Fasi del sonno: Ecco quali sono

0

Il sonno è essenziale per vivere bene. In effetti, abbiamo bisogno di dormire per sopravvivere, proprio come abbiamo bisogno di bere e di mangiare. Quindi, non c’è da meravigliarsi se spendiamo un terzo della nostra vita dormendo. Scopriamo in questo articolo quali sono le fasi del sonno, a cosa servono e quanto dovrebbero durare.

night relax
Elimina le apnee notturne!
Migliora la respirazione nasale!
Acquisto
dolci sogni
Design ergonomico!
In memoy foam!
Acquisto
snoreblock
Smetti subito di russare!
Erbe ed enzimi naturali per svegliarti fresco e riposato!
Acquisto

Cosa succede durante il sonno

Durante il sonno si verificano molti processi biologici che coinvolgono numerosi organi del nostro corpo. Mentre dormiamo infatti:

  • Le cellule del sistema nervoso (neuroni) comunicano e si riorganizzano, il che è fondamentale per una sana funzione cerebrale e per il nostro benessere emotivo;
  • Il sistema metabolico accumula energia da utilizzare durante le ore diurne per le nostre funzioni vitali;
  • L’apparato muscolare si rigenera, favorendo la crescita dei tessuti e riparando le cellule attraverso la sintesi proteica;
  • Il sistema immunitario si rafforza aumentando la produzione di anticorpi, cellule immunitarie e citochine, proteine che combattono le infezioni e le infiammazioni;
  • Infine, attraverso il sistema linfatico, ci liberiamo delle tossine accumulate durante le restanti ore della giornata.

Ma non è tutto, dormire bene ci aiuta anche a:

  • Mantenere inalterato il perso corporeo: il sonno influisce sul controllo degli ormoni della fame, come la grelina e la leptina. La mancanza di sonno crea un disequilibrio nei livelli di queste sostanze che ci rende più affamati e aumenta così il rischio di aumentare di peso;
  • Ridurre il rischio di sviluppare insulino- resistenza: l’insulina è un ormone che aiuta le cellule a utilizzare il glucosio per produrre energia. Nell’insulino-resistenza, le nostrecellule non rispondono correttamente all’insulina. Ciò può portare a livelli elevati di glucosio nel sangue e, infine, al diabete di tipo 2. Il sonno può proteggere dall’insulino-resistenza in quanto mantiene le nostre cellule sane in modo che possano facilmente assumere il glucosio.
  • Controllare la pressione sanguigna e la salute del cuore: anche se le cause esatte non sono chiare, gli scienziati pensano questi effetti siano legati alla riduzione dei livelli di cortisolo, ormone prodotto dalle ghiandole surrenali che ha il compito contrastare le infiammazioni. Alti livelli di cortisolo sono associati a iperglicemia, diabete tipo 2, aumento della pressione arteriosa e della concentrazione sanguigna di sodio, tutti fattori che possono predisporre a ipertensione e malattia coronarica.

Cosa succede quando dormiamo: le fasi del sonno

Il sonno non è tutto uguale ma si divide in varie fasi che si suddividono in:

  • Quattro fasi di sonno NREM (movimento oculare non rapido) di cui 2 di sonno leggero e le altre 2 di sonno profondo;
  • Una fase di sonno REM.

Fase 1

Si tratta di una fase di sonno NREM leggero che non dura molto a lungo. In questa fase, è possibile rilassarsi e sognare, ma è molto facile essere disturbati tornando allo stato di veglia.

Questa fase dura circa 7 minuti.

Fase 2

La fase 2 del ciclo del sonno è costituita ancora da un sonno leggero, ma più regolare. Il respiro e il battito cardiaco rallentano e i muscoli si rilassano. La temperatura corporea diminuisce e le onde cerebrali sono meno attive.

Durante la notte, trascorriamo la maggior parte del tempo proprio in questa fase.

Fasi 3 e 4

Nella fase 3, si entra nel sonno profondo e la fase 4 è la fase di sonno ancora più profonda. Durante il sonno profondo, la respirazione, il battito cardiaco, la temperatura corporea e le onde cerebrali raggiungono i livelli più bassi. I muscoli sono estremamente rilassati ed è molto più difficile essere svegliati.

La fase 4 è nota come stadio di guarigione, in quanto è qui che avvengono la crescita e la riparazione dei tessuti e in cui viene ripristinata l’energia cellulare. Abbiamo quindi bisogno di questa fase per sentirci svegli e rigenerati il giorno successivo.

Fase REM

Il primo ciclo REM delle fasi del sonno inizia circa 90 minuti dopo esserci addormentati e si ripete ogni 90 minuti. Gli occhi iniziano a muoversi rapidamente dietro le palpebre e le onde cerebrali sono del tutti simili a quelle di una persona sveglia.

Anche la respirazione, la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna aumentano raggiungendo livelli simili a quelli di veglia.

Il sonno REM, spesso indicato anche come fase 5, è quello che di solito associamo al sogno. Le braccia e le gambe risultano temporaneamente paralizzate per impedirci di assecondare quello che vediamo e sentiamo sognando.

Di quanto sonno abbiamo bisogno?

La quantità di sonno raccomandata dipende principalmente dall’età, ma può variare anche da persona a persona.

Ecco, in via del tutto generale, la durata di sonno consigliata:

  • Dalla nascita fino a 3 mesi: 14-17 ore;
  • Dai 4 ai 11 mesi: 12-15 ore;
  • Da 1 a 2 anni: 11-14 ore;
  • Dai 3 ai 5 anni: 10-13 ore;
  • Da 6 a 13 anni: 9-11 ore;
  • Dai 14 ai 17 anni: 8-10 ore;
  • Da 18 a 64 anni: 7-9 ore;
  • Oltre i 65 anni: 7-8 ore.

Gli esperti concordano che non è solo importante quanto dormiamo, ma è fondamentale anche fare in modo che le fasi del sonno siano ben distribuite. In particolare, dovremmo fare in modo di raggiugere la fase REM per circa il 20/ 25% del tempo che dormiamo.

Di quanto sonno leggero e profondo hanno bisogno i bambini?

Come avrete notato dallo schema precedente, il bisogno di sonno tende a diminuire con l’età. Neonati e bambini hanno quindi bisogno di dormire di più rispetto agli adulti.

Per quanto riguarda le fasi del sonno nei bambini, circa il 50% del loro sonno avviene nella fase  REM, mentre l’altro 50% è suddiviso tra le fasi da 1 a 4.

Quando hanno problemi ad addormentarsi e dormire, neonati, bambini o ragazzi possono diventare irritabili, avere problemi di apprendimento e di memoria o essere più suscettibili alle malattie. Lo stesso può avvenire nei adolescenti quando dormono troppo a lungo.

Cosa succede se non dormiamo abbastanza?

Quando non passiamo abbastanza tempo nelle diverse fasi del sonno, il nostro corpo smette di funzionare come dovrebbe.

Le possibili conseguenze della privazione del sonno includono:

  • Irritabilità e sbalzi d’umore;
  • Scarsa memoria e concentrazione;
  • Ansia e depressione;
  • Stanchezza cronica e affaticamento;
  • Sistema immunitario indebolito;
  • Aumento di peso;
  • Alta pressione sanguigna;
  • Insulino-resistenza;
  • Malattie croniche come diabete e malattie cardiache;
  • Mortalità precoce.

Come aumentare il sonno profondo

Molte persone quando si svegliano affermano di sentirsi ancora stanche nonostante abbiano dormito 8 o 9 ore. Questo accade perché in realtà hanno passato la maggior parte del tempo nelle fasi del sonno leggero, senza passare al sonno profondo.

Le cause di ciò possono essere legati a più fattori quali:

  • Disturbo del sonno generale;
  • Apnea ostruttiva del sonno;
  • Errata postura del corpo durante il riposto notturno;
  • Condizioni ambientali che interferiscono con il sonno di qualità;
  • Altre condizioni mediche o di salute che disturbano il sonno.

Anche se è impossibile forzare il nostro cervello ad entrare nel sonno profondo, ci sono una serie di rimedi utili a provocare un aumento della percentuale di sonno profondo. Questi includono:

  • Attuare ogni giorno, alla stessa ora, dei rituali del sonno (strategia valida soprattutto per neonati e bambini);
  • Usare degli oscuranti o una mascherina per gli occhi per bloccare la luce
  • Fare un regolare esercizio fisico;
  • Avere una dieta sana;
  • Praticare tecniche di rilassamento;
  • Ascoltare il rumore bianco, un particolare tipo di rumore lieve e cadenzato che concilia il rilassamento e il riposo.
  • Assumere tisane, integratori alimentari o altri rimedi naturali per dormire meglio.

Dolci Sogni

Un rimedio utile per prolungare il sonno profondo e dormire bene è il cuscino ergonomico Dolci Sogni.

Questo cuscino si rivela utile soprattutto per coloro che non riescono a dormire oppure dormono male, rigirandosi di continuo nel letto, a causa di una cattiva postura.

dolci sogni
Design ergonomico!
In memoy foam!
Acquisto

La particolarità di questo prodotto è quello di essere di adattarsi alla corporatura  di ciascuno di noi, essendo realizzato in memory foam, un materiale anallergico che si ottiene utilizzando schiume a base di poliuretano cui vengono aggiunti delle sostanze per alterarne la densità, la cui caratteristica è quella di deformarsi e di reagire in modo diverso a seconda non solo del peso e delle forme del nostro corpo, ma anche del calore.

Cosa fa questo innovativo cuscino per dormire? La sua funzione non è altro che quella di guidare il corpo ad assumere la posizione più comoda per assicurarci un sonno davvero ristoratore e senza spiacevoli inconvenienti al risveglio quali dolore, indolenzimenti e fastidi al collo, al tronco e alla schiena.

Tutto quello che dobbiamo fare è utilizzarlo ogni notte, posizionandolo nel modo giusto prima di andare a dormire. Clicca qui per approfondire:

Night Relax

Il dispositivo Night Relax rientra nella categoria dei dilatatori nasali, può quindi risultare utile nell’eliminare apnee notturne, russamento ed insonnia.

Utilizzandolo ogni notte impedirete che le vostre narici si restringano, provocando come prima fastidiosa conseguenza quel fastidioso russamento che impedisce anche a chi dorme con voi di prendere sonno.

night relax
Elimina le apnee notturne!
Migliora la respirazione nasale!
Acquisto

Tutto questo senza dover modificare alcun aspetto della vostra vita o ricorrere a interventi di tipo chirurgico non privi di effetti collaterali! Trattandosi di un dispositivo non invasivo ma che si applica esternamente in pochi rapidi passaggi, Night Relax può essere usato da chiunque senza problemi.

La sua presenza sul naso è inoltre davvero discreta viste le ridotte dimensioni ed essendo realizzato in materiale anallergico non c’è neppure il rischio di incorrere in fastidiosi pruriti od irritazioni della pelle dovute a reazioni allergiche.

Per approfondire:

SnoreBlock

SnoreBlock è un prodotto in capsule 100% naturale che aiuta a smettere di russare. È costituito da una miscela di erbe ed enzimi naturali appositamente selezionati che eliminano la secrezione che blocca la gola e ne causa il gonfiore. Di conseguenza, la gola è libera, smettiamo di emettere rumori fastidiosi durante il sonno e il corpo è ben ossigenato.

snoreblock
Smetti subito di russare!
Erbe ed enzimi naturali per svegliarti fresco e riposato!
Acquisto

Nonostante la loro elevata efficacia, le compresse di SnoreBlock sono disponibili senza prescrizione medica, poiché sono costituite solo da ingredienti naturali – erbe ed enzimi – quindi possono essere utilizzate senza timore degli effetti collaterali che si verificano normalmente quando si utilizzano sostanze chimiche nei medicinali.

Finalmente è possibile avere un sonno sano, un riposo più profondo, svegliarsi con il sorriso e tutto in modo sicuro e accessibile, senza fissare appuntamenti con il medico o ricorrere a metodi invasivi, assumendo regolarmente ogni giorno una capsula di SnoreBlock.

Per approfondire:

Conclusioni

Ti è piaciuto il nostro articolo sulle fasi del sonno? Allora potrebbero interessarti anche:

Domande frequenti sulle fasi del sonno

Perché è importante dormire bene?

Durante il sonno si verificano molti processi biologici che coinvolgono numerosi organi del nostro corpo, senza i quali non potremmo sentirci bene ed in forma,

È vero che dormire bene ci aiuta anche a non ingrassare?

Sì, dormire bene ci aiuta anche a mantenerci in forma. Il sonno influisce infatti sul controllo degli ormoni della fame.

Quali sono le fasi del sonno?

Il sonno si divide in quattro fasi di sonno NREM (movimento oculare non rapido) di cui 2 di sonno leggero e le altre 2 di sonno profondo e una fase di sonno REM.

Cos’è il sonno profondo?

Il sonno profondo corrisponde alla fase 4 di sonno NREM. Si tratta della fase più importante in quando è qui che avvengono la crescita e la riparazione dei tessuti e in cui viene ripristinata l’energia cellulare.

Quando inizia la fase REM?

Il primo ciclo REM delle fasi del sonno inizia circa 90 minuti dopo esserci addormentati e si ripete ogni 90 minuti.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.