Perdite di urina: Tipologie, cause e trattamento

Pubblicato: 27 Maggio, 2022 di Giulia

L’incontinenza urinaria è la perdita del controllo della vescica. I sintomi possono variare da una leggera fuoriuscita di urina ad una più abbondante e incontrollabile. Può succedere a chiunque, ma è più comune con l’avanzare dell’età. Le donne sperimentano maggiormente (il doppio!) le perdite di urina rispetto agli uomini.

La maggior parte dei problemi di controllo della vescica si verificano quando i muscoli sono troppo deboli o troppo attivi. Se i muscoli che tengono chiusa la vescica diventano deboli, potresti avere piccoli incidenti quando starnutisci, ridi o sollevi oggetti pesanti. Questo è noto come incontinenza da stress.

Se i muscoli della vescica sono eccessivamente attivi, potresti sentire un forte bisogno di andare in bagno quando hai poca urina nella vescica. Questo è noto come incontinenza da urgenza o vescica iperattiva. Esistono altre cause di incontinenza, come problemi alla prostata e lesioni neurologiche.

Il trattamento dipende dal tipo di problema riscontrato e da ciò che si adatta meglio al tuo stile di vita. Può includere semplici esercizi, medicine, dispositivi speciali come Chic Pants (che vedremo successivamente) o procedure prescritte dal medico o, nei casi più gravi, interventi chirurgici.

Chic Pants
Assorbe i liquidi al 100%
100% cotone
Acquisto

Perdite di urina: Di cosa si tratta

L’incontinenza urinaria è la perdita involontaria di urina. La persona colpita ha un bisogno improvviso e urgente di urinare, ma non è in grado di trattenere l’urina.

Le perdite possono derivare da starnuti, risate, sforzi o esercizio fisico. Ha come conseguenza un problema igienico, sociale e psicologico, poiché influenza l’attività quotidiana del paziente e riduce la sua qualità di vita.

L’incontinenza non è una malattia in sé, ma la conseguenza di un’alterazione nella fase di riempimento della vescica che si verifica in numerose patologie. È più comune tra le donne, i bambini (enuresi) e gli anziani.

Tipologie di perdite urinarie

Esistono vari tipi di incontinenza. Ecco di seguito i principali.

Incontinenza urinaria da stress

Nell’incontinenza da stress, la perdita di urina si verifica facendo qualsiasi movimento o attività fisica. Risate, starnuti, sport, trasporto di oggetti pesanti o semplicemente alzarsi o chinarsi possono causare la fuoriuscita di alcune gocce di urina o di un flusso più abbondante.

L’origine di questa incontinenza, che colpisce tantissime donne, si trova nell’uretra. Lo sforzo fisico, anche lieve, provoca un aumento della pressione nell’addome e nella vescica, ma non viene trasmesso all’uretra, innescando l’incontinenza.

La gravidanza e l’età causano una perdita di elasticità e tensione nel pavimento pelvico, quindi la vescica e l’uretra cadono e i suoi meccanismi di continenza sono efficaci solo a riposo.

Questo tipo di incontinenza non è associato alla necessità di urinare.

Incontinenza urinaria da urgenza

Consiste nella perdita involontaria di urina associata a un bisogno improvviso e urgente di urinare. Si possono distinguere due tipi di incontinenza urinaria da urgenza:

  • Incontinenza sensoriale: è causata da un aumento degli impulsi sensoriali dai recettori di tensione / pressione sulle pareti della vescica. Si verifica una sensazione “prematura” di pienezza e urgenza di urinare. Può essere associato a malattie.
  • Incontinenza motoria: la perdita di urina è causata dall’iperattività del detrusore, ovvero dal mal funzionamento nell’inibizione motoria del riflesso della minzione. È causato, principalmente, da meccanismi psichici, sforzi od ostruzioni.

Incontinenza urinaria mista

La perdita di urina è causata dall’iperattività del muscolo detrusore e da un disturbo nei meccanismi dello sfintere. In questo caso, l’incompetenza del collo vescicale consente all’urina di entrare nell’uretra prossimale. Di conseguenza, il detrusore comprende che la minzione è iniziata e rilascia il riflesso che produce la sua contrazione.

Incontinenza urinaria dovuta a tracimazione

La perdita di urina si verifica perché la vescica viene dilatata a causa dell’ostruzione e dell’incapacità di essere svuotata. Si distinguono due cause di incontinenza urinaria da eccessiva pienezza:

  • Biologica: in questo caso la vescica è distesa da un’ostruzione che impedisce il passaggio dell’urina e non è in grado di svuotarsi. Quando la vescica non può più essere distesa, si verifica un trabocco. I tumori della prostata e l’iperplasia prostatica benigna sono le principali malattie che causano questo tipo di incontinenza.
  • Neurologica: il danno neurologico al nervo pelvico fa perdere forza al detrusore. Generalmente, deriva da lesioni spinali, sclerosi multipla o interventi chirurgici che colpiscono il nervo pelvico.

Incontinenza urinaria psicogena

È associata a stimoli esterni che colpiscono i sensi (freddo o acqua), emozioni improvvise e forti (paura, angoscia o piacere) o fobie e manie.

Incontinenza urinaria da motivi neurologici

Include le alterazioni delle dinamiche di minzione che hanno origine nel sistema nervoso. Ictus, sclerosi multipla, morbo di Parkinson e lesioni del midollo spinale ne influenzano il loro sviluppo.

Tipi di Incontinenza

Perdite di urina: Cause

Ogni tipo di incontinenza ha la sua causa. L’incontinenza da urina da sforzo colpisce le donne ed è dovuta alla debolezza dei muscoli del pavimento pelvico. Nelle donne, questo può indebolirsi sia per la particolarità della nostra costituzione o età (obesità, vecchiaia) o può essere dovuto a interventi ostetrici (parti multipli o difficili, chirurgia addominale o genitale). Negli uomini, questo tipo di incontinenza è dovuto alla debolezza dello sfintere, generalmente successiva ad un intervento chirurgico prostatico, come la prostatectomia radicale.

Da parte sua, l’incontinenza urinaria da urgenza non è dovuta allo sfintere o alla debolezza muscolare, ma al malfunzionamento della vescica, che agisce in modo incontrollato e con contrazioni eccessive al di fuori del controllo volontario. Questo perché il muscolo della vescica (chiamato detrusore) può fermarsi e smettere di funzionare correttamente. In condizioni normali la fase di riempimento della vescica consente alla stessa di riempirsi senza mandare alcun segnale fino a quando raggiunge una quantità abbondante di urina. A quel punto, la vescica dà un segnale all’individuo sotto forma di una sensazione (o desiderio) di urinare. L’individuo decide quindi se andare al bagno. In tal caso, viene fatto volontariamente e lo svuotamento della vescica avviene nel momento e nel luogo scelti dall’individuo.

Alcune malattie della vescica causano il disturbo di questo meccanismo di riempimento e controllo. In questi casi, la sensazione di dover urinare prematuramente si manifesta e produce una grande urgenza di andare in bagno, non dando al paziente il tempo di arrivarci in tempo. Il risultato è la perdita di una quantità variabile di urina.

Il problema dell’aumento della frequenza di urinare è solitamente associato a qualche causa o disturbo. Le malattie della vescica che causano questo problema sono l’instabilità della vescica o il detrusore iperattivo e la vescica neurogena, che può essere dovuta a varie malattie neurologiche (spina bifida, lesioni del midollo spinale, ictus, sclerosi multipla, morbo di Parkinson, diabete mellito).

Diagnosi

Il paziente si dovrà rivolgere all’urologo se si accorge di avere perdite di urina, sia quando compie determinati sforzi sia quando non è in grado di arrivare in bagno per espletare la minzione. È molto importante sapere cosa succede nella vescica e nei muscoli del pavimento pelvico.

Lo studio urodinamico è la chiave per sapere come funziona la vescica, sia nella sua fase di riempimento che di svuotamento. Se necessario, questo test può essere integrato con uno studio radiologico o una cistografia (video-urodinamica). L’infezione delle urine deve essere esclusa con un’analisi delle urine e un’ecografia eseguita per visualizzare la morfologia dei reni e della vescica.

Leggi anche: Cistite: rimedi più efficaci per debellarla

Misure preventive

Le donne che hanno una perdita di urina durante la giovinezza e quelle che hanno partorito possono eseguire una ginnastica specifica per il pavimento pelvico con gli esercizi di Kegel. L’incontinenza urinaria stessa non può essere prevenuta, ma è possibile prevenirne le complicanze applicando determinate misure terapeutiche.

Esercizi di Kegel

Gli esercizi di Kegel aiutano a rafforzare i muscoli intorno all’uretra e al pavimento pelvico. Quando questi muscoli sono indeboliti, è più probabile che appaia l’incontinenza urinaria.

Consigli pratici

Esistono alcune misure che possono aiutare a ritardare la comparsa dell’incontinenza urinaria, oltre a prevenirla. Alcuni dei consigli da tenere a mente sono:

  • seguire una dieta equilibrata, come quella mediterranea. Evitare il sovrappeso e l’obesità, questo ridurrà la pressione intra-addominale.
  • Ridurre il consumo di bevande come caffè, bibite e bevande gassate, alcool, tra gli altri.
  • Evitare cibi piccanti.
  • Aumentare l’assunzione di fibre per evitare costipazione.
  • Ridurre il consumo di prodotti medicinali diuretici, perché in questo modo si avrà meno desiderio di urinare.
  • Evitare di bere due-tre ore prima di andare a dormire.
  • Non “spingere” durante la minzione. Ciò eviterà danni ai muscoli del pavimento pelvico.
  • Non bere bevande prima di fare esercizio fisico.

Chic Pants

Chic Pants sono degli slip a mutandina, i più richiesti in questi ultimi tempi, in quanto si tratta di un accessorio molto comodo visto che non stringe, oltre a risultare estremamente funzionale e utile per trattenere qualunque tipo di perdita.

Sono l’ideale per la vita quotidiana, ma pure per tutte coloro che praticano attività sportive o che si spostano abitualmente per viaggi. Difatti, questo è un genere d’intimo che consente alle appartenenti al mondo femminile di sentirsi sicure e tranquille in qualsiasi circostanza.

Chic Pants
Assorbe i liquidi al 100%
100% cotone
Acquisto

Questo articolo rispetto ad altri suoi similari è estremamente efficace e di qualità superiore. Inoltre, non provoca reazioni allergiche e rossori oppure un seccante prurito, come invece accade con altri modelli simili ma che non hanno la stessa validità.

Lo slip Chic Pants ha la capacità di adeguarsi perfettamente alle forme del vostro fisico, non lasciano sgradevoli segni sulla pelle in quanto non hanno quel genere di tessuto che infastidisce o stringe eccessivamente. In più, permettono di bloccare adeguatamente l’uscita dell’urina e aderiscono benissimo alla cute.

Come sono fatti

Gli slip Chic Pants sono costituiti da una composizione a tre rivestimenti:

  • Il primo è quello posizionato all’interno ed è composto totalmente dal fresco “cotone” che ha la capacità di riuscire ad assimilare tutti i tipi di perdite.
  • Il secondo strato ha la funzionalità equivalente a quella di una barriera, blocca la fuoriuscita della perdita e il cattivo odore.
  • Il terzo livello è molto lieve ed elastico e resta piacevolmente asciutto per un lasso di tempo alquanto prolungato.
Chic pants

Dove si acquistano e costo

Chic Pants si può trovare esclusivamente pants sul suo sito ufficiale pertanto si sconsiglia di cercarlo su altri portali, appunto per evitare eventuali truffe con degli articoli non corrispondenti al prodotto originale.

Ordinarlo è molto semplice, basta compilare il formulario online, inserendo i dati richiesti, attendere la chiamata di un operatore per la conferma dell’ordine. La consegna è gratuita e di solito impiega due-tre giorni. Il pagamento è previsto direttamente alla consegna.

Attualmente sul sito del produttore è in corso un’offerta molto conveniente: un set da tre Chic pants a soli 65,00 euro anziché 105,00.

Leggi anche: Menopausa: sintomi e come affrontarla al meglio

Chi può soffrire di perdite di urina

  • Bambini (enuresi).
  • Donne in età lavorativa.
  • Uomini con problemi alla prostata.
  • Terza età.
  • Pazienti neurologici: con Parkinson, sclerosi multipla e lesioni del midollo spinale.

Gli effetti psicosociali dell’incontinenza spesso implicano numerosi disturbi emotivi, tra cui perdita di autostima e discontinuità nel lavoro, nelle attività sessuali e sociali.

Enuresi

Sebbene questo termine si riferisca alla perdita involontaria di urina in generale, è attualmente utilizzato per definire l’incontinenza notturna durante il sonno.

Si manifesta soprattutto nei bambini, ed è più frequente nel sesso femminile. I seguenti fattori influenzano il suo aspetto: ereditarietà, ansia, disturbi psicologici, immaturità cerebrale, profondità del sonno, patologia funzionale e organica.

In breve, ci sono molte teorie sull’origine di questa incontinenza urinaria, sebbene nessuna sia del tutto conclusiva.

Per trattare l’enuresi, è necessario effettuare un’analisi delle caratteristiche sociali e biologiche del bambino, nonché dell’atteggiamento e della disposizione dei genitori. Quasi tutti i casi di enuresi si risolvono nel tempo e le persone colpite non subiscono alterazioni della personalità. La loro capacità intellettuale è la stessa di quella degli altri bambini.

Incontinenza negli anziani

È un altro dei disturbi più comuni e invalidanti negli anziani.

Maggiore è la disabilità fisica o mentale, più aumenta questo disturbo. In questi casi, l’incapacità di controllare la minzione è legata a molte cause: cambiamenti fisiologici e deterioramento del sistema nervoso centrale e neurologico.

La terza età è particolarmente colpita dall’incontinenza urinaria, che porta a significativi limiti e persino all’isolamento sociale e familiare.

Per combattere questo problema, si possono somministrare farmaci, sottoporsi persino ad interventi chirurgici o ricorrere a mezzi palliativi che consentono loro di continuare le loro attività quotidiane e migliorare la qualità di vita.

Conclusioni

Come abbiamo visto, esistono diverse soluzioni per l’incontinenza urinaria. Partendo da alcune misure e attenzioni che tutti noi possiamo adottare, all’uso di medicinali, fino ad alcune procedure mediche o chirurgiche.

Prendere coscienza del fatto che si abbiano delle perdite di urina è complicato ma è naturale soprattutto ad una certa età o con alcuni problemi fisici. Consulta il tuo medico senza esitare, ti aiuterà a trovare una soluzione. Anche l’approccio psicologico è importante nella gestione di alcune forme di incontinenza urinaria, ma non bisogna dimenticare che proprio come ci sono casi di incontinenza derivante da una causa psicologica, ce ne sono altri in cui il disturbo psicologico è una conseguenza dell’incontinenza.

Potrebbero interessarti anche:

Domande frequenti

Quali sono le cause delle perdite di urina?

Le cause possono essere molteplici, età avanzata, gravidanza e parto, obesità e sovrappeso, malattie neurologiche. Ogni tipo di incontinenza ha la sua causa.

Possono soffrire di incontinenza anche le donne giovani?

Sì, in minoranza, ma possono essere soggette anche loro a perdite di urina soprattutto se hanno partorito.

E’ consigliabile rivolgersi ad un medico?

Assolutamente sì, è sempre consigliabile rivolgersi senza alcun timore ad uno specialista che saprà indicarvi il rimedio migliore al vostro problema.

Chi ne soffre potrebbe avere ripercussioni a livello psicologico?

Sì, gli effetti psicosociali dell’incontinenza spesso implicano numerosi disturbi emotivi, tra cui perdita di autostima e discontinuità nel lavoro, nelle attività sessuali e sociali.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.