Come rimuovere i punti neri senza danneggiare la pelle

0

I punti neri sono una delle forme più comuni di acne. Si formano quando i pori vengono ostruiti da una miscela di sporcizia, cellule morte e sebo.

A differenza dei brufoli, non sono quasi mai rossi ed infiammati, tuttavia quando vengono spremuti possono infiammarsi causando cicatrici e macchie sulla pelle.

Vediamo, quindi, insieme in questo articolo come rimuovere i punti neri senza danneggiare la pelle.

spot cleaner
!
!
Acquisto

Cosa sono i punti neri

I punti neri sono piccole protuberanze che appaiono sulla pelle a causa dei follicoli piliferi ostruiti. Si chiamano così perché la parte visibile che affiora in superficie appare di colore scuro o nero per effetto del processo di ossidazione cui vanno incontro le cellule morte a contatto con l’aria.

Anche se  interessano più frequentemente le persone con pelle mista, pelle grassa o pelle asfittica, tutti possono avere i punti neri.

Questi appaiono in genere sul naso e sul viso ma possono manifestarsi anche altrove come ad esempio petto, collo, braccia e spalle.

Perché si formano i punti neri

I punti neri sono la conseguenza di follicoli piliferi ostruiti.  Ogni follicolo contiene, infatti, una ghiandola sebacea che produce olio. Questo olio, chiamato sebo, in condizioni normali, nutre e protegge la pelle dalle aggressioni.

Quando però un follicolo si ostruisce a causa di cellule morte od eccesso di sebo, può formarsi una protuberanza chiamata comedone. Se il comedone è chiuso verso l’esterno, si tratta di un punto bianco. Quando la pelle sopra la protuberanza si apre, l’esposizione all’aria la fa sembrare nera e per questo di parla di punto nero.

Alcuni fattori possono aumentare le possibilità di sviluppare punti bianchi e punti neri, tra cui:

  • Ghiandole sebacee che producono troppo sebo, una condizione che è piuttosto frequente durante l’adolescenza e che predispone anche alla formazione di acne e brufoli;
  • Variazioni ormonali che influiscono con la produzione di sebo, ad esempio durante il ciclo;
  • Assunzione di alcuni farmaci, come estrogeni, corticosteroidi o androgeni;
  • Una dieta troppo ricca di zuccheri anche se non tutti sono convinti che via sia una forte connessione fra acne, punti neri e alimentazione.

Come rimuovere i punti neri: Creme, farmaci e trattamenti sicuri

I punti neri, a differenza dei brufoli, non sono quasi mai rossi ed infiammati. Tuttavia, quando vengono toccati o pizzicati nel tentativo di rimuoverli, possono essere invasi da batteri che provocano arrossamento, dolore ed infiammazione.

Questo a sua volta ci espone a rischio di cisti, papule e danni permanenti sulla pelle quali macchie e/o cicatrici.

A volte può accadere che un punto nero vada via da solo, ma in genere questo richiede molto tempo e molta pazienza e la tentazione di schiacciarlo, purtroppo, è sempre lì pronta a fare capolino!

La buona notizia è che esistono comunque molti metodi sicuri per rimuovere i punti neri senza danneggiare la pelle.

Vediamo di seguito quelli più comuni.

Trattamenti da banco

In farmacia e sanitaria sono disponibili molti prodotti da banco quali creme, gel e lozioni a base di acido salicilico o perossido di benzoile, che si rivelano molto utili ad uccidere i batteri, asciugare l’olio in eccesso e a spingere la pelle a liberarsi delle cellule morte.

Anche le maschere all’argilla verde e i prodotti topici a base di zolfo possono aiutare a purificare la pelle e ridurre il numero dei comedoni.

Farmaci da prescrizione

Se i trattamenti da banco non migliorano i vostri punti neri e l’acne in genere, il medico potrebbe prescrivere dei farmaci a base di vitamina A che favoriscono un più rapido ricambio delle cellule della pelle impedendo ai follicoli piliferi di ostruirsi, oppure creme contenenti antibiotici per impedire ai brufoli di infettarsi.

Rimozione manuale

Come già sappiamo, toccare un punto nero ci espone a un maggior rischio di infezione, non però se a farlo è un professionista della cura della pelle che utilizza uno strumento speciale chiamato per rimuovere l’ostruzione che causa il punto nero.

Dopo aver praticato una piccola apertura sopra l’ostruzione, il medico applica una pressione con questo speciale apparecchio chiamato “estrattore” per rimuovere il blocco.

Microdermoabrasione

Un altro modo per rimuovere le ostruzioni che causano comedoni e punti neri consiste nel levigare la pelle con uno speciale strumento dotato di una superficie ruvida.

Questo tipo di trattamento si chiama microdermoabrasione e deve essere eseguito da un medico o da un professionista della cura della pelle.

Peeling chimici

In alternativa alla rimozione manuale e alla microdermoabrasione, è possibile rimuovere i punti neri eseguendo un peeling chimico. Questo consiste nell’applicare sulla pelle una soluzione chimica che esfolia gli strati superiore dell’epidermide, liberandoci delle cellule morte e degli accumuli di sebo che ostruiscono i pori.

I peeling più delicati a base di alfa e beta idrossiacidi (AHA e BHA) non richiedono prescrizione medica, mentre quelli più forti a base di sostanze chimiche vengono in genere prescritti ed eseguiti sotto controllo medico.

Laser e terapia della luce

Le terapie laser e luminose utilizzano minuscoli fasci di luce intensa per ridurre la produzione di sebo e/o uccidere i batteri.

Sia i laser che i fasci di luce raggiungono la superficie della pelle per trattare i punti neri e l’acne senza danneggiare gli strati superiori della pelle.

Come rimuovere i punti neri: Prodotti e dispositivi naturali

Negli ultimi anni, il mercato dei prodotti per la salute, la bellezza e il benessere ha messo in commercio numerosi prodotti per prevenire e curare l’acne, i comedoni e i punti neri.

Fra questi vi sono ad esempio le strisce e i cerotti che, attraverso una leggera pressione sulla pelle, aprono i pori e fanno uscire il sebo e le cellule morte in essi intrappolati.

Tuttavia, questi prodotti non impediscono ai punti neri di tornare, perché non regolano la produzione di olio della vostra pelle.

Spot Cleaner

Un altro dispositivo naturale creato appositamente per rimuovere i punti neri e comedoni si chiama Spot Cleaner.

Si tratta di un vero e proprio pulitore professionale per uso domestico che funziona aspirando sporcizia, cellule morte e sebo creando il vuoto al di sopra del poro ostruito.

spot cleaner
!
!
Acquisto

Questo dispositivo, oltre a pulire i pori in profondità e rimuovere i tappi di sebo, stimola la circolazione sanguigna nelle cellule della pelle, rinnovandole

La vostra pelle apparirà quindi molto più liscia, sana e luminosa e i punti neri spariranno per non tornare mai più.

Per approfondire: 

Come prevenire i punti neri

Un altro modo per non avere i punti neri è quello di prevenire la loro formazione seguendo alcune regole di cura della pelle che riassumiamo qui di seguito:

  • Lavarsi il viso regolarmente al risveglio e prima di andare a letto utilizzando un detergente delicato per rimuovere l’accumulo di sebo e rimuovere la sporcizia e le cellule morte presenti in superficie;
  • Fare lo shampoo almeno tre volte a settimana soprattutto se avete i capelli grassi oppure, quando questo non è possibile, tenere i capelli legati e non a contatto con la pelle;
  • Utilizzare creme, detergenti, trucchi e lozioni oil-free in quanto qualsiasi prodotto che contiene olio può contribuire alla comparsa di nuovi punti neri;
  • Applicare uno scrub delicato o una maschera esfoliante almeno una volta a settimana per rimuovere le cellule morte e ridurre la formazione di comedoni.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine del nostro articolo su come rimuovere i punti neri senza danneggiare la pelle in cui abbiamo visto che i punti neri sono un tipo di acne molto diffuso che può essere trattato con trattamenti topici da banco, farmaci da prescrizione e altri rimedi assolutamente sicuri che richiedono o meno l’intervento del medico o di uno specialista della cura della pelle.

La regola numero uno, in questo caso, è comunque sempre quella di non toccare e schiacciare i punti neri con le mani nude perché questo espone al rischio di infezioni e conseguente formazione di cisti, noduli, macchie e cicatrici permanenti.

Domande frequenti su come rimuovere i punti neri

Perché si formano i punti neri?

I punti neri si formano quando i follicoli piliferi si ostruiscono a causa di una miscela di cellule morte e sebo che si raccolgono nell’apertura del follicolo cutaneo, producendo una protuberanza chiamata comedone.

Perché i punti neri sono scuri?

Molte persone pensano che i punti neri siano scuri perché questo è il colore della sporcizia nel poro. La verità è che i punti neri sono neri o grigio scuro perché l’olio e la pelle morta che ostruiscono i pori si ossidano quando vengono a contatto con l’aria.

I punti neri possono andare via da soli?

I punti neri sono una forma piuttosto ostinata di acne, ma può accadere che vadano via da soli. Tuttavia, alcuni punti neri possono richiedere mesi o addirittura anni per essere eliminati. Esfoliare regolarmente la pelle può aiutare a prendersi cura dei punti neri e persino a prevenire la formazione di nuovi.

Cosa succede se tentiamo di spremere i punti neri?

I punti neri possono essere abbastanza resistenti e difficili da rimuovere. Nello spremere potreste non essere in grado di rimuoverli. Questo potrebbe causare irritazione della pelle e l’arrivo di batteri portando alla formazione di cisti e noduli che a sua volta possono lasciare cicatrici o macchie permanenti.

Perché i punti neri si formano spesso sul naso?

Questi fastidiosi inestetismi colpiscono comunemente il naso a causa della densità dei pori e della maggiore produzione di sebo in questa zona.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.