Cistite: Rimedi, Sintomi e Cause principali

0

La cistite non è altro che un’infezione della vescica dovuta alla penetrazione di batteri attraverso il tratto urinario.  Si tratta di un disturbo che colpisce più frequentemente le donne e che provoca fastidio, prurito e dolore e, quando trascurato, può diffondersi anche ai reni causando un’infezione renale.

cyto forte
Ottimo coadiuvante naturale!
Utile contro la cistite!
Acquisto

Il trattamento usuale per la cistite sono gli antibiotici. Tuttavia, visti i numerosi effetti collaterali, oggi sono stati messi a punto anche altri rimedi. Scopriamo di seguito tutto quello che c’è da sapere sulla cistite rimedi.

Cistite: Sintomi

I sintomi più comuni di cistite includono:

  • Un forte e persistente bisogno di urinare;
  • Una sensazione di bruciore durante la minzione;
  • Piccole perdite di urina;
  • Sangue nelle urine (ematuria);
  • Urina torbida o dall’odore intenso;
  • Bruciore o dolore pelvico;
  • Una sensazione di pressione nell’addome inferiore;
  • Febbre bassa.

Se trattate tempestivamente e adeguatamente, le infezioni della vescica raramente portano a complicazioni. Ma se non trattate, possono diventare qualcosa di più serio. Le complicazioni possono includere:

  • Infezione al rene, detta “pielonefrite”, che può comportare a sua volta danno renale permanente;
  • Sangue nelle urine, visibile sia ad occhio nudo che attraverso un microscopio (ematuria microscopica).

Si consiglia di contattare subito un medico quando, in caso di un’infezione alle vie urinarie, si dovessero avvertire:

  • Forti dolori alla schiena o al fianco
  • Febbre alta e brividi
  • Nausea e vomito

Questi potrebbero essere, infatti, i sintomi di un’infezione renale in atto. Questo tipo di complicanza è in genere più frequente nelle persone anziane e nei bambini poiché i sintomi vengono spesso confuse con altre condizioni.

Diagnosi di cistite

Per diagnosticare la cistite, il medico, oltre a verificare i sintomi, può far eseguire alcuni test quali:

  • Analisi delle urine per la ricerca di batteri, sangue, pus e altri segni di infezione;
  • Cistoscopia, attraverso cui viene inserito un tubo sottile (citoscopio) attraverso l’uretra nella vescica per visualizzare le vie urinarie. Utilizzando il cistoscopio, il medico può anche rimuovere un piccolo campione di tessuto per effettuare una biopsia;
  • Nel caso di dubbi circa le cause di cistite, una radiografia o un’ecografia possono aiutare il medico a scoprire altre potenziali cause di infiammazione della vescica, come un tumore o un’anomalia strutturale.

Cistite: Cause e fattori predisponenti

Il sistema urinario include i reni, gli ureteri, la vescica e l’uretra. Tutti questi organi svolgono un ruolo fondamentale nella rimozione dei rifiuti dal tuo corpo:

  • I reni, che sono un organo a forma di fagiolo situato nella parte posteriore dell’addome superiore su entrambi i lati, filtrano i rifiuti dal sangue e regolano le concentrazioni di molte sostanze;
  • Gli ureteri, che assomigliano nella forma a dei tubi, trasportano l’urina dai reni alla vescica, dove viene immagazzinata fino a quando non esce dal corpo attraverso l’uretra.

Tutti questi organi possono essere interessati dall’infezione in caso di cistite, anche se in genere quello più colpito è la vescica. Vediamo ora quali sono le cause di questo problema.

La prima cosa da dire è che esistono due forme di cistite:

  • Cistite batterica, in cui l’infezione è dovuta alla presenza di batteri esterni al corpo che entrano nel tratto urinario attraverso l’uretra e iniziano a moltiplicarsi. La maggior parte dei casi di cistite è causata da un tipo di batterio chiamato Escherichia coli che si trova in genere nell’intestino. Possono manifestarsi nelle donne anche a seguito di rapporti sessuali con partner occasionali;
  • Cistite non infettiva, in cui l’infiammazione non è dovuta a fattori infettivi ma ad altre cause.

Alcuni esempi di cistite non dovuta alla penetrazione di batteri sono:

  • Interstiziale, una sorta di infiammazione cronica della vescica, chiamata anche sindrome della vescica dolorosa, la cui causa non è ancora del tutto chiara;
  • Indotta da farmaci, in cui l’infiammazione è una conseguenza dell’assunzione di alcuni farmaci come ad i chemioterapici;
  • Da radiazioni, a seguito di alterazioni del tessuto vescicale dovuto a terapie con radiazioni dell’area pelvica;
  • Da corpo estraneo, che si verifica ad esempio a seguito dell’uso a lungo termine di un catetere;
  • Chimica, dove l’infiammazione invece è dovuta ad una reazione allergica ad alcune sostanze chimiche contenute in determinati prodotti, come bagnoschiuma, spray per l’igiene femminile o gelatine spermicide;
  • Cistite dovute ad altre malattie come diabete, calcoli renali, malattie della prostata o prostatite e lesioni del midollo spinale.

Fattori di rischio

La categoria che è maggiormente a rischio di sviluppare infezioni della vescica o infezioni ricorrenti del tratto urinario sono le donne. Questo è dovuto alla loro anatomia fisica: hanno infatti un’uretra più corta, il che che riduce la distanza che i batteri devono percorrere per raggiungere la vescica.

Tuttavia, fra queste esistono altre categorie ci sono alcuni comportamento che aumentano ancora di più il rischio. Ecco quali:

  • Essere sessualmente attive;
  • Usare il diaframma oppure creme spermicide come metodo anticoncezionale;
  • Essere in gravidanza oppure in menopausa.

Altri fattori di rischio sia negli uomini che nelle donne includono:

  • Cambiamenti nel sistema immunitario legati ad alcune malattie come ad esempio l’HIV, il cancro o il diabete;
  • Uso prolungato di cateteri vescicali;
  • Negli uomini, altre malattie del tratto urinario come ad esempio la prostata infiammata o la prostata ingrossata.

Cistite: Rimedi

Il trattamento per la cistite dipende ovviamente dalla causa sottostante. Vediamo di seguito alcune delle principali opzioni

Trattamento della cistite batterica

Gli antibiotici sono la prima linea di trattamento per la cistite causata da batteri. Questi farmaci sono utilizzati sia per migliorare i sintomi in caso di prima infezione, che per prevenire eventuali ricadute.

Il tipo di antibiotico dipenderà dal tipo di batterio che ha colonizzato la vescica. Come sappiamo, l’uso prolungato di questo tipo di medicinali può dare luogo a fenomeni di resistenza allo stesso farmaco e ad effetti collaterali non trascurabili.

Per controllare il dolore, è inoltre possibile utilizzare degli antidolorifici da banco, mentre in caso di cistite provocata da difetti anatomici, potrebbe essere necessario il ricorso alla chirurgia.

Trattamento della cistite interstiziale

Con la cistite interstiziale, la causa dell’infiammazione è incerta, quindi non esiste un singolo trattamento che funzioni meglio per ogni caso. Le terapie utilizzate per alleviare i segni e i sintomi della cistite interstiziale includono:

  • Farmaci che vengono assunti per via orale o inseriti direttamente nella vescica;
  • Procedure che manipolano la vescica per migliorare i sintomi, come allungare la vescica con acqua o gas (distensione della vescica) o interventi chirurgici;
  • La stimolazione nervosa, che utilizza lievi impulsi elettrici per alleviare il dolore pelvico e, in alcuni casi, ridurre la frequenza urinaria.

Trattamento di altre forme di cistite non infettiva

In tutti i casi in cui la cistite è dovuta ad ipersensibilità ad alcuni prodotti come bagnoschiuma o spermicidi, sarà opportuno evitare di utilizzarli per prevenire ulteriori episodi di cistite.

Il trattamento della cistite che si sviluppa come complicanza della chemioterapia o della radioterapia si concentra invece sulla gestione del dolore, di solito con farmaci, e l’idratazione per eliminare più velocemente queste sostanze irritanti della vescica.

Rimedi contro la cistite

Cistite: Rimedi naturali e prevenzione

È possibile prevenire l’infezione e scongiurare il rischio di ricadute nel caso di cistite cronica adottando alcuni comportamenti. Ecco quali sono quelli principali:

  • Bere almeno 2 litri di acqua al giorno;
  • Urinare di frequente;
  • Dopo essere andati in bagno, pulirsi da davanti a dietro per impedire ai batteri nella regione anale di diffondersi nella vagina e nell’uretra;
  • Utilizzare la doccia anziché la vasca da bagno;
  • Lavare delicatamente la pelle intorno alla vagina e all’ano evitando detergenti troppo aggressivi;
  • Indossare biancheria intima di cotone e abiti larghi;
  • Seguire un’alimentazione sana ricca di frutta, verdura e grassi sani;
  • Svuotare la vescica il rima possibile dopo il rapporto sessuale può aiutare a eliminare i batteri.

Nei casi di cistite da lieve a moderata, possono risultate utili alcuni rimedi naturali realizzati con ingredienti vegetali dalle riconosciute proprietà terapeutiche. Una di queste è ad esempio il succo di mirtillo rosso, contenente antociani e altri antiossidanti che si sono spesso rivelati utili nel trattare le infezioni ricorrenti della vescica nelle donne.

Uno dei prodotti oggi più usati per la sua validità nell’eliminare tutti i sintomi di cistite si chiama Cyto Forte e contiene infatti Estratto di Mirtillo Rosso di Palude.

Cyto Forte

Cyto Forte è un rimedio naturale in pillole contro la cistite che può essere usato da solo o insieme agli antibiotici. Il suo componente attivo principale è l’Estratto di Mirtillo di Palude che, insieme agli altri ingredienti (Camomilla e Zinco) annienta i batteri, purifica l’organismo e allevia l’infiammazione.

cyto forte
Ottimo coadiuvante naturale!
Utile contro la cistite!
Acquisto

Il prodotto è specificatamente pensato per donne dai 18-50 anni, tenendo conto delle loro caratteristiche anatomiche e fisiologiche. La sua funzione non è solo quella di alleviare il dolore, ma svolge una vera e propria azione curativa.

Per approfondire:

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine del nostro articolo sulla cistite, in cui abbiamo appreso che ci sono diversi tipi di rimedi nei confronti di questo disturbo a seconda della causa. Nel caso in particolare della cistite batterica che è quella più comune, il rimedio più utilizzato è la somministrazione di antibiotici. Nei casi meno gravi, possono essere di aiuto anche i rimedi naturali a base di mirtillo rosso come ad esempio Cyto Forte.

Vi potrebbe interessare anche:

Domande frequenti sulla cistite rimedi

Ci sono rimedi per controllare il dolore e il fastidio associati alla cistite?

Sì. È possibile controllare il dolore e il fastidio della cistite bevendo molto acqua, immergendo gli organi genitali in acqua calda per almeno 15 minuti e assumendo degli antidolorifici da banco.

È possibile prevenire la cistite?

Sì. È possibile prevenire le infezioni del tratto urinario adottando alcuni accorgimenti, ad esempio le donne, dopo essere andate in bagno, dovrebbero sempre pulirsi dalla parte anteriore a quella posteriore per evitare il passaggio di batteri dal tratto intestinale. Inoltre, risulta utile svuotare sempre la vescica dopo un rapporto sessuale.

Perché il succo di mirtillo rosso è utile a contrastare la cistite?

Il succo di mirtillo rosso, contenuto in molti rimedi naturali contro la cistite, contiene antociani, sostanze antiossidanti che combattono l’infiammazione e l’infezione, allontanando i batteri responsabili del problema.

Cyto Forte dove si compra?

Questo prodotto contro la cistite può essere acquistato solo sul sito ufficiale del produttore a questo link.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.