Salute e cura della pelle: Perché è importante

0

La pelle è il primo strato di difesa contro il mondo esterno, è come una barriera che protegge il corpo dall’invasione di batteri e altri possibili rischi ambientali che possono essere pericolosi per la salute umana. La salute della pelle può anche darci importanti indizi sulla salute generale.
La nostra pelle è un organo vivo, esterno, visibile, soggetto a molteplici cambiamenti e quindi molto dinamico.

Essendo l’organo più esteso del nostro corpo, potendo essere colpito da problemi legati alla salute dell’organismo, dall’alterazione del comportamento delle cellule o da aggressioni esterne, avere una pelle sana non è solo un desiderio, è una vera e propria necessità. In  questo articolo cercheremo di capire come prendersi cura al meglio della nostra pelle in modo che, anch’essa, possa continuare a prendersi cura di te.

Cos’è la pelle

La pelle è l’organo più grande del corpo. È composto da tre diversi strati:

  • Epidermide: è lo strato esterno, che costituisce la vera copertura protettiva contro elementi ambientali come tossine, batteri e perdita di liquidi.
  • Derma: dieci volte più spesso dell’epidermide, è il tessuto portante della pelle e responsabile della sua elasticità e forza.
  • Ipoderma: è lo strato più interno e protegge il tessuto muscolare assorbendo e ammortizzando gli impatti grazie agli agglomerati “a tampone” di alcune cellule adipose chiamate adipociti. Inoltre isola il corpo dal freddo e dal caldo e immagazzina importanti nutrienti.

Salute e cura della pelle: Le funzioni della pelle

Non è importante prendersi cura della nostra pelle solo per motivi estetici. Tra le altre funzioni, quest’organo infatti:

  • Fornisce una barriera contro sostanze chimiche nocive, caldo e freddo, microrganismi dannosi e radiazioni solari.
  • Ci aiuta a mantenere l’equilibrio idrico del corpo.
  • È responsabile della corretta percezione di tatto, pressione, temperatura e dolore, attraverso i suoi recettori.

Tipi di pelle


Il tipo di pelle di ogni persona è determinato, soprattutto, dal tipo di fluido che le ghiandole sebacee e sudorifere, che la compongono, secernono per mantenerla umida.

Se questa secrezione è piuttosto acquosa, parleremo di pelle secca o normale. Se è grassa, sarà pelle grassa. Quando c’è un equilibrio tra questi fluidi, si parla di pelle mista.

Prendersi cura della salute della pelle

Ognuno di questi tipi di pelle richiede cure specifiche. Anche l’età, il sesso, i fattori ambientali e la fisiologia di ogni persona sono fattori determinanti per la scelta di un tipo di prodotto o trattamento cosmetico.
Inoltre, di fronte a problemi come l’acne, l’ipersensibilità, l’invecchiamento o patologie come l’atopia, le cure sono essenziali. Rivolgersi ad uno specialista, in questi casi, sarà fondamentale e di grande aiuto per una corretta cura del disturbo cutaneo.

Quando la pelle è sana?

Una pelle sana, in generale, si ha quando quest’organo funziona bene, in un contesto di benessere psicologico e sociale dell’individuo, e non solo assenza di malattie dermatologiche.

Quando la nostra pelle svolge adeguatamente le sue funzioni di organo barriera, di difesa immunitaria, attivatore della vitamina D, produttore di melanina, regolatore di temperatura, organo secretore, significa che è sana.

La pelle sana è il risultato che si ottiene quando si affrontano non solo i problemi biologici della salute cutanea, ma anche quelli psicologici e sociali e, soprattutto, quando l’individuo inizia una fase di potenziamento, un processo attraverso il quale le persone acquisiscono un maggiore controllo sulle decisioni e le azioni che andranno ad incidere indirettamente sulla salute della pelle.

Dunque avere una pelle sana è il risultato che otteniamo quando comprendiamo che non stiamo solo parlando di un concetto, ma di una realtà dinamica e misurabile. Che la nostra pelle vive una realtà in cui normalmente non è né completamente sana né completamente malata, adempiendo alle sue molteplici funzioni nei diversi gradi di malattia-salute.

Una pelle in salute è una realtà tangibile e in cui possiamo osservarne la sua idratazione (perché tutte le sue cellule si rinnovano correttamente, evitando un’inadeguata perdita d’acqua) e in cui le ghiandole producono un’adeguata secrezione protettiva; è luminosa, poiché i suoi strati superficiali si compattano ed evitano attacchi fisici o chimici nonché un assorbimento inadeguato delle sostanze. È sana perché vi è un‘assenza di infiammazione ed è omogeneamente pigmentata dalla corretta attività dei suoi melanociti.

Consigli per avere una pelle sana

In alcuni periodi dell’anno come ad esempio l’estate la pelle è generalmente più esposta a possibili danni, principalmente a causa di una maggiore esposizione alla luce solare del solito, nonché al contatto con acqua di mare o cloro nelle piscine. Allo stesso modo, i cambiamenti climatici e l’inquinamento ambientale agiscono come agenti dannosi per la pelle.

Tutto ciò rende il ritorno dalle vacanze un buon momento per sottoporsi ad un check-up cutaneo e, in caso di si riscontrino problemi, per iniziare una cura.
Una pulizia eccessiva può causare un’esagerata perdita di grasso negli strati esterni della pelle e causare dermatiti o accentuare la pelle secca. Una buona cura della pelle e la scelta di uno stile di vita sano possono aiutarti a ritardare l’invecchiamento naturale e prevenire vari problemi della pelle. A riguardo, di seguito, ti diamo qualche suggerimento.

Proteggiti dal sole

Uno dei modi più importanti per prendersi cura della pelle è proteggerla dal sole. Un’esposizione prolungata nel tempo può portare alla formazione di rughe, macchie sulla pelle e ad altri problemi della pelle, nonché a un aumento del rischio di cancro della pelle.

Per ottenere una protezione solare più completa:

  • Applicare la protezione solare. Usa una crema protettiva ad ampio spettro che abbia un fattore di protezione solare di almeno 30. Abbonda e riapplicala ogni due ore, o più spesso se nuoti o sudi. Mi raccomando, cerca di usare sempre una crema solare senza agenti inquinanti per i nostri mari.
  • Trova luoghi ombreggiati. Evita il sole tra le 12 e le 16, quando i raggi del sole sono più intensi.
  • Indossa indumenti protettivi. Proteggi la tua pelle con indumenti a maniche lunghe, pantaloni e cappelli.

Esfolia la pelle

Fai massaggi esfolianti o usa gel doccia contenenti particelle che favoriscono il processo di rinnovamento cellulare senza attaccare l’epidermide. Alcuni contengono acidi di alcuni frutti (alfa idrossiacidi) che aiutano a rimuovere le cellule morte della pelle. Questi acidi, possono irritare alcuni tipi di pelli, quindi dovresti smettere di usarle se noti segni di irritazione o arrossamento della pelle.

Esistono molti esfolianti sul mercato, quindi dovrai provare quale si adatta meglio alla tua pelle. Oppure, se vuoi, a partire da una miscela di olio d’oliva e sale marino grosso, puoi provare a fare il tuo scrub naturale homemade (ovviamente, non applicandolo su tagli o ferite).

Per ammorbidire le parti più ruvide della pelle, come ginocchia, gomiti e talloni, è possibile strofinare la polpa di avocado in queste aree. Sarà sufficiente una quantità della dimensione del palmo della tua mano.

Non fumare

Il fumo dona alla pelle un aspetto invecchiato e contribuisce alla formazione di rughe. Restringe i piccoli vasi sanguigni negli strati più superficiali della pelle, facendo diminuire il flusso sanguigno e impallidire la pelle.

Il fumo, inoltre, elimina ossigeno e sostanze nutritive che sono importanti per una buona salute della pelle. Tale sostanza, danneggia anche il collagene e l’elastina, le fibre che forniscono forza ed elasticità alla pelle. Inoltre, le espressioni facciali ripetute che fai quando fumi, ad esempio, increspando le labbra quando inspiri e strizzando gli occhi per espirare il fumo, possono contribuire alla formazione di rughe.

Infine, il fumo aumenta il rischio di carcinoma a cellule squamose. Se fumi, smettere è il modo migliore per proteggere la tua pelle e non solo.

Segui un’alimentazione salutare

Una dieta sana può aiutarti ad apparire e sentirti al meglio. Mangia frutta, verdura, cereali integrali e proteine ​​magre in quantità abbondanti. La relazione tra dieta e acne non è chiara; tuttavia, secondo alcune ricerche, una dieta povera di grassi malsani e carboidrati processati o raffinati può aiutare ad avere una pelle dall’aspetto più giovane. Bere molta acqua aiuta a mantenere la pelle idratata.

Fai attività fisica

L’elasticità e la tonificazione della pelle si perdono con l’età. Puoi cercare di mantenerle, però, facendo esercizio regolarmente. Un’attività moderata come lo yoga può essere benefico quanto l’esercizio muscolare più vigoroso. Quando ti alleni, aumenti il ​​flusso sanguigno verso la pelle, il che significa che la pelle riceve in modo ottimale nutrienti e vitamine essenziali. D’altra parte, l’esercizio tonifica i muscoli, il che aiuta a modellare la pelle.

Tratta la pelle con dolcezza

La pulizia e la rasatura quotidiana possono danneggiare la pelle. Prenditene cura delicatamente:

  • Limita la durata della doccia. Acqua calda e docce o bagni lunghi rimuovono gli oli naturali dalla pelle. Limita la durata del bagno o della doccia e utilizza acqua tiepida anziché acqua calda.
  • Evita saponi forti. Saponi e detergenti forti possono rimuovere gli oli naturali dalla pelle. Utilizza invece detergenti delicati.
  • Rasati con cura. Per proteggere e lubrificare la pelle, applica la crema da barba, lozione o gel prima della rasatura. Per una rasatura più “a pelle”, usa un rasoio pulito e affilato. Mi raccomando di radersi nella direzione in cui i peli crescono, non contropelo.
  • Asciugati tamponando con leggere pressioni. Dopo il lavaggio o la doccia, asciugati delicatamente la pelle con un asciugamano facendo una leggera pressione, in modo che rimanga un po’ di umidità sulla pelle.
  • Idrata la pelle secca. Se hai la pelle secca, usa una crema idratante adatta al tuo tipo di pelle. Per l’uso quotidiano, considera una crema idratante che contiene un fattore di protezione solare.

Controlla lo stress

Lo stress incontrollato può rendere la pelle più sensibile, causando sfoghi e acne o altri problemi della pelle. Per avere una pelle sana cerca di adottare misure adeguate per gestire lo stress. Dormi abbastanza, accorcia la tua lista di cose da fare e prenditi del tempo per fare ciò che ti piace. I risultati potrebbero essere più evidenti di quanto ti aspetti.

Fai la sauna

Facendoti sudare ed espellendo le impurità, la sauna aiuta a purificare la pelle. Migliora anche la circolazione. Ricorda che prima di una sessione di sauna non dovresti bere alcolici o aver consumato un pasto pesante.
Le persone anziane o quelle con disturbi cardiaci, respiratori o cronici dovrebbero evitare le saune. Dentro la sauna è consigliabile mantenere una temperatura piacevole e se durante la sessione ti senti male o hai vertigini, esci subito, bevi molta acqua e stai seduto per un po’. Se i sintomi non scompaiono, consulta un medico.

Conclusioni

I principi del prendersi cura della propria pelle si basano, in buona parte, sul buon senso. Si consiglia di mantenere un’igiene regolare per rimuovere le impurità, ma evitare di lavarsi troppo spesso, poiché potrebbe arrecare danni all’umidità e alle sostanze impermeabili della pelle. Se è secca o tira, puoi usare un umidificatore o una crema idratante più grassa (se sei incline all’acne, è meglio applicarne una non grassa).

Evita il più possibile lo stress, mantieni una dieta sana e bevi acqua quando hai sete. Infine, proteggi la tua pelle dalla sovraesposizione alle radiazioni solari con un berretto, indumenti adeguati e con una crema solare. La salute  e cura della pelle dipende da questo e molto altro.

Leggete anche:

Domande frequenti su salute e cura della pelle

Lo stato della nostra pelle è sintomatico di problemi di stress?   

Certo, lo stress, se non tenuto sotto controllo, può rendere la pelle più sensibile, causando sfoghi e acne o altri problemi della pelle.

È necessario applicare la protezione solare anche se non al mare d’estate?

I danni che provocano i raggi solari, ovunque e in qualsiasi stagione (certo, maggiormente d’estate), ci impongono la necessità di applicare sempre una crema solare con fattore protettivo almeno di 30.

Come si idrata la pelle?

Dovrebbero essere utilizzate sostanze idratanti, che ripristinino l’acqua della pelle, agendo negli strati profondi, a livello del derma. Possono essere applicate creme formulate con lanolina e oli vegetali (sono sostanze semplici) o sostanze attive, come vitamine, sali e minerali (sostanze composte). Si consiglia di utilizzare creme idratanti semplici dall’età di 20 anni e iniziare con i composti dall’età di 30 anni.

L’alimentazione è importante per la salute della pelle?

Dovrebbero essere utilizzate sostanze idratanti, che ripristinino l’acqua della pelle, agendo negli strati profondi, a livello del derma. Possono essere applicate creme formulate con lanolina e oli vegetali (sono sostanze semplici) o sostanze attive, come vitamine, sali e minerali (sostanze composte). Si consiglia di utilizzare creme idratanti semplici dall’età di 20 anni e iniziare con i composti dall’età di 30 anni.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.