Diete dimagranti vegetariane: Ecco quali sono

0

Se per motivi etici abbiamo scelto di non assumere alimenti derivati dagli animali, oppure per motivi di salute dobbiamo comunque limitarne l’assunzione, può essere utile valutare di effettuare una delle tante diete dimagranti vegetariane.

Questo tipo di alimentazione, infatti, si rivela infatti efficace anche per perdere peso a causa del bassissimo contenuto di grassi e dell’alto contenuto di fibre che può farci sentire più pieni, più a lungo.

Una cosa che è bene sapere, però, è che si distinguono vari tipi di diete vegetariane.

Tipi di diete dimagranti vegetariane

Non è possibile parlare di dieta vegetariana al singolare, ma bisogna parlarne per forza al plurale. Esistono infatti vari tipi di diete dimagranti vegetariane a seconda di quali sono gli alimenti consentiti e non in base alla piramide alimentare vegetariana o alla piramide alimentare vegana.

Scopriamo insieme quali sono quelle principali.

Dieta Lacto-Ovo vegetariana

La dieta Lacto-Ovo vegetariana esclude totalmente carne, pesce e pollame, nonché qualsiasi alimento che contenga uno dei suddetti ingredienti. Tuttavia, consente il consumo di latticini e uova.

Dieta Lacto-Vegetariana

La dieta Lacto-Vegetariana esclude carne, pesce, pollame e uova, nonché qualsiasi alimento che li contenga. Tuttavia, consente il consumo di prodotti lattiero-caseari come latte, formaggio, ricotta, yogurt e burro.

Dieta Ovo-Vegetariana

La dieta Ovo-Vegetariana è, in sostanza, l’opposto di una dieta Lacto-Vegetariana. Consente il consumo di uova, ma esclude i latticini e la carne di qualsiasi tipo.

Dieta vegana

La dieta vegana non è altro che una dieta vegetariana totale. Mentre la dieta vegetariana ammette, infatti, alcuni cibi come latte, uova, formaggi, nella dieta vegana questi alimenti non sono ammessi. Per questo motivo, i vegani evitano di mangiare tutti i cibi di origine animale, come:

  • Carne;
  • Pesce;
  • Latte e derivati;
  • Uova.

I cibi consentiti sono invece quelli di derivazione vegetale come ad esempio:

  • Cereali;
  • Frutta, compresa la frutta secca;
  • Verdura;
  • Legumi;
  • Grassi e oli di derivazione vegetale.

Le diete vegane offrono numerosi benefici per la salute legati principalmente al fatto che gli alimenti di origine vegetale sono in genere più ricchi di fibre, antiossidanti e composti vegetali benefici per il nostro cuore e le nostre arterie. Sono inoltre ottime fonti di potassio, magnesio, acido folico e vitamine A, C ed E.

Dato che infine la dieta veg implica una riduzione del consumo calorico, essa rappresenta sicuramente una delle migliori scelte alimentari finalizzate al dimagrimento. L’importante è puntare sempre su cibi sani e ipocalorici, che diano senso di sazietà, migliorino il processo digestivo e favoriscano i processi di dimagrimento pur fornendo tutti in nutrienti necessari.

Dieta veg e perdita di peso

Essere vegani (o vegetariani) fa dimagrire? Sono in tanti a porsi questa domanda e anche se questo regime alimentare viene scelto di solito per motivi etici, non è detto che qualcuno non speri che faccia perdere anche qualche chilo di troppo.

Proviamo quindi a dare una risposta definitiva qui.

Senza dubbio, l’eliminazione di alimenti di origine animale esclude dalla dieta vegetariana e/o vegana una notevole quota di proteine, dando invece maggiore importanza a cereali, legumi, frutta, verdura, semi e tuberi. Tutti alimenti, insomma, che favoriscono il funzionamento dell’intestino e contribuiscono ad eliminare tossine.

Ciò detto, possiamo quindi considerare la dieta vegana sinonimo di dimagrimento? La risposta è sì, ma con riserva. Seguire un regime alimentare vegano comporta, infatti, un cambiamento non della quantità quanto piuttosto della qualità degli alimenti assunti.

Noi sappiamo invece che per perdere peso occorre non solo variare il tipo di alimenti che ingeriamo, ma anche la loro quantità. È, infatti, proprio la riduzione della quantità a produrre il taglio delle calorie ingerite, provocando così la perdita di peso.

Ciò detto, occorre anche dire che una dieta veg ben bilanciata, che tenga conto anche della quantità e non solo della qualità degli alimenti ingeriti, si rivela secondo alcuni studi molto più utile della dieta onnivora per dimagrire. Questo effetto è sicuramente il risultato del fatto che molti dei cibi ammessi nella dieta vegana hanno un contenuto di calorie e grassi inferiore a quello delle altre diete.

Dobbiamo però considerare che la dieta vegana così come quella vegetariana necessita di alcuni accorgimenti utili a massimizzarne l’effetto dimagrante.

Cose da fare e non fare con la dieta vegana se si vuole dimagrire

Da quello che abbiamo appreso sopra, per dimagrire con le diete dimagranti vegetariane o vegane, occorre seguire alcuni accorgimenti. Eccoli riassunti nella lista che segue:

  • Prediligere i cereali integrali: la dieta vegana ammette tutti i tipi di carboidrati, senza distinzioni. Tuttavia, se si vuole dimagrire è meglio preferire i carboidrati provenienti da cereali integrali piuttosto che da prodotti ottenuti con farine raffinate e/ o con zuccheri aggiunti;
  • Non eccedere con i carboidrati: visto che nella dieta vegana gli alimenti ricchi di carboidrati sono quelli più numerosi, facciamo attenzione a non andare incontro ad un’eccessiva assunzione di carboidrati, facendo attenzione ad includere nella dieta sia proteine sia grassi buoni, e non solo carboidrati;
  • Optare sempre per grassi sani: quello che vale per i carboidrati vale anche per i grassi. Invece di optare ad esempio per burri e margarine di derivazione vegetale, che appartengono alla categoria dei grassi saturi o idrogenati, è bene scegliere sempre grassi sani come l’olio di oliva, che appartiene invece alla categoria dei grassi insaturi;
  • Includere in ogni pasto almeno 2/3 porzioni di frutta e/o verdura: anche nell’ambito della dieta vegana, esiste molto cibo spazzatura e, comunque, alimenti preconfezionati e industriali che sono dei concentrati di zuccheri e additivi, il cui peso all’interno di una dieta non può che essere negativo. Per sentirsi più sazio e soddisfatto anche dal punto di vista emotivo, un vegano non dovrebbe mai rinunciare ad ogni pasto ad assumere vari tipi di alimenti sani e a ridotto contenuto calorico come frutta e ortaggi.

Integratori per la perdita di peso: quali usare in abbinamento ad una dieta vegetariana

Anche se stiamo seguendo una dieta vegetariana, è possibile ricorrere ad integratori alimentari realizzati al 100% con ingredienti di provenienza vegetale. La maggior parte di queste sostanze funziona tramite uno o più di questi meccanismi:

  • Riduce il senso di fame, facendoci sentire più pieni in modo da assumere meno calorie ad ogni pasto;
  • Accelera il metabolismo, facendoci bruciare più grassi e/o calorie, proprio come avviene coi cibi brucia grassi;
  • Riduce l’assorbimento di alcuni nutrienti come gli zuccheri e/o i grassi, facendoci così assumere un quantitativo calorico inferiore rispetto a quello ingerito.

Scopriamo allora di seguito quali integratori possiamo usare se stiamo seguendo una regime alimentare vegetariano o vegano. 

Piperina & Curcuma Plus

Piperina & Curcuma Plus è un integratore alimentare studiato per il dimagrimento. I suoi ingredienti principali, la piperina e la curcuma, sono 100% naturali e di provenienza vegetale, quindi via libera anche nelle diete vegetariane. 

Trattandosi di un integratore alimentare, è necessario assumere Piperina & Curcuma Plus in concomitanza dei pasti e non in sostituzione di essi. In linea generale, sarà sufficiente assumere 4 compresse al giorno, di cui 2 dopo pranzo e 2 dopo cena.

Per approfondire, leggi anche:

Ultrametabolismo

Ultrametabolismo è un integratore alimentare venduto in forma di sciroppo, il cui scopo è quello di stimolare il metabolismo, accelerandolo in maniera naturale per combattere i problemi di peso.

La sua azione combinata riesce anche a contrastare la ritenzione idrica, responsabile dell’accumulo di liquidi nell’organismo, combattendo così la cellulite e gli inestetismi ad essa collegati.

La sua formulazione è totalmente naturale in quanto contiene fra gli ingredienti solo alcune erbe e spezie quindi è ok anche per chi ha scelto di non assumere alimenti di derivazione animale.

Per approfondire, leggi anche:

Più Forma

Più Forma rientra nel segmento degli integratori dedicati alla perdita di peso. La sua promessa infatti è quella di lavorare sull’adipe in eccesso, andando a stimolare il metabolismo e risvegliando così il consumo calorico.

L’efficacia di Più Forma è collegata alle straordinarie proprietà attribuite a ciascuno dei 4 ingredienti totalmente vegetali cui è composto. Le sue componenti naturali permettono infatti di abituare il corpo a uno stato di sazietà, grazie alle loro proprietà specifiche e alla loro azione combinata.

Per approfondire, leggi anche:

Bio Sazio

Bio Sazio è un integratore alimentare che punta a migliorare il metabolismo, bruciando i grassi e attuando al tempo stesso un’azione depurante dell’organismo. Questo è possibile grazie soprattutto al suo “effetto saziante rapido” che permette di abbattere il senso di fame riducendo così l’assunzione di cibo.

Anch’esso contiene solo ingredienti naturali 100% vegetali.

Per approfondire, leggi anche:

Conclusioni

Anche se sono scelte di solito per motivi etici, le diete dimagranti vegetariane si rivelano spesso molto utili anche per dimagrire.

È sempre bene parlare di diete vegetariane al plurale perché ne esistono di diversi tipi,  a seconda di quali siano gli alimenti consentiti e non.

La dieta vegana o veg è da considerarsi come la dorma di dieta vegetariana più estrema perché esclude tutti gli alimenti di provenienza animale, compresi il latte, i latticini e le uova.

Chi opta per una dieta vegetariana o vegana per dimagrire, dovrà fare molta attenzione non solo alla qualità degli alimenti assunti, ma anche alla quantità, in particolar modo per quello che concerne alcuni tipi di alimenti come carboidrati e grassi, optando sempre per cibi sani.

Per scoprire altri tipi di alimentazione  leggere anche:

Domande frequenti sulle diete dimagranti vegetariane

Quanti tipi di dieta vegetariana esistono?

Esistono almeno 4 tipi di dieta vegetariana: la dieta Lacto-Ovo vegetariana che esclude totalmente carne, pesce e pollame ma consente il consumo di latticini e uova; quella Lacto-Vegetariana
che pur escludendo carne, pesce, uova e pollame consente il consumo di prodotti lattiero-caseari come latte, formaggio, ricotta, yogurt e burro; quella Ovo-Vegetariana che è invece l’opposto di una dieta Lacto-Vegetariana in quanto permette il consumo di uova, ma esclude i latticini e la carne di qualsiasi tipo; infine la dieta Vegana che esclude carne, pesce, latticini e uova.

Perché le diete vegetariane fanno dimagrire?

Ogni dieta vegetariana implica in genere una riduzione del consumo calorico, quindi è in grado di favorire il dimagrimento.

Perché a volte non si dimagrisce con la dieta vegana o vegetariana?

La dieta vegana o vegetariana comporta un cambiamento della qualità del cibo ingerito. Per dimagrire però occorre anche variare le quantità. Inoltre, i vegani e i vegetariani tendono ad assumere molti carboidrati e questo non facilità il dimagrimento.

Cosa dovrebbe fare un vegano per dimagrire?

Un vegano che vuole dimagrire dovrebbe prediligere i cereali integrali a quelli raffinati, cercare di limitare i carboidrati, optare sempre per grassi sani e includere ad ogni pasto 2/3 porzioni di frutta o verdura al posto di cibo spazzatura.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.