Come smettere di fumare in 3 mosse [Guida pratica]

Pubblicato: 13 Gennaio, 2021 di Sara

Come smettere di fumare? Una domanda che moltissime persone si pongono, almeno una volta nella loro vita, stufi di sentirsi schiavi di quel vizio quotidiano.

D’altronde chi non conosce i danni del fumo di sigaretta? Nonostante questa consapevolezza, dire addio alle sigarette è davvero difficile. Assumere nicotina comporta, infatti, dipendenza fisica e psicologica. Smettendo improvvisamente di fumare, il nostro corpo inizia così a manifestare sintomi di astinenza.

Il fumo di sigaretta è spesso usato anche come palliativo per sconfiggere l’ansia, la depressione e la noia.

Per quanto difficile, però, si tratta di un percorso alla portata di tutti. L’importante è affrontarlo con criterio, facendo leva sulla propria forza di volontà e appoggiandosi, perché no, a metodi elaborati da psicologi e da altre persone che ce l’hanno fatta.

Quindi, come smettere di fumare in 3 mosse? Ecco i passi da seguire per eliminare il vizio del fumo:

  1. Redigere un piano personale
  2. Conoscere ed affrontare i sintomi di astinenza
  3. Utilizzare prodotti specifici

In sostanza, smettere di fumare non è facile, ma è possibile riuscirci! Soprattutto grazie all’aiuto di prodotti specifici per togliere questo scomodo vizio:

nosmoke
Libera il corpo dalla nicotina
Recuperare l'energia perduta
Acquisto
nicorix
Elimina il desiderio di nicotina
Naturale ed efficace
Acquisto

Come smettere di fumare in 3 mosse?

Non esiste un unico metodo per smettere di fumare. Se ci facciamo caso, ogni ex fumatore, quando racconta la propria uscita dal vizio del fumo, racconta una storia diversa. Il modo più efficace per abbandonare il fumo di sigaretta deve essere ritagliato sulle specifiche esigenze di ciascuno di noi.

La prima cosa da fare, quindi, se il nostro problema è come smettere di fumare, è di pensare al nostro rapporto con il fumo. Le domande da porci sono:

  • Quante sigarette fumiamo al giorno?
  • In quali momenti della giornata, o facendo quale attività, sentiamo di più il ​​bisogno di fumare?
  • Quando ci sentiamo depressi o stressati, sentiamo maggiormente la voglia di accendere una sigaretta?
  • Soffriamo di altre dipendenze come l’alcol o il gioco d’azzardo?

Dopo aver risposto a queste domande che ci aiuteranno ad individuare quali sono i fattori scatenanti della nostra voglia di fumare, è il momento di passare subito all’azione.

Come? Impostando il nostro piano personale per smettere di fumare.

Redigere un piano personale per smettere di fumare

Iniziamo il nostro piano per smettere di fumare impostando una data entro la quale intendiamo cominciare. Per aiutarci, verifichiamo quali sono i luoghi e i momenti che maggiormente ci inducono a ricorrere alla sigaretta. Ad esempio, se fumiamo soprattutto a lavoro, potremo iniziare nel fine settimana per un distacco più morbido. Viceversa, se fumiamo soprattutto nel week end, aspettiamo il lunedì per iniziare.

Per non farci cogliere impreparati quanto avvertiremo i sintomi di astinenza dal fumo, anticipiamo le sfide che dovremo affrontare. La maggior parte delle persone che vuole smettere di fumare inizia di nuovo entro i primi tre mesi. Occorre quindi mettere a punto delle strategie per fronteggiare l’astinenza da nicotina e il desiderio di sigarette soprattutto nei primi tempi.

La prima cosa da fare, ovviamente, è quella di rimuovere da casa, auto e ufficio sigarette e tutti gli altri prodotti a base di nicotina, compresa la sigaretta elettronica se ne facciamo uso. Può essere utile anche lavare i vestiti e rinfrescare tutto quello che puzza di fumo per non associare l’odore al bisogno.

Dato che molte persone fumano per contrastare sentimenti spiacevoli come stress, depressione, ansia e solitudine, è necessario individuare subito dei modi alternativi per gestire questi stati d’animo. Questi possono includere allenamento fisico, meditazione, strategie di rilassamento o semplici esercizi di respirazione.

Infine, se ci rendiamo conto che il nostro bisogno di sigaretta è legato ad alcune situazioni particolari (ad esempio, l’uscita al bar con gli amici, durante la pausa caffè a lavoro oppure ad ogni fine pasto) sarà necessario tenere pronte proprio in quei momenti delle strategie immediate ugualmente gratificanti per ridurre la nostra voglia di fumare. Potremmo, ad esempio, masticare una gomma, succhiare una caramella oppure mangiare un cioccolatino.

Conoscere ed affrontare i sintomi di astinenza

I danni del fumo sono noti e importanti, ma anche l’astinenza da nicotina non è una barzelletta quindi va affrontata in modo molto serio. I sintomi iniziano a manifestarsi un’ora dopo l’ultima sigaretta e raggiungono il picco 2 o 3 giorni dopo. Possono durare da alcuni giorni a diverse settimane e differire da persona a persona.

I sintomi comuni di astinenza da nicotina sono:

  • Desiderio di fumare;
  • Ansia o nervosismo;
  • Irritabilità, frustrazione o rabbia;
  • Difficoltà a concentrarci;
  • Aumento dell’appetito;
  • Mal di testa;
  • Stipsi o mal di stomaco;
  • Difficoltà a prendere sonno;
  • Diminuzione della frequenza cardiaca.

Per quanto spiacevoli possano essere questi sintomi di astinenza, è importante ricordare che sono solo temporanei. Miglioreranno in poche settimane man mano che le tossine della nicotina saranno eliminate dal nostro corpo e anche tenere sotto controllo la fame (in molti non smettono per paura di ingrassare) non sarà un problema.

Il sintomo più difficile da gestire sarà ovviamente il desiderio di fumare. La voglia può essere davvero intensa e durare a lungo. Anche in questo caso, quindi, dobbiamo essere preparati tenendo pronte delle attività che possono contribuire a distrarci dalla brama di sigaretta. Come? Possiamo, ad esempio, lavare i piatti, accendere la TV, fare la doccia o chiamare un amico.

L’attività non importa fintanto che ci toglie la testa dal fumo. Anche lavarsi i denti, ad esempio, può aiutare perché sentendo la propria bocca pulita avremo meno voglia di accenderci una sigaretta e il sapore di dentifricio spesso rende sgradevole quello di fumo. Allo stesso modo fare sport, leggere un libro o passeggiare all’aria aperta: adottando uno stile di vita più sano non solo ci sentiremo meglio e saremo più rilassati, ma avremo man mano anche meno voglia di accendere quella dannata bionda!

Utilizzare i migliori prodotti specifici per smettere di fumare

Quelli che prendiamo in esame sono prodotti per smettere di fumare che si basano sull’efficacia dei loro ingredienti naturali. Anni di studi e test di laboratorio hanno permesso di affinare la loro formula, restituendo due validi alleati nella lotta al fumo.

➤ NoSmoke

Si tratta di uno spray 100% naturale che contiene estratti di Guaranà, Zenzero, Menta e Griffonia. È quindi un prodotto totalmente privo di effetti collaterali che agisce sull’organismo eliminando tutte le tossine e la nicotina accumulata.

nosmoke
Libera il corpo dalla nicotina
Recuperare l'energia perduta
Acquisto

Usare NoSmoke è davvero semplicissimo: ovunque voi siate, sarà sufficiente una spruzzata attraverso un comodo applicatore per contrastare quel noioso desiderio di fumare. Inoltre è efficace fin dal primissimo utilizzo.

Clicca qui per comprare NoSmoke

 

➤ Nicorix

Nicorix è un prodotto naturale ed efficace che elimina il desiderio di nicotina e tutti i sintomi di astinenza. Due pillole al giorno bastano per liberarsi dal vizio, e guadagnare salute e un bell’aspetto. Gli ingredienti di Nicorix eliminano completamente tutti i problemi associati al fumo.

nicorix
Elimina il desiderio di nicotina
Naturale ed efficace
Acquisto

L’effetto benefico di Nicorix è stato confermato dalle analisi e da centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo. I risultati sono permanenti e irreversibili, le persone che smettono di farlo, non ricadono mai nella dipendenza. Non ci sono sintomi di astinenza come scoraggiamento, insonnia, cattivo umore, nervosismo, aumento dell’appetito.

In più, contiene solo ingredienti naturali quali radice Kudzu, Tè verde e Guaranà, per cui il prodotto è completamente sicuro e non provoca effetti collaterali.

Clicca qui per comprare Nicorix a prezzo scontato

 

Come smettere di fumare

 

Farmaci e Terapie per smettere di fumare

Se non riusciamo a sconfiggere da soli la voglia di fumare possono venirci in aiuto alcuni farmaci, parafarmaci o terapie alternative. Ce ne sono di vario tipo e, anche in questo caso, non è detto che tutte siano efficaci per la nostra situazione. In alcuni casi, sarà necessario provarne più di uno per trovare quello giusto per noi.

Fra i farmaci e parafarmaci maggiormente usati per smettere di fumare ci sono:

  • Gomme, cerotti e spray nasali alla nicotina: forniscono piccole dosi di nicotina senza catrame, gas di combustione e altre sostanze nocive che si trovano nelle sigarette. Questo contribuisce ad alleviare i sintomi di astinenza. Sono efficaci anche per interrompere la dipendenza psicologica dal fumo;
  • Farmaci non nicotinici: aiutano a smettere di fumare riducendo l’appetito e i sintomi di astinenza senza l’uso di nicotina. Utili se la tua preoccupazione è la linea, secondo la filosofia “fumare fa dimagrire“. Sono consigliati, però, solo per uso molto breve e richiedono la prescrizione medica;
  • Sigaretta elettronica: la sigaretta elettronica, in realtà, non è consigliata per smettere di fumare, anzi, ad oggi non ci sono informazioni disponibili sugli effetti a lungo termine che lo “svapo” può avere sulla salute quindi, almeno fino a quando non se ne saprà di più, è preferibile optare per altri metodi.

Vediamo ora alcune terapie alternative:

  • Ipnosi: può aiutare a rilassarsi e ad aumentare la propria determinazione a smettere di fumare;
  • Agopuntura: innescando il rilascio di endorfine che sono degli antidolorifici naturali, questa tecnica consente di controllare i sintomi di astinenza dal fumo.
  • Terapia comportamentale: si concentra sull’apprendimento di nuove abilità di coping e sulla rottura di tali abitudini;
  • Terapie motivazionali: consentono di rafforzare la motivazione che ci ha portato a decidere di smettere di fumare. Un esempio ben noto è il calcolo del risparmio monetario. Alcune persone sono state, infatti, in grado di trovare un’ulteriore motivazione per interrompere la loro dipendenza dalle sigarette semplicemente calcolando quanti soldi avrebbero risparmiato non fumando più.

Un altro mito da sfatare è che chi vuole smettere di fumare possa ricorrere al tabacco da masticare. Niente di più sbagliato. Contiene infatti la stessa sostanza chimica che crea dipendenza, la nicotina, contenuta nelle sigarette. Anzi, la quantità di nicotina assorbita dal tabacco senza fumo è addirittura 3 o 4 volte superiore la quantità erogata da una sigaretta!

Cosa fare se abbiamo una ricaduta?

La maggior parte delle persone cerca di smettere di fumare più volte prima di interrompere l’abitudine per sempre, quindi non è il caso di abbattersi se i primi tentativi falliscono.

Cerchiamo invece di trasformare la ricaduta in uno strumento in più per combattere il nemico, ossia il desiderio di fumare. Analizziamo i punti problematici e usiamoli per elaborare un nuovo piano personale su come smettere di fumare.

Nei casi più difficili può essere anche utile chiedere aiuto all’esterno, come ad esempio unirsi ad una community online di ex fumatori o iscriversi ad un gruppo di persone che stanno cercando di smettere di fumare. In questo caso, sentire da altri come hanno gestito la propria voglia di tabacco può fornirci spunti interessanti.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) in Italia ha anche messo a disposizione di fumatori ed ex fumatori un Telefono Verde contro il Fumo (800 554088) che fornisce anche interventi di counselling per aiutare le persone a interrompere la loro dipendenza dal fumo.

Suggerimenti finali per smettere di fumare

 Smettere di fumare non è un traguardo facile da raggiungere ma è comunque possibile, basta trovare la strategia giusta! Ecco qui una serie di altri consigli e suggerimenti che potrebbero esservi utili per liberarvi del vizio del fumo:

  • Fatevi aiutare dai vostri cari: nessuna persona è un’isola e quando si devono prendere decisioni importanti come smettere di fumare è molto importante avere il sostegno di amici e familiari;
  • Evitare situazioni stressanti durante le prime settimane dopo aver smesso di fumare per non cadere di nuovo vittima del desiderio di accendersi una bionda;
  • Limitare l’uso di alcool o altre sostanze che creano dipendenza (ad esempio, il cibo) mentre state cercando di smettere di fumare per evitare che queste si sostituiscano alla sigaretta;
  • Stare più all’aria aperta e condurre una vita attiva non solo per frenare la voglia di nicotina e alleviare alcuni sintomi di astinenza, ma anche per impedire l’aumento di peso che in alcuni casi è collegato con l’abbandono del vizio del fumo;
  • Anche se non è il caso di iniziare una dieta per dimagrire mentre stare cercando di smettere di fumare, cercate di nutrirvi in modo equilibrato e sano, assumendo più frutta, verdura, cereali integrali e proteine ​​magre;
  • Ripetere a sé stessi  di continuo i vantaggi di smettere di fumare, quali sentirsi meglio, avere denti più bianchi, evitare ai propri cari i danni del fumo passivo, risparmiare denaro e così via;

  • Scegliere una ricompensa per tutti i vostri sacrifici individuando un modo molto più utile e soprattutto salutare per spendere tutti i soldi che risparmierete smettendo di comprare le sigarette.

Conclusioni

Abbiamo risposto alla  domanda come smettere di fumare? Come avrete compreso non è affatto facile togliersi la voglia di sigarette, tuttavia un modo c’è ed è quello di trovare la propria strada per liberarsi dal vizio del fumo attraverso 3 semplici passi.

L’importante è studiare il proprio piano personale, senza andare allo sbaraglio, e prepararsi mentalmente alle difficoltà che potremo incontrare lungo il percorso. Dai sintomi fisici dell’astinenza al timore psicologico di ricadute, gli ostacoli sono molteplici.

Nei casi più complessi è possibile ricorrere a terapie o farmaci, ma molto spesso è sufficiente seguire pochi consigli pratici e unirli a volontà e determinazione.

Esistono poi dei prodotti totalmente naturali pensati a tale scopo, che possono facilitare il distacco dalla sigaretta e portarci un passo più vicini al nostro traguardo:

nosmoke
Libera il corpo dalla nicotina
Recuperare l'energia perduta
Acquisto
nicorix
Elimina il desiderio di nicotina
Naturale ed efficace
Acquisto

Leggere questo articolo se siete curiosi di sapere cosa succede al corpo quanto smetti di fumare.

✅ Qual è il metodo migliore per smettere di fumare?

Non esiste un metodo più valido di altri, tuttavia abbiamo individuato 3 mosse per riuscirci in poco tempo: redigere un piano personale, saper fronteggiare i sintomi di astinenza e scegliere i migliori prodotti naturali. Tutte le info nella nostra guida.

✅ Come funzionano i parafarmaci alla nicotina per smettere di fumare?

Gomme, cerotti e spray nasali alla nicotina forniscono piccole dosi di nicotina senza catrame, gas di combustione e altre sostanze nocive che si trovano nelle sigarette. Questo contribuisce ad alleviare i sintomi di astinenza.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.