Quanti e quali tipi di pelle ci sono

0

Il passo più importante per prendersi cura della nostra pelle consiste nel capire qual è il nostro tipo di pelle e come questo si adatta a determinate circostanze o stagionalità. L’uso di detergenti e creme non adatti al nostro tipo di pelle può infatti peggiorare alcune condizioni. Ad esempio, l’uso di prodotti troppo aggressivi, nel caso di pelle grassa o asfittica, può contribuire a seccare troppo la cute, inviando il segnale errato che è necessario produrre più olio. Vediamo quindi di seguito quanti tipi di pelle ci sono e come riconoscerle.

Lifto Patch
Leviga le rughe!
Facile da usare!
Acquisto
Cover Plus Tattoo
Copre tutti i tatuaggi, anche quelli scuri!
Effetto nature!
Acquisto

Tipi di pelle: ecco quali sono

I tipi di pelle si differenziano per il diverso grado di idratazione ed olio (sebo) contenuti all’interno dell’epidermide.

L’acqua serve alle cellule della nostra pelle per favorire il passaggio delle sostanze nutritive e per rimanere sufficientemente integra ed elastica. Quando, a causa di fattori esterni od interni, la pelle si secca troppo, la nostra barriera cutanea risulta danneggiata, esponendo la cute a rossore, prurito e desquamazione.

L’olio o sebo è prodotto invece dalle ghiandole sebacee allo scopo di proteggere la nostra cute dalle aggressioni esterne. Quando però il sebo è prodotto in abbondanza, rimane intrappolato nella cute determinando pelle unta ed impurità.

In base al grado di idratazione e sebo si distinguono 5 tipi di pelle:

  • Pelle normale
  • Secca
  • Grassa
  • Mista
  • Sensibile

Vediamole le caratteristiche di ciascuno.

Pelle normale

Le persone con pelle normale hanno una cute né troppo secca né troppo grassa. Per mantenere il giusto grado di umidità può essere sufficiente usare una crema idratante a base di acqua, ricordandosi di detergere la cute con prodotti non aggressivi almeno 1 volta al giorno e di praticare un’esfoliazione delicata per rimuovere le cellule morte 1 o 2 volte a settimana.

 Pelle secca

La pelle secca presenta spesso rossore, prurito e screpolature. Può essere dovuta alla genetica, oppure a fattori ambientali come freddo, vento ed esposizione a sostanze irritanti. Anche i cambiamenti ormonali legati all’età e la dieta possono influire. Ad esempio bere poca acqua può contribuire a peggiorare i sintomi di pelle secca.

Anche in questo caso sarà importante utilizzare dei prodotti adeguati quali una crema idratante contenente oli ed altre sostanze emollienti in grado di trattenere l’acqua (ad esempio, l’acido ialuronico). L’esfoliazione quotidiana con ingredienti delicati e non abrasivi favorisce invece il ricambio cellulare senza rimuovere gli oli protettivi naturali della pelle.

Per saperne di più leggi anche:

Pelle grassa

La pelle grassa è determinata da un eccesso di sebo, causato di solito da iperattività delle ghiandole sebacee dovuta all’età, alla genetica o a fattori esterni (alimentazione errata, clima umido e così via). L’olio in eccesso può lasciare i pori congestionati e intasati provocando dilatazione di questi ultimi e impurità quali punti bianchi, punti neri e brufoli.

La buona notizia, tuttavia, è che questo tipo di pelle appare in genere più giovane ed elastico perché ha più idratazione naturale ed è meno soggetta alle rughe.

Tuttavia, è indispensabile anche in questo caso usare dei prodotti appropriati come un detergente delicato per rimuovere le impurità e una crema leggera e non comedogena per evitare di occludere ulteriormente i pori.

L’esfoliazione giornaliera con prodotti naturali e non abrasivi è essenziale per promuovere il ricambio cellulare e prevenire l’accumulo di sebo.

In alcuni casi la cute grassa può essere soggetta ad un non corretto scambio di ossigeno e sangue fra le cellule. La mancanza di ossigeno causa, a sua volta, il “soffocamento” della pelle che si manifesta attraverso la presenza di pori dilatati e impurità. In questi casi si parla di pelle asfittica caratterizzata da un aspetto opaco, spento e ruvido al tatto e una colorazione grigia o giallastra.

Per saperne di più leggi anche:

Pelle mista

La pelle mista presenta, di solito, Zona “T” del viso (naso, fronte e mento) grassi e guance, zigomi e area del contorno occhi secchi. È determinata anch’essa da fattori genetici, ma può essere collegata anche a fattori ambientali e abitudini di vita errate

Anche l’uso di prodotti che contengono ingredienti troppo aggressivi possono contribuire ad aggravare i sintomi di pelle grassa, inducendo la pelle a produrre più sebo in alcuni punti e ad asciugarsi invece troppo in altri.

Per quanto riguarda i prodotti specifici per la pelle mista, la prima cosa da dire è che non sono facili da trovare. La chiave di tutto, in questo caso, è l’equilibrio. Occorre quindi trovare prodotti che offrano ulteriore umidità alle aree già asciutte, senza aumentare il sebo presente nelle altre. Indispensabile l’utilizzo quotidiano in ogni periodo dell’anno di un crema con protezione solare adatto al proprio fototipo.

Per approfondire leggi anche:

Pelle sensibile

La pelle sensibile è un tipo di pelle particolarmente suscettibile ad arrossamento, prurito ed eruzioni cutanee. In questo caso, è meglio optare per prodotti ipoallergenici e privi di profumi che contengano anche ingredienti lenitivi.

Gestire la pelle sensibile può essere molto impegnativo, poiché ogni prodotto potrebbe rivelarsi inadatto. Per semplificare questo processo, è importante introdurre i nuovi prodotti uno alla volta, sia che si tratti di creme, detergenti, cosmetici o profumi.

Come riconoscere il nostro tipo di pelle

La pelle di ogni persona è unica, tuttavia esiste una classificazione che permette di individuare in modo generico qual è il tipo di pelle più vicino al nostro. Per sapere qual è il nostro possiamo rivolgersi ad un dermatologo oppure usare uno dei seguenti metodi casalinghi per individuare il tipo di pelle.

Metodo nudo

Detergiamo accuratamente il viso con un detergente delicato e asciughiamo delicatamente. Lasciamo la pelle nuda senza applicare creme idratanti, sieri o trattamenti aggiuntivi.

Dopo 30 minuti, esaminiamo le guance, il mento, il naso e la fronte per verificare la luminosità. Dopo altri 30 minuti, valutiamo se la nostra pelle tira in alcuni punti, ad esempio se sorridiamo o facciamo altre espressioni facciali.

Se la pelle dovesse risultare tesa, allora è probabile che la nostra cute sia secca. Al contrario, se c’è notevole lucentezza sul naso e sulla fronte, potrebbe essere mista. Infine, se la lucentezza è presente anche su guance e contorno occhi, allora potrebbe trattarsi di pelle grassa.

Metodo del foglio assorbente

Questo metodo è abbastanza più veloce del precedente. Prendiamo un foglio assorbente e passiamola sul viso, prima sulla fronte e sul naso e poi sulle guance. Se al termine dell’operazione il foglio assorbente avesse raccolto poco o nessun olio, allora probabilmente la nostra cute è secca. Se il foglio assorbente rivelasse invece olio dalle aree della fronte e del naso, è probabile che invece sia mista. Infine, se la carta assorbente è satura di olio, è assai probabile che la nostra pelle sia grassa.

Prodotti per la cura della pelle

Esistono molti tipi di prodotti per la cura della pelle, ciascuno dei quali può rivelarsi idoneo a trattare alcuni dei più frequenti problemi della pelle. Ecco un qui una selezione di rimedi adatti a contrastare alcuni di questi quali acne, impurità, rughe, borse, occhiaie e macchie cutanee.

Seborax

Questo siero dalla consistenza leggera si rivela altamente efficace contro comedoni e brufoli grazie alla sua formulazione a base di: Vitamina B3 o Niacinamide dalle forti proprietà antiossidanti e seboregolatrici; Acido Salicilico, cui è affidata invece una funzione sfiammante; Acido Ialuronico, sostanza già presente nella nostra cute che ha il compito di stimolare la produzione di collagene; Aloe vera, tè verde e camomilla, che insieme costituiscono il TCA Complex deputato a ridurre ogni tipo di imperfezione.

Per saperne di più leggi anche:

Eyskin

Il siero EySkin contiene al suo interno solo ingredienti naturali non dannosi per la salute della nostra pelle. La forte concentrazione di antiossidanti e complessi microsferici certificati fa in modo che il prodotto venga assorbito in profondità, levigando le rughe, eliminando le occhiaie e appianando visibilmente eventuali borse o gonfiori delle palpebre dovute a stanchezza o vecchiaia.

Per sapere di più leggi anche:

LiftoPatch

LiftoPatch è un cerotto antirughe che ha la funzione di tirare la pelle nelle aree problematiche. Le strisce non sono visibili ad occhio nudo in quanto ha una speciale superficie esterna. È quindi in grado di stringere l’ovale del viso, togliere il doppio mento, sbarazzarsi di profonde pieghe naso-labiali, sollevare gli zigomi, guance e rendere il viso visibilmente più giovane.

Oltre all’azione di sollevamento, questi cerotti aiutano anche i muscoli facciali a ricordare la corretta postura e con il tempo il difetto sarà completamente eliminato, migliorando la circolazione e fornendo nutrimento alla pelle grazie alla particolare formulazione a base di sostanze naturali.

Per approfondire, leggi anche:

Cover Plus Tattoo

Si tratta di una crema camouflage ottima per coprire i tatuaggi dalla formulazione completamente bio. Il prodotto è adatto a qualsiasi tipo di pelle e può essere usata anche sul viso. È infatti priva di paraffina, parabeni e siliconi in grado di causare bruciori o irritazioni.

Si rivela efficace anche per nascondere le cicatrici.

Per approfondire, leggi anche:

Elastix

Elastix è una crema 100% bio che si rivela efficace nel migliorare l’aspetto delle smagliature. La sua efficacia è legata alla presenza di ingredienti naturali altamente affini ad alcune sostanze già presenti nella nostra cute.

Essendo nutrita ed idratata in profondità la nostra epidermide diverrà immediatamente molto più liscia e compatta, le smagliature saranno meno visibili e anche i cuscinetti di grasso dovuti a cellulite ne beneficeranno.

I principi attivi presenti nel flacone da 200 ml sono: Collagene, Acido ialuronico, Elastina, Bava di lumaca, Estratto di Centella asiatica, Olio di mandorle dolci, Vite rossa e tè verde.

Per approfondire, leggi anche:

Conclusioni

Ti è piaciuto il nostro articolo sui tipi di pelle? Allora potrebbe interessarti anche:

Domande frequenti sui tipi di pelle

In base a cosa si differenziano i diversi tipi di pelle?

I tipi di pelle si differenziano per il diverso grado di idratazione ed olio (sebo) contenuti all’interno dell’epidermide.

A cosa serve il sebo prodotto dalle ghiandole sebacee?

Il sebo prodotto dalle ghiandole sebacee serve a proteggere la nostra cute dalle aggressioni esterne.

Quali sono i sintomi di pelle secca?

La pelle secca presenta spesso rossore, prurito e screpolature.

Da cosa è determinata la pelle grassa?

La pelle grassa è determinata da un eccesso di sebo, causato di solito da iperattività delle ghiandole sebacee dovuta all’età, alla genetica o a fattori esterni (alimentazione errata, clima umido e così via).

Da cosa è determinata la pelle asfittica?

La pelle asfittica è un particolare tipo di pelle grassa caratterizzata da un non corretto scambio di ossigeno e sangue fra le cellule. La mancanza di ossigeno causa, a sua volta, il “soffocamento” della pelle che si manifesta attraverso la presenza di pori dilatati e impurità.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora (è gratuito).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.