere la salute della prostata, esistono anche alcuni utili prodotti al 100% naturali. Scopriamoli insieme.

Prostatricum Plus

Prostatricum Plus è un integratore naturale che contiene serenoa, licopene, zinco ed echinacea. Questi ingredienti sono in grado di agire direttamente sulla prostata e sul sistema urinario, regolando la minzione e hanno un effetto antibiotico e purificante per ridurre l’infiammazione delle ghiandole prostatiche.

Prostatricum Plus
Normalizza la minzione
Ripristina le funzioni erettili
Acquisto

Dunque questo prodotto è in grado  di diminuire l’infiammazione causata dalla prostatite, migliorare la minzione, alleviare il dolore a livello della pelvi e ripristinare il funzionamento erettile. 

Clicca qui per comprare Prostatricum Plus al miglior prezzo

Prostatricum Active

Prostatricum Active è un integratore alimentare ideato per eliminare i processi infiammatori della ghiandola prostatica e dei disturbi urologici maschili che influiscono su tutte le cause della prostatite.

Prostatricum Active
Normalizza la minzione
Ripristina le funzioni erettili
Acquisto

Questo integratore è composto da estratto di saw palmetto, zinco, serenoa e lycopene. Questi ingredienti, combinati hanno un forte potere antiossidante e antinfiammatorio e limitano lo sviluppo dell’adenoma prostatico che causa ingrossamento della prostata.

Clicca qui per comprare Prostatricum Active al miglior prezzo

Conclusioni

In queste righe è emerso come la ghiandola prostatica abbia un ruolo veramente importante all’interno dell’organismo maschile. Oltre alla fisiologica funzione urinaria, la prostata assolve alla funzione riproduttiva, con un’azione fondamentale sull’efficacia degli spermatozoi.

Per questo motivo è importante salvaguardarne la salute, applicando modelli di prevenzione che sono alla portata di tutti nel quotidiano. Così facendo si abbasseranno notevolmente le probabilità di sviluppare patologie tipiche dell’apparato, da quelle meno gravi a quelle più temute. Ancora una volta, alimentazione, stile di vita sano e salute vanno di pari passo.

Anche alcuni integratori, al 100% naturali, possono essere degli importanti alleati per il corretto funzionamento della prostata.

Clicca qui per comprare Prostatricum Active a prezzo scontato

Potrebbero interessarti anche:

Domande frequenti sulla prostata

Che cos’è la prostata?

La prostata è una ghiandola propria dell’apparato uro-genitale maschile, posizionata davanti all’intestino retto, al di sotto della vescica e avvolge l’uretra.

Quali sono le funzioni della prostata?

Questa ghiandola assolve a tre funzioni principali: quella escretoria, quella eiaculatoria e quella urinaria. Attraverso queste tre viene garantito il corretto funzionamento dell’apparato, che ha un ruolo fondamentale nella funzione riproduttiva dell’uomo.

Quali sono le principali patologie della prostata?

Le più diffuse sono la prostatite, o prostata infiammata, l’ipertrofia prostatica benigna e il cancro della prostata. Quest’ultimo è la tipologia di tumore che colpisce con maggiore frequenza il sesso maschile ma fortunatamente al giorno d’oggi ha una soglia di sopravvivenza molto alta quando diagnosticato in fase precoce.

Quali sono i modelli comportamentali per prevenire problemi alla prostata?

Molto importante è tenere sotto controllo l’alimentazione, mantenere il peso forma e introdurre, per quanto possibile, una pratica sportiva costante. Anche un’attività sessuale frequente è stata correlata a una preservazione della salute della prostata.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.