Come avere denti bianchi

0

Un sorriso bianco e luminoso è considerato sinonimo di bellezza e salute. Purtroppo, però, ci sono molti fattori che possono minacciare i nostri denti bianchi. Per fortuna, abbiamo anche numerosi modi che ci permettono di migliorare l’aspetto dei nostri denti, rimuovendo le macchie gialle o brune che si possono formare. In questo articolo parleremo quindi di come si formano le macchie sui denti e quanti e quali modi utilizzare per rimuoverle.

dentapulse
Riduce notevolmente la comparsa di cavità!
Pulizia e sbiancamento progressivi!
Acquisto
ibright
Sbarazzati di macchie di caffè, tè e sigarette!
Guadagna un sorriso accattivante!
Acquisto
denta seal
Elimina i difetti iniziali della carie!
Ripara le microfessure e i micropori sui denti!
Acquisto

Qual è il vero colore dei denti?

Vi siete mai chiesti quale sia il colore naturale dei denti? Erroneamente, infatti, molti pensano che sia bianco, ma in realtà non è così.

I denti naturali hanno invece una colorazione che va dal bianco avorio o giallo chiaro. Lo smalto, che è il rivestimento più esterno dei denti, ha infatti una colorazione bluastra che lascia affiorare la tonalità gialla della dentina, che è lo strato immediatamente successivo.

Quando, però, lo smalto è molto danneggiato a causa di usura, eccessivo strofinamento con lo spazzolino o continuo contatto con sostanze irritanti come i succhi gastrici nel caso di persone che soffrono di reflusso, i denti bianchi possono diventare completamente gialli o macchiati.

Un colore bianco lucido come quello di un foglio di carta o di un gessetto non è comunque un colore naturale per i nostri denti ma probabilmente il frutto di tecniche di sbiancamento professionale dei denti a base di perossido di idrogeno o raggi laser.

Come si formano le macchie sui denti

Come abbiamo visto sono tanti i fattori che possono determinare la comparsa di macchie e denti gialli più del normale. Iniziamo col dire che le macchie che possono formarsi sui denti bianchi non sono tutte uguali. Vi sono infatti:

  • Macchie nere
  • Brune o marroni
  • Gialle
  • Bianche

Macchie nere

Le macchie nere sono di solito indizio di carie. La carie, il cui sintomo più evidente è il dolore, è una malattia degenerativa del dente causata dall’infiltrazione di batteri (gli stessi che causano placca e tartaro) che riescono ad erodere i tessuti esterni e aggredire la polpa, creando delle cavità di colore scuro spesso visibili anche ad occhio nudo.

La formazione della carie può essere favorita da abitudini alimentari errate (ad esempio, mangiare troppi cibi zuccherati) oppure da alterazioni della salivazione. La saliva, infatti, è un antibatterico naturale che combatte la proliferazione di germi e batteri nella bocca.

Anche avere denti storti o accavallati può favorire la formazione di placca e carie in punti in cui risulta difficile la rimozione. Ecco perché, ad esempio, ai bambini si consiglia oggi di effettuare la sigillatura dei molari subito dopo la loro eruzione al fine di impedire l’aggressione da parte di batteri ed il conseguente sviluppo della carie.

Il trattamento della carie prevede l’intervento del dentista che, con appositi strumenti meccanici, rimuoverà il tessuto danneggiato e provvederà alla chiusura della cavità che si è venuta a formare (otturazione).

Macchie brune o marroni

Le macchie brune o marroni possono essere causare da sostanze acide come tè, caffè, cioccolato o liquirizia, che, venendo a contatto coi denti, li macchiano. Anche il fumo di sigaretta, a causa del contatto con catrame e nicotina, provoca macchie marroni sui denti, molto difficili da mandare via.

Inoltre le macchie di questo colore possono corrispondere ad accumuli di tartaro, che possono a loro volta essere intensificati dall’abuso di alcool e dall’uso di sostanze stupefacenti.

Infine, anche traumi ai denti o alcune malattie come ad esempio la celiachia possono causare macchie brune permanenti sui denti.

Macchie gialle

Le macchie gialle sui denti sono dovute solitamente ad erosione dello smalto che lascia intravedere il colore della dentina, che è appunto gialla. Il processo di erosione può essere dovuto a vari fattori, come ad esempio uno spazzolamento dei denti troppo aggressivo.

Quando ci si lava i denti bisogna infatti effettuare movimenti circolari delicati dal basso verso l’alto e viceversa allo scopo di rimuovere lo sporco e la placca più superficiale. Uno strofinamento dei denti più violento con lo spazzolino non solo non serve a nulla ma può finire col rovinare lo smalto e far infiammare le gengive.

Altri fattori che possono far ingiallire i denti sono il contatto con sostanze acide come ad esempio i succhi gastrici. Le persone bulimiche che si provocano il vomito da sole tendono spesso ad avere lo smalto dei denti danneggiato per via del contatto con il contenuto del loro stomaco.

Anche il bruxismo, vale a dire l’abitudine di digrignare i denti mentre si dorme, può provocare macchie gialle sui denti.

I denti, infine, possono iniziare ad ingiallirsi a causa del naturale processo di invecchiamento, dell’uso di farmaci come alcuni tipi di antibiotici o di alcune malattie. I canini, ad esempio, sono in genere più gialli degli altri denti in quanto maggiormente coinvolti nel processo di masticazione.

Macchie bianche

Vediamo infine a cosa sono dovute le macchie bianche sui denti. Queste a volte possono essere indizio di decalcificazione dovuta ad una carie iniziale, oppure possono essere sintomo di fluorosi, disturbo prettamente estetico dovuto all’eccessiva ingestione di fluoro che si verifica soprattutto nei bambini.

Cause macchie ai denti

Come avere denti bianchi

Quando si tratta di affrontare ingiallimento e macchie sui denti , il metodo scelto dipende da diversi fattori, tra cui:

  • La gravità delle macchie
  • Quanto vogliamo spendere
  • Quanto spesso vogliamo e/o possiamo pulire i nostri i tuoi denti

Detto questo, ci sono tre categorie generali di opzioni di sbiancamento dei denti tra cui scegliere. Questi includono:

  • Pulizia dei denti da parte di un professionista;
  • Igiene orale casalinga;
  • Trattamenti di sbiancamento per uso domestico.

Le tecniche di pulizia e sbiancamento professionale dei denti sono ovviamente quelle più costose. Inoltre, sono anche più invasive quindi non possono essere utilizzate con frequenza altrimenti corri il rischio di rovinare lo smalto. In genere, gli esperti consigliano di effettuare la pulizia dei denti professionale almeno 2 volte l’anno.

L’igiene orale casalinga consente di prevenire almeno in parte la formazione di macchie e denti gialli, tuttavia non è efficace per rimuovere gli accumuli di placca e tartaro fra dente e dente e sotto le gengive. Ad ogni modo, l’utilizzo quotidiano di spazzolino, dentifricio al fluoro e filo interdentale permette di rimuovere almeno i residui di cibo e sporcizia che possono peggiorare la salute dei denti.

Fra le misure di prevenzione odontoiatrica ci sono ovviamente anche lo smettere di fumare o di assumere cibi e bevande che macchiano i denti come tè, caffè, cacao e liquirizia. Mangiare invece mele, uva o altra frutta può servire a tenere puliti i denti per via di alcuni acidi presenti in questi alimenti che favoriscono la salivazione.

Per potenziare l’effetto di sbiancamento ottenuta con la pulizia professionale e quella casalinga, è possibile ricorrere anche a rimedi naturali per sbiancare i denti come ad esempio:

  • Bicarbonato di sodio
  • Olio di cocco
  • Aceto di mele
  • Carbone attivo
  • Bucce di frutta
  • Salvia

Esistono, infine, in commercio prodotti a base di sostanze naturali o dispositivi come strisce adesive, penne sbiancanti o altri accessori che possono aiutare il nostro sorriso a tornare bianco e splendente.

Uno di questi che si è rivelato molto efficace è Denta Pulse, uno smacchiatore per uso domestico per avere denti bianchi che funziona tramite l’emissione di onde sonore ad altra frequenza. Vediamo di seguito di cosa si tratta

Denta Pulse

Denta Pulse è un dispositivo davvero rivoluzionario introdotto da poco tempo sul mercato che ci permette di eliminare le macchie di nicotina, tè e caffè dai denti senza dover ricorrere al costoso aiuto del dentista.

Funziona attraverso un sistema a vibrazioni soniche che può emettere fino a 3000 pulsazioni al minuto. Il kit che vi verrà consegnato a casa dopo l’acquisto comprende anche:

  • 2 testine rimovibili, una in acciaio e l’altra in silicone, che ci consentono di rimuovere efficacemente  dallo smalto qualunque tipo di macchia comprese quelle di tè, caffè, cioccolata, liquirizia e nicotina;
  • 1 specchietto uguale a quello che usa il vostro dentista;
  • 1 luce LED che vi permetterà di vedere meglio anche gli angoli più nascosti della bocca.
dentapulse
Riduce notevolmente la comparsa di cavità!
Pulizia e sbiancamento progressivi!
Acquisto

Grazie al suo utilizzo costante è possibile ottenere molti benefici:

  • Rimuovere le macchie dai denti
  • Eliminare la placca
  • Lucidare e sbiancare i denti
  • Prevenire tartaro, carie, gengiviti e alito cattivo

Può essere usato anche per mantenere più a lungo gli effetti benefici della pulizia professionale dal dentista. Cliccare qui per avere maggiori dettagli:

iBright

iBright è uno dei rimedi più innovativi nel campo degli sbiancanti per i denti. Il prodotto è infatti costituito da un kit formato da un gel sbiancante a base di Perborato di Sodio e cristalli di idrossiapatite e una lampada LED con luce blu.

ibright
Sbarazzati di macchie di caffè, tè e sigarette!
Guadagna un sorriso accattivante!
Acquisto

Il gel viene applicato direttamente sui denti dopo un trattamento pre trattante, dopodiché viene posizionata la lampada per 30, 20 o 10 minuti a seconda del periodo di utilizzo. In soli 5 giorni inizierete a vedere i primi risultati e i vostri denti appariranno giorno dopo giorno più bianchi fino a 14 tonalità.

Il tipo di sbiancamento ottenuto con iBright è del tutto assimilabile a quello ottenuto con la pulizia professionale dal dentista, anche se è bene precisare che in caso di tartaro, gengivite o carie, il prodotto, avendo solo una valenza estetica, è del tutto inefficace. Tuttavia, può essere usato per mantenere più a lungo il lavoro del professionista o per ottenere uno sbiancamento immediato dei denti gialli prima di un’occasione speciale.

Per approfondire:

Denta Seal

Si tratta di un dentifricio remineralizzante che, in virtù dei suoi principi attivi, funziona alla stessa stregua di un’otturazione.

denta seal
Elimina i difetti iniziali della carie!
Ripara le microfessure e i micropori sui denti!
Acquisto

Può essere paragonato in tutto e per tutto ad un normale dentifricio in pasta, ma con alcune differenze: contiene infatti al suo interno l’idrossiapatite,  sostanza minerale che, una volta entrata a contatto con lo smalto, si cristallizza e viene integrata nella struttura stessa dei denti.

In questo modo, Denta Seal forma un rivestimento protettivo sopra i denti che riduce prima di tutto la sensibilità dello smalto, contrastando così il problema dei denti sensibili, e va a riempire (otturare) danni e crepe, prevenendo così la formazione di tartaro e carie.

Lo smalto diventa così liscio e lucido e i denti sono protetti da sbalzi di temperatura e pigmenti del caffè, cibo e altre sostanze come la nicotina contenuta nelle sigarette.

Per approfondire:

Conclusioni

Avete compreso ora in quanti e quali modi è possibile mantenere denti bianchi più a lungo?  Di sicuro, ciascuno di questi rimedi per sbiancare i denti sarà più efficace se usato in combinazione con altri. Per approfondire l’argomento leggere anche:

Domande frequenti sui denti bianchi

Qual è il vero colore dei denti?

I denti naturali hanno una colorazione che va dal bianco avorio o giallo chiaro. Lo smalto, che è il rivestimento più esterno dei denti, ha infatti una colorazione bluastra che lascia affiorare la tonalità gialla della dentina, che è lo strato immediatamente successivo.

Come si formano le macchie scure sui denti?

Le macchie scure sui denti possono essere dovute ad accumuli di tartaro oppure sono indizio di carie.

Cos’è la carie?

La carie è una malattia degenerativa del dente causata dall’infiltrazione di batteri (li stessi che causano placca e tartaro) che riescono ad erodere i tessuti esterni e aggredire la polpa, creando delle cavità di colore scuro spesso visibili anche ad occhio nudo.

A cosa sono dovute le macchie gialle sui denti?

Le macchie gialle sui denti sono dovute solitamente ad erosione dello smalto che lascia intravedere il colore della dentina, che è appunto gialla. Il processo di erosione può essere dovuto a vari fattori, come ad esempio uno spazzolamento dei denti troppo aggressivo.

È possibile far tornare i denti bianchi con rimedi casalinghi?

Anche se non è possibile rimuovere carie, placca e tartaro con rimedi casalinghi, la pulizia dei denti a domicilio, alcuni prodotti naturali e alcuni dispositivi di automedicazione presenti in commercio consentono di rimuovere le macchie meno estese e far apparire i denti più bianchi.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.