Dieta detox: in cosa consiste e perché funziona

0

La dieta detox è un particolare tipo di dieta disintossicante che afferma di pulire il nostro corpo eliminando le tossine dannose. Interessante, no? Scopriamo allora di seguito su quali principi si basa e come funziona questo regime alimentare dietetico.

Storia della dieta detox

Il termine “Detox” non è altro che una versione abbreviata della parola disintossicazione, che identifica a sua volta il processo di eliminazione delle tossine dal nostro corpo. Un sinonimo di detox è anche pulizia del corpo.

La convinzione dei sostenitori di questo regime alimentare è che tutte queste tossine che respiriamo e ingeriamo ogni giorno siano causa di vari problemi come mal di testa, affaticamento, allergie e/o intolleranze alimentari, malattie respiratorie e della pelle e disturbi ancora più gravi come il cancro.

L’obiettivo della dieta detox è dunque quello di aiutare il nostro corpo a difendersi dalle aggressioni esterne. L’idea che l’alimentazione possa contribuire a far funzionare meglio il nostro organismo non è però nata con la dieta disintossicante ma esiste già da tempo.

La liberazione del corpo dalle tossine è, ad esempio, una delle componenti chiave dell’Ayurveda, una pratica di medicina alternativa presente da molti secoli in India. Perfino nella Bibbia sono descritte attività che includono restrizioni dietetiche, pulizia fisica e l’uso di erbe aromatiche per rilassare il corpo e la mente. Le cure termali ed idropiniche, ad esempio, avevano una funzione molto importante nel contribuire al benessere dell’organismo presso alcune popolazioni antiche come i Romani.

Obiettivo della dieta detox

L’obiettivo principale della dieta detox è quello di eliminare dall’organismo alcuni agenti contaminanti indesiderati come:

  • Coloranti, conservanti e altri additivi che comunemente si trovano negli alimenti;
  • Diserbanti, antiparassitari e pesticidi contenuti nella frutta e nella verdura;
  • Antibiotici, ormoni e altri farmaci presenti nella carne;
  • Sostanze inquinanti come piombo, arsenico, mercurio, idrocarburi e così via.

Si tratta quindi di un regime alimentare molto restrittivo che può essere seguito solo per pochi giorni e/o settimane.

Per massimizzarne i benefici i suoi sostenitori consigliano di ripeterlo almeno una o due volte l’anno al fine di potenziare l’effetto detossinante sull’organismo.

Alimenti consentiti

Dal punto di vista di cosa mangiare, la dieta detox prevede una fase iniziale di preparazione in cui sono eliminati tutti gli alimenti e le bevande che potrebbero in qualche modo contaminare l’organismo o scatenare intolleranze alimentari quali ad esempio:

  • Caffè;
  • Alcolici;
  • Sale e zuccheri in eccesso;
  • Alimenti contenenti glutine;
  • Latte e latticini;
  • Altri alimenti proteici come la carne, il pesce, i salumi;
  • Grassi “cattivi” come i grassi saturi, i grassi idrogenati e i grassi trans.

Verrà quindi impostato per alcuni giorni  un regime alimentare in questo modo:

  • Colazione basata per il 50% da frutta o verdura e per il 50% da cereali integrali senza glutine;
  • Pranzo e cena costituita per il 60% da verdure e il 40% circa da legumi, cereali o tuberi;
  • L’unico grasso consentito è l’olio di oliva extravergine.

In seguito saranno reintegrati anche gli alimenti proteici optando per tagli di carne magri, uova, pesce e formaggi a ridotto contenuto di grassi. Inoltre, a chi segue una dieta detox, viene anche consigliato di:

  • Evitare il cibo conservato e agli alimenti raffinati, gli alcolici, le carni rosse, i salumi e i formaggi stagionati, sostituendoli con frutta e verdura fresche di stagione, carni bianche magre, pesce, legumi, formaggi freschi;
  • Preferire in genere cibi integrali e ricchi di fibra per favorire il transito intestinale e l’eliminazione delle scorie;
  • Assumere molti liquidi: è necessario bere almeno 2 litri di acqua al giorno oltre a frullati di frutta privi di zuccheri aggiunti ed infusi e tisane detossinanti come ad esempio il tè verde che è anche un efficace cibo bruciagrassi ;
  • Optare sempre per frutta e verdura maggiormente disintossicanti e con minor apporto di zuccheri come mele, kiwi, anguria, meloni, pompelmi, ribes e altri frutti rossi;
  • Fare una vita meno sedentaria con un’adeguata attività fisica come ad esempio camminare per almeno 30 minuti al giorno;
  • Fare attività rilassanti e piacevoli dedicando più tempo a sé stessi;
  • Dormire almeno 8 ore al giorno.

Quali sono i vantaggi della dieta detox

La dieta detox sembra avere numerosi benefici per la nostra salute. Ci induce ad esempio a:

  • Assumere meno calorie;
  • Fare un’adeguata attività fisica;
  • Evitare fonti alimentari di metalli pesanti e altre sostanze dannose per il nostro organismo;
  • Prediligere cibi nutrienti e sani al posto di cibo spazzatura e alimenti trasformati;
  • Limitare lo stress, rilassarsi e dormire bene

Seguendo le linee guida della dieta detox, è dunque innegabile che avvertiremo subito un grande senso di benessere. Migliorando infatti la nostra alimentazione, andranno via alcuni disturbi come quelli legati al processo digestivo, spariranno anche mal di testa, affaticamento e gonfiore e ci sentiremo nel contempo anche molto più concentrati ed energici.

Dieta detox e perdita di peso

La dieta detox, pur non essendo una vera e propria dieta dimagrante, sembra contribuire in qualche modo alla perdita di peso. Si calcola che in genere la perdita peso oscilla fra i 2 e i 4 chili al mese. Questo è collegato principalmente al fatto che le diete detossinanti prevedono in genere un periodo iniziale di digiuno e, anche in seguito, invitano i loro seguaci a optare sempre per alimenti sani e poveri di calorie.

Ci sono però pochissimi studi scientifici che possano confermare gli effetti benefici della dieta detox sulla riduzione dei grassi. Molte persone che seguono questo regime alimentare tendono, ad esempio, a perdere peso molto rapidamente nella prima fase della dieta.

Tuttavia, in genere, i chili persi vengono recuperati molto rapidamente. Questo sembra dovuto al fatto che la riduzione del peso è dovuta più alla perdita di liquidi che a quella di grasso.

Critiche alla dieta detox

La dieta detox come tutte le altre diete disintossicanti o detossinanti non è ritenuto un regime sicuro se seguito per lungo tempo in quanto può indurre carenze nutrizionali.

Inoltre, alcuni medici e scienziati ritengono che il nostro organismo sia già perfettamente di eliminare le sostanze nocive attraverso il fegato, le feci, l’urina e il sudore. Anzi, un’alimentazione troppo povera di calorie e nutrienti essenziali potrebbe addirittura peggiorare la situazione indebolendo troppo il nostro sistema immunitario.

Detto ciò, ci sono comunque alcune sostanze chimiche tra cui alcuni inquinanti organici e metalli pesanti che difficilmente possono essere rimosse senza un intervento esterno. Questi tendono così ad accumularsi nel tessuto adiposo o nel sangue provocando reazioni allergiche o altri disturbi di tipo cronico. Anche nei confronti di questi composti, ci sono però poche prove che la dieta detox possa in qualche modo contribuire alla loro eliminazione.

Da sottolineare infine che la dieta detox è sconsigliata a chi soffre di alcune patologie come il diabete e alle donne incinte o che allattano.

Ricette dieta detox

Le ricette della dieta detox riflettono ovviamente le indicazioni della dieta stessa. Sono infatti a basso contenuto di calorie e prediligono la scelta di alimenti naturali, integrali e poveri di grassi e zuccheri.

Zuppa di cipolle e carote

Ingredienti: 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 8 carote, 1 cipolla spezzettata, poco zenzero.

Preparazione: scaldiamo 2 cucchiai di olio in una pentola e uniamo le carote pelate e tagliate a rondelle e le cipolle tritate. Aggiungiamo l’acqua e lo zenzero mescolando brevemente. Cuciamo per 40 minuti fino anche le verdure non saranno del tutto sfatte. Togliamo dal fuoco e frulliamo carote e cipolle col mixer fino ad ottenere la consistenza desiderata. Serviamo calda o tiepida con crostini di pane integrale.

Branzino al forno

Ingredienti per 4 persone: 1 branzino intero del peso di circa 1 chilo già pulito, 1 limone, prezzemolo, 1 rametto di timo e 1 di rosmarino, 1 cucchiaino di olio d’oliva, mezzo cucchiaino di cumino in polvere e di paprika, sale e pepe.

Preparazione: sciacquiamo e asciughiamo il pesce, tagliamolo sui due lati, saliamo e pepiamo. Inseriamo nel ventre del pesce il limone tagliato a fettine sottile, qualche fogliolina di prezzemolo, il timo e il rosmarino. Spolveriamo l’esterno del pesce con l’olio di oliva, il cumino e la pratica e inforniamo per circa 20 in forno già caldo a 200°. Serviamo il branzino guarnito con prezzemolo fresco e spicchi di limone.

Mele cotte detox

Ingredienti per 2 persone: 1 mela golden o altra varietà adatta alla cottura, alcune more, mezzo cucchiaino di succo di limone, 2 cucchiaini di zucchero di canna, cannella.

Preparazione: tagliamo la mela a metà togliendo il torsolo. Spennelliamo l’interno della mela con succo di limone e poniamo alcune more nella cavità. Mescoliamo lo zucchero di canna e la cannella in una ciotola e versiamo sempre nelle cavità della mela. Adagiamo le due metà di mela in una pirofila, versando sul fondo circa 1 cm d’acqua, e inforniamo per 40 minuti in forno già caldo a 180°, bagnando di tanto in tanto con l’acqua di cottura.

Conclusioni

Per concludere, conviene o no seguire la dieta detox? Di sicuro si tratta di un regime dietetico che può contribuire a farci sentire meglio e che, trattandosi di una dieta ipocalorica, può aiutarci anche a dimagrire. Tuttavia, non può essere protratto per lunghi periodi a causa delle possibili carenze nutrizionali ed è inadatto per alcune categorie di persone come le donne in stato di gravidanza.

Ti potrebbero interessare anche:

Domande frequenti sulla dieta detox

Cosa significa “Detox”?

Il termine “Detox” non è altro che una versione abbreviata della parola disintossicazione, che identifica a sua volta il processo di eliminazione delle tossine dal nostro corpo. Un sinonimo di detox è anche pulizia del corpo.

Qual è l’obiettivo della dieta detox?

L’obiettivo principale della dieta detox è quello di eliminare dall’organismo alcuni agenti contaminanti indesiderati come coloranti, conservanti e altri additivi che comunemente si trovano negli alimenti, diserbanti, antiparassitari e pesticidi contenuti nella frutta e nella verdura, antibiotici, ormoni e altri farmaci presenti nella carne, sostanze inquinanti come piombo, arsenico, mercurio, idrocarburi e così via.

Cosa prevede all’inizio la dieta detox?

La dieta detox prevede una fase iniziale di preparazione in cui sono eliminati tutti gli alimenti e le bevande che potrebbero in qualche modo contaminare l’organismo o scatenare intolleranze alimentari quali ad esempio caffè, alcolici, sale e zuccheri in eccesso, alimenti contenenti glutine, latte e latticini, altri alimenti proteici come la carne, il pesce, i salumi, grassi “cattivi” come i grassi saturi, i grassi idrogenati e i grassi trans.

Quali sono i vantaggi della dieta detox?

La dieta detox ci induce ad assumere meno calorie, fare un’adeguata attività fisica, evitare fonti alimentari di metalli pesanti e altre sostanze dannose per il nostro organismo, prediligere cibi nutrienti e sani al posto di cibo spazzatura e alimenti trasformati, limitare lo stress, rilassarsi e dormire bene.

La dieta detox fa dimagrire?

Questa dieta, pur non essendo una vera e propria dieta dimagrante, ci aiuta a perdere peso in quanto ci invita ad optare sempre per alimenti sani e poveri di calorie.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.