Come rassodare i glutei, i suggerimenti per un lato B da urlo

0

Glutei perfetti e lato b da urlo, una combinazione sognata da qualsiasi donna. Ma qual è il simbolo della perfezione? Non ne esiste uno in particolare, forse ognuno ha il proprio. Tutte però sono accomunate da una caratteristica: natiche sode e ad effetto push-up. Qualcosa solo da sognare oppure che si può realizzare senza ricorrere ai ritocchini della chirurgia?

Avere dei glutei in forma è possibile. È un obiettivo ambizioso ma di certo non impossibile da raggiungere. Come rassodare i glutei in modo naturale? Si parte con un regime alimentare corretto, uno stile di vita sana e un buon esercizio fisico, quello che non può mai mancare per un colpo scolpito.

I glutei sono uno degli emblemi della bellezza e del corpo femminile. Ma se per alcune rappresentano una forza e una carta da giocare, per altre, invece, possono essere un ostacolo e un elemento da tenere nascosto e poco in vista.

xpower
Facile da utilizzare!
Tecnologia Brevettata!
Acquisto
pushup formula
Stimola il rinnovamento delle cellule delle ghiandole!
Rende il seno più bello e più rotondo!
Acquisto
x-legins push up
Vita alta, contorna le tue curve!
Asciugatura rapida, traspirante e non trasparente!
Acquisto
vibro snell
Massaggiatore ideale per cosce, ...!
... glutei, schiena, ventre, braccia, gambe!
Acquisto
slimblack
Aiuta a perdere peso bruciando i grassi!
Design elegante!
Acquisto

Vediamo dunque come fare per rassodare i glutei in modo naturale e soprattutto fai da te, senza andare in palestra, seguire diete snervanti e ricorrere alla chirurgia. Avere un alto B da urlo è possibile e anche in modo economico. Serve però una parola chiave: la costanza.

Glutei, come sono fatti

Parlare dei glutei perfetti ha poco senso. Ognuno ha un modello di perfezione diverso a cui aspira. C’è chi preferisce il fondoschiena “a mandolino”, chi sporgente, chi lo desidera tondo, chi invece piccolo e sodo. Insomma i desideri sono diversi. Ma prima di capire come prendersi cura del lato B, su come lavorare, su quali zone puntare e ottimizzare le risorse fai da te, vediamo come sono fatti i glutei.

La zona del sedere è caratterizzata da muscoli e tessuto adiposo sottocutaneo. Questo permette ai glutei di essere allenati e tonificati andando a focalizzarsi proprio sui muscoli e sul loro lavoro. Sono abbastanza facili da gestire con l’esercizio fisico che permette di ridefinire il volume e il tono.

Per cercare di correggere la forma del lato B e rassodare i glutei bisogna concentrarsi sui muscoli specifici dell’area. In primis il grande gluteo che ricopre la parte posteriore del bacino e dona la forma al sedere, ma da non tralasciare ci sono il medio e il piccolo gluteo, che si collocano più in alto e di lato e nella parte sottostante della zona.

Ma senza dubbio ci sono altre cose a cui bisogna fare attenzione. In primis alla massa adiposa che non è mai né bella e né facile da eliminare. E poi c’è un’altra grande nemica delle natiche che è la cellulite. È uno degli inestetismi più diffusi ma anche uno dei più odiati nelle donne che si manifesta proprio nella zona tra i glutei e le cosce. Anche se spesso si tratta di forma genetica è possibile combattere la pelle “a buccia d’arancia”. Per la cellulite ci sono diversi rimedi naturali che si rivelano potenti ed efficaci, tutti da provare.

Come rassodare i glutei, perché questa zona è importante

Avere dei glutei sodi non è fondamentale solo per una silhouette perfetta con forme da urlo che fanno impazzire il genere maschile. Avere un lato b sodo e tonico è fondamentale anche per il corpo stesso e per i movimenti che è chiamato a fare.

I glutei, infatti, sono fondamentali per diversi movimenti che scandiscono la quotidianità. Si utilizzano, infatti, per alzarsi dalla sedia, salire su gradini abbastanza alti, raccogliere oggetti pesanti da terra. E poi ancora per camminare in salita, ma soprattutto sono indispensabili per sostenere la schiena. Il sedere, inoltre, contribuisce alla stabilità del corpo perché non solo protegge la schiena ma dona anche una postura elegante e ben tenuta.

Ecco perché non è questione solo estetica avere dei glutei alti, che siano attivi e rettivi alle sollecitazioni della vita.

Prendersene cura diventa dunque chiaro e indispensabile prima che sia troppo tardi e senza rimandare di giorno in giorno l’allenamento, ma anche l’alimentazione e una vita che non sia troppo sedentaria. Queste linee andrebbero seguite a tutte le età perché il alto B, è soggetto a problematiche diverse. con il passare degli anni. Non solo cellulite ma anche flaccidità, con una zona molle e cadente che comincia a comparire intorno a 40 anni.

Sì dunque alla cura del sedere fin da giovanissimi per non correre poi ai quando è troppo tardi.

Come rassodare i glutei

Come rassodare i glutei, l’alimentazione

Per avere glutei sodi è importante fare attenzione a cosa mangiare. Allenamento e alimentazione è un mix che non può essere mai abbandonato. Perché non si può pesare di rassodare i glutei con l’esercizio fisico senza seguire una dieta indicata. E allo stesso tempo non si può sognare di avere glutei sodi in poco tempo affidandosi solo ad una dieta miracolosa. Come ogni buona linea che si rispetti è indispensabile calibrare le due cose, unite anche ad altre buone abitudini che aiutano il corpo a riprendere una forma più scolpita.

Per tonificare il corpo o alcune sue parti specifiche è indispensabile allenarsi correttamente e mangiare bene. Per definire al meglio i glutei ci sono di certo alcuni alimenti che aiutano a mantenere la zona più in forma e che è consigliato inserire in una dieta mirata. Primi tra tutti i cibi ricchi di proteine, come quelli ricchi di grassi sani.

Ma nello specifico, per avere glutei sodi cosa bisogna mangiare? Innanzitutto non può mancare la carne che dona un grande apporto di proteine, ma sono importanti anche uova, pesce e riso, tutti cibi proteici. Come sempre è sconsigliato esagerare.

Da non trascurare anche l’uso di olio extra vergine d’oliva, quello puro ma anche da ritrovare in avocado e noci, per i grassi sani necessari per la salute dell’organismo. Anche il pesce ne contiene tanti. E poi ci sono frutta e verdura, indispensabili, da mangiare in mille modi diversi, non solo al naturale ma anche in padella o in ottimi frullati o centrifugati.

Impossibile non citare l’acqua, fondamentale per una buona idratazione. Non solo serve per compensare l’apporto stesso dell’organismo ma facilita l’eliminazione della cellulite.

Come rassodare i glutei, alcuni suggerimenti

Oltre quanto detto fino ad ora ci sono altri suggerimenti molto interessanti che aiutano a rassodare i glutei. Piccoli trucchi e consigli da applicare giornalmente che uniti all’esercizio fisico e ad una dieta equilibrata, risultano essere efficaci per avere un lato B da urlo.

Molto utili sono i massaggi, da fare magari con l’olio di mandorla. Basta massaggiare le natiche con le mani aperte e creare dei cerchi che si aprono verso l’esterno.

A questi si possono unire creme specifiche che aiutano a mantenere alti i glutei. È sempre bene preferire quelle a base naturale con olii vegetali.

Per trattare la pelle di questa zona, inoltre, si possono fare dei trattamenti esfolianti. Tutto in modo naturale grazie all’uso dei fondi di caffè e degli olii essenziali grazie ai quali la pelle diventa più morbida e il flusso sanguigno si rivitalizza.

Come rassodare i glutei, l’allenamento perfetto

Come abbiamo detto l’allenamento è una di quelle carte che non possono mancate nella partita che ogni donna gioca con il proprio lato B per vederlo sodo e tonico. Per avere dei buoni risultati è essenziale allenare tutti e tre i muscoli che compongono i glutei ma, in particolar modo, il grande gluteo. È il muscolo più forte e grande e per questo ha bisogno di essere seguito. Questo non significa che gli altri due debbano essere messi da parte, anzi. Serve un’azione combinata e mirata per tonificare i glutei.

Ci sono alcuni esercizi specifici che agiscono sul fondoschiena e allenano in modo mirato i muscoli che lo compongono. Alcuni come lo squat o gli affondi proprio non possono mancare nel circuito di allenamento casalingo per avere natiche sode ed alte.

Come rassodare i glutei, gli esercizi per un lato B perfetto

Per tenere i glutei in forma, ben definiti, sodi e compatti senza andare in palestra, è essenziale eseguire a casa alcuni esercizi mirati. Questi non possono mancare nella routine settimanale.

Non serve allenarsi in modo stressante tutti i giorni. Bastano tre volte a settimana eseguendo gli esercizi in modo attento e preciso. Il motivo? I muscoli per rassodarsi hanno bisogno di riposo. Alternando i giorni, dunque, i risultati non tarderanno ad arrivare.

Squat

Tra li esercizi che aiutano ad avere un lato B perfetto gli squat sono senza dubbio i migliori. Lo squat è il re di tutti gli esercizi che aiutano a tonificare i glutei, essenziali e insostituibili in qualsiasi circuito che si rispetti. Aiutano a tonificare le gambe ma anche e soprattutto le natiche. Bruciano le calorie ed eliminano la cellulite. Sono un vero toccasana.

Gli squat non sono difficili da eseguire ma sono veramente molto efficaci. Si parte in posizione dritta, e con le gambe divaricate, portando i piedi in linea con la larghezza delle spalle. Si tengono gli addominali contratti e la schiena dritta. Così si scende verso il pavimento portando il sedere all’indietro. Si piegano le ginocchia, quasi come se ci si stesse sedendo. Più il bacino va a fondo e migliore è la riuscita dell’esercizio. Poi si torna alla posizione iniziale e si ripetete il movimento almeno dieci volte.

Perfetto sarebbe eseguire tre serie consecutive. Forse all’inizio può sembrare difficile ma, prendendo confidenza sarà sempre più immediato. Questo è lo squat base che si esegue a corpo libero. Grazie all’allenamento e al passare del tempo si può intensificare l’esercizio. Come? Con l’uso dei pesi oppure saltando.

Sollevamento del bacino

Il sollevamento del bacino è un altro di quegli esercizi must per rassodare i glutei. Si parte sdraiati per terra, in posizione supina e le braccia che scendono lungo il corpo. Si piegano le gambe in modo che i piedi restino fermi a terra, a contatto con il pavimento. Si alza il bacino verso l’alto, il più possibile, lasciando le spalle attaccate a terra e senza inarcare la schiena. Si mantiene la posizione per qualche minuto e si torna a terra, senza far toccare il sedere al pavimento. Si ripete per 10 volte per almeno tre serie consecutive.

Anche questo è un esercizio che non richiede una tecnica specifica, facile ed immediato ma che se fatto bene regala grandi risultati. Anche questo movimento può essere intensificato con l’uso di un elastico che va da sotto i piedi e si ferma all’altezza della pancia.

Affondi

Gli affondi, altro grande cult per l’allenamento dei glutei. Questo tipo di esercizi allena contemporaneamente tutti e tre i muscoli che compongono i glutei. Si pare in piedi con gambe e piedi leggermente divaricati. Schiena dritta e si fa un passo in avanti, abbassandosi e piagando la gamba che va in avanti a 90 gradi. Anche quella che resta dietro farà lo stesso. Il piede che si porta in avanti resta fermo al pavimento, quello di dietro flette ma non stacca mai la punta da terra. Si torna indietro e si ripete l’esercizio con l’altra gamba.

È un movimento alternato e per questo è necessario stabilità ma anche coordinamento. Anche in questo caso si ripete per 10 volte l’esercizio per tre serie consecutive.

Estensioni delle gambe

Anche le estensioni delle gambe sono consigliatissime in un circuito di allenamento per i glutei. Si possono realizzare in diversi modi.

Ci si posiziona a quattro zampe a terra, poggiando ginocchia e mani e schiena dritta. In questo modo, con la testa dritta che guarda in avanti, si portano, in modo alternato, le gambe indietro, senza inarcare la schiena, e si torna alla posizione iniziale.

O ancora restando a terra, ci si scende sul pavimento, sdraiati su un fianco e ci si sorregge sull’avambraccio. Tenendo il corpo dritto, le gambe distese, si porta in alto la gamba che si trova sopra, muovendola dai fianchi fino più alto che si può. I fianchi restano dritti. Si esegue per 10 volte per lato, almeno due serie.

Conclusioni

Queste che abbiamo elencato fino ad ora sono delle linee generali che si dimostrano efficaci e soddisfacenti. Ma per avere dei risultati mirati è bene rivolgersi anche a dei professionisti che aiutano a pianificare al meglio attività fisica e l’alimentazione corretta per una strategia che sia il più possibile tagliata sul proprio corpo e sulle proprie esigenze. Perché è importante ricordare che ci vuole sempre costanza e sacrificio.

Leggi anche:

 

 

 

E’ possibile rassodare i glutei in modo fai da te?

Sì, è necessario saguire un’alimentazione proteica, degli esercizi mirati e altre buone abitudini quotidiane.

Quali sono queste abitudini quotidiane?

Fare dei massaggi sulle natiche, usare creme naturali specifiche, eseguire trattamenti esfolianti e non condurre una vita sedentaria.

Per l’alimentazione, invece, cosa è consigliato mangiare?

Cibi ricchi di proteine come carne, uova, riso e pesce. Importanti sono anche i grassi sani e le vitamine che si trovano in frutta e verdura. Indispensabile bere molto.

Quali sono gli esercizi che rendono i glutei sodi?

Gli squat, quelli base e quelli intensificati con i pesi; gli affondi, il sollevamento del bacino e le estensioni della gambe. Tutti da eseguire tre volte a settimana

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.